Halloween - La notte delle streghe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Halloween - La notte delle streghe
HalloweenTitolo.png
Titoli di testa del film
Titolo originale Halloween
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1978
Durata 91 min
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere orrore, thriller
Regia John Carpenter
Soggetto John Carpenter, Debra Hill
Sceneggiatura John Carpenter, Debra Hill
Produttore Debra Hill, John Carpenter (non accreditato)
Produttore esecutivo Moustapha Akkad e Irwin Yablans
Casa di produzione Compass International Pictures e Falcon International Productions
Distribuzione (Italia) Pic
Fotografia Dean Cundey
Effetti speciali Conrad Rothmann
Musiche John Carpenter
Scenografia Craig Stearns
Costumi Beth Rodgers
Trucco Erica Ueland
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
« Guardi dottore!
Che cos'è?
Un Cane. Sbranato. È ancora caldo, povera bestia!
È stato lui!
Ma via dottore sarà stato un altro cane!
Lei crede eh?
Un uomo non sbrana.
Lui non è un uomo... »
(Il dott. Sam Loomis al padre di Annie, lo sceriffo - nei dialoghi del film)

Halloween - La notte delle streghe (Halloween) è un film horror-thriller a basso costo del 1978, diretto da John Carpenter. Negli Stati Uniti d'America fu distribuito dalla Compass International Pictures.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Haddonfield, Illinois, 1963: la notte di Halloween, Michael Myers uccide la sorella diciassettenne Judith con un coltello da cucina.

Il 30 ottobre 1978, mentre sta per essere trasferito dal Manicomio di Smith's Grove per essere processato, Myers ruba l'auto che serve il suo trasferimento e fugge. Il dottor Sam Loomis, lo psichiatra che lo ebbe in cura, intuisce subito che la sua destinazione è Haddonfield, città natale.

All'alba del 31 ottobre, Michael uccide un meccanico, ruba i suoi vestiti e fa ritorno alla sua casa natale, che ora è vuota, fatiscente e in vendita. In seguito si mette a seguire la giovane Laurie Strode mentre con le amiche Annie Brackett e Lynda Van Der Klok fa ritorno a casa da scuola.

Intanto giunge ad Haddonfield il dottor Loomis, il quale teme che Myers possa agire nella notte di Halloween in modo insano come ha già fatto in passato. Informa di ciò lo sceriffo locale, il quale però non sembra dargli molto ascolto.

Quella sera, Laurie ed Annie vanno a fare le babysitter da due bambini: Anna a Lindsey Wallace mentre Laurie deve farla a Tommy Doyle.

Durante la sera Myers spia Annie attraverso la finestra della casa dei Wallace. Più tardi quella notte, Annie riceve una chiamata dal suo fidanzato Paul, il quale vuole passare la serata con lei. Annie porta Lindsey dall'altro lato della strada e la affida a Laurie e poi va alla sua auto trovandola stranamente aperta. Annie entra in auto e viene strangolata da Myers, che poi la finisce tagliandole la gola. Tommy vede Michael portare il corpo di Annie dentro casa e pensa che si tratti dell'Ombra della strega. Laurie lo tranquillizza e lo manda a letto.

Lynda giunge alla casa dei Wallace insieme al fidanzato Bob Simms. Approffittando che la casa è vuota i due salgono in una camera di sopra e fanno sesso. Subito dopo Bob scende in cucina per prendersi una birra e qui viene attaccato ed ucciso da Myers. Salito in camera da letto, Michael strangola Lynda con la corda del telefono mentre questa stava telefonando a Laurie.

Laurie, preoccupata per l'interrompersi della telefonata, esce e si reca alla casa dei Wallace per indagare. Qui scopre i cadaveri di Annie, Lynda e Bob e la lapide di Judith Myers, che era stata trafugata dal cimitero. Mentre Laurie, innorridita, sta andandosene via, Myers la aggredisce ferendola con il coltello.

Laurie cade dalle scale e fugge dalla casa facendo ritorno in casa dei Doyle. Michael riesce ad entrare nella casa, ma Laurie gli conficca un ferro da maglia nel collo.

Laurie corre quindi di sopra per controllare che i bambini stiano bene, ma Michael è sopravvissuto e l'ha seguita. Laurie si chiude dentro un armadio e quando Michael riesce ad aprirne la porta, lei lo colpisce con una gruccia e poi col coltello che egli stesso ha perduto nella colluttazione.

Uscita dall'armadio, Laurie dice ai bambini di scappare e di andare a chiamare la polizia. Il dottor Loomis vede i due bambini fuggire terrorizzati dalla casa e, intuito che Michael è al suo interno, decide di entrarvi. Nel frattempo Myers si rialza ed attacca Laurie intenzionato ad ucciderla. Fortunatamente per lei Loomis arriva in tempo e spara sei colpi a Michael, che cade dal balcone e rimane a terra apparentemente morto.

Laurie chiede al dottor Loomis «Era l'ombra della strega?» e l'uomo, che non sa cosa risponderle, si limita a dirle «Credo proprio di sì... era lui». Affacciatosi al balcone per aver conferma della morte di Michael, il dottor Loomis scopre che il suo corpo è scomparso.

Cast[modifica | modifica sorgente]

Il cast di Halloween è molto vario e comprende attori esperti come Donald Pleasence e sconosciuti come l'attrice Jamie Lee Curtis. Il basso budget limitò l'interessamento di nomi famosi e Carpenter si dovette arrangiare, difatti gran parte degli attori ricevette piccoli compensi per il ruolo interpretato. Pleasence fu il più pagato con 20.000 dollari; la Curtis ricevette 8.000$; e Nick Castle solamente 25$ al giorno.[1]

Per il ruolo del dottor Loomis, John Carpenter e Debra Hill volevano Christopher Lee, ma lui rifiutò. La parte venne allora proposta a Peter Cushing, che rifiutò anche lui.[2] Allora la parte venne data all'attore Donald Pleasence.

Poco dopo aver accettato la parte, Donald Pleasence disse al regista: «Non capisco il copione e non mi piace. L'unica ragione per cui ho accettato è perché il tuo primo film è piaciuto molto a mia figlia».[3]

Durante un'intervista, Carpenter ammise che «Jamie Lee non era la prima scelta per la parte di Laurie. Non avevo idea di chi fosse. Aveva 19 anni e all'epoca era in uno show televisivo, ma io non guardavo la TV». La sua prima scelta era Anne Lockhart, la figlia di June Lockhart. Lockhart, tuttavia, aveva preso impegni in molti film e progetti televisivi.[4] Dopo aver scoperto che la madre di Jamie, Janet Leigh, aveva recitato in Psyco, Debra Hill disse: «Far recitare Jamie Lee sarebbe una grande pubblicità per il film perché sua madre ha recitato in Psyco».[5] Halloween fu il film del debutto per Jamie Lee Curtis e la formò nella sua carriera come «reginetta dell'urlo», e attrice di successo nel genere horror.

Un'altra attrice relativamente sconosciuta, Nancy Kyes (che nei crediti viene citata come Nancy Loomis), recitò la parte di Annie Brackett, amica intima di Laurie, e figlia dello sceriffo di Hanndonfiled. Kyes, prima di Halloween, recitò in Distretto 13.[6] Carpenter scelse P.J. Soles affinché recitasse Lynda van der Klok, un'altra amica di Laurie, conosciuta per il dialogo con un uso coatto della parola «totalmente». Soles è un'attrice abbastanza conosciuta per aver avuto un ruolo secondario in Carrie - Lo sguardo di Satana (1976) e una parte minore in The Boy in the Plastic Bubble (1976). Secondo una fonte «Carpenter la raffigurò come una ragazza, catturata dall'aura di un'inconscia adolescente degli anni settanta».[7]

La parte di The Shape fu interpretata da Nick Castle, che assistette Carpenter quando era all'Università del Sud della California. Dopo aver recitato in Halloween Castle divenne regista; tra i film da lui diretti vi sono The Last Starfighter (1984), Il ragazzo che sapeva volare (1986) e Il maggiore Payne (1995).[8]

Per interpretare il volto di Michael Myers nell'unica breve scena in cui si vede senza maschera, venne ingaggiato un giovane ragazzo biondo che era estraneo al film.

Musica[modifica | modifica sorgente]

Un'altra caratteristica che ha portato al successo del film, è sicuramente la colonna sonora, in particolar modo il tema principale. Essendo il film privo di una colonna sonora sinfonica, la partitura consiste in una melodia di pianoforte, suonata al ritmo di 5/4 e composta dallo stesso John Carpenter. Il critico James Berardinelli definì la partitura «relativamente semplice e non complessa», tuttavia ammise che «La musica di Halloween è unica nella sua qualità».[9] Carpenter dichiarò in un'intervista: «So suonare praticamente qualsiasi tastiera, ma non so né leggere né scrivere una nota».[4] Nei crediti finali del film, Carpenter si autodefinisce «Bowling Green Orchestra» per aver eseguito lo spartito, ma ricevette assistenza dal compositore Dan Wyman, un insegnante di musica all'università di San Josè State.[1][10]

La canzone nella scena in cui Laurie entra nella macchina di Annie e fa posto al bambino Tommy Doyle è senza titolo ed è eseguita da Carpenter e alcuni suoi amici che formarono un gruppo chiamato "The Coupe DeVilles".[1] Un'altra canzone presente nel film è (Don' Fear) The Reaper del gruppo heavy metal Blue Öyster Cult.[11]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora, composta mediante sintetizzatore è opera di John Carpenter, che spesso firma il corpo sonoro dei suoi film. Essa include 13 tracce:

  1. Halloween theme – Main title (2:54)
  2. Laurie’s theme (2:05)
  3. Shape escapes (1:42)
  4. Myers’ house (5:35)
  5. Michael kills Judith (3:11)
  6. Loomis and shape’s car (3:32)
  7. "The Haunted House" (3:33)
  8. The shape lurks (1:35)
  9. Laurie knows (3:01)
  10. Better check the kids (3:27)
  11. The shape stalks (3:08)

Filastrocca[modifica | modifica sorgente]

Il film si apre con una filastrocca che introduce all'atmosfera di Halloween:

« Malocchio e gatti neri, malefici misteri
il grido di un bambino bruciato nel camino
nell'occhio di una strega, il diavolo s'annega
e spunta fuori l'ombra: l'ombra della strega!
La vigilia d'Ognissanti han paura tutti quanti:
è la notte delle streghe!
(Chi non paga presto piange!) »

Questo è il testo della filastrocca in lingua originale (la cui traduzione non corrisponde al testo scelto per il doppiaggio italiano):

(EN)
« Black cats and goblins and broomsticks and ghosts.
Covens of witches with all of their hopes.
You may think they scare me. You're probably right.
Black cats and goblins on Halloween night.
(Trick or treat!) »
(IT)
« Gatti neri e goblin e manici di scopa e fantasmi.
Consessi di streghe con tutte le loro speranze.
Puoi pensare che mi spaventino. Probabilmente hai ragione.
Gatti neri e goblin nella notte di Halloween.
(Dolcetto o scherzetto!) »
(Filastrocca di Halloween)

Nel corso del film è poi possibile udire un'altra filastrocca:

« Cose buone, niente ciancie
voglio ben riempir le guance
Chi non paga presto piange! »

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Girato in soli 20 giorni nella primavera del 1978 e con un budget di 300.000 dollari, il film fruttò oltre 50 milioni di dollari nelle sale e diventò uno dei film indipendenti con più successo nella storia.
  • Inizialmente il film doveva intitolarsi The Babysitter Murders ed essere incentrato sulla figura di una babysitter perseguitata da un serial killer. L'idea di ambientare il film nella notte di Halloween venne al produttore Moustapha Akkad.
  • Molti critici pongono questo film come capofila di una lunga serie del sottogenere "slasher", ispirato al film Psyco (1960) di Alfred Hitchcock. Il film ha ispirato molte scene di film horror a basso costo durante gli anni ottanta e novanta. Tuttavia, poche sono le scene raffiguranti violenza e sangue. Alcuni critici sostengono che Halloween e gli slasher successivi incoraggino il sadismo e la misoginia.[12] Altri sostengono che il film sia una critica sociale alla scarsa moralità dei ragazzi americani durante gli anni settanta, sottolineando il fatto che molte delle vittime di Myers praticano la promiscuità sessuale o abusano di sostanze stupefacenti,[13], mentre l'eroina solitaria è presentata come casta ed innocente (nonostante si veda fumare uno spinello). Pur avendo Carpenter respinto una simile analisi[2][14], tuttavia il presunto parallelo tra la forza morale dei personaggi e la loro probabilità di sopravvivenza fino alla conclusione del film è comunque diventato uno standard nei film slasher.
  • Poco dopo l'uscita di Halloween nei cinema, c'è stata la commercializzazione del romanzo tascabile scritto da Curtis Richards e pubblicato nel 1979 dalla Bantam Books e ristampato nel 1982. Il romanzo affronta aspetti non presenti nel film come le origini della maledizione, dentro l'ospedale Smith Grove.
  • Nel 1983, Halloween fu adattato a videogioco per l'Atari 2600 dalla Wizard Video. Tuttavia nessuno dei protagonisti principali viene direttamente nominato. L'obiettivo del gioco è salvare quanti più bambini possibili da uno sconosciuto killer armato di coltello, il giocatore dovrà infatti vestire i panni di una babysitter adolescente. Il gioco non ebbe molto successo e la grafica era elementare, ma la musica ricorda il tema principale del film.[15][16]
  • I film che i bambini guardano alla tv sono La cosa da un altro mondo e Il pianeta proibito.
  • La maschera di Michael Myers fu realizzata modificando una maschera raffigurante William Shatner nel ruolo del Capitano Kirk.
  • Il nome di Michael Myers è un omaggio a Michael Myers, il distributore del film Distretto 13 - Le brigate della morte diretto da Carpenter.
  • Il personaggio del Dr. Sam Loomis interpretato da Donald Pleasence si chiama esattamente come il fidanzato di Marion Crane, personaggio di Psyco interpretato da Janet Leigh, la madre di Jamie Lee Curtis.
  • Sebbene Michael Myers abbia 21 anni, come è deducibile dalle varie cose dette nel film, nei titoli di coda del film viene scritto che Tony Moran interpreta Michael Myers a 23 anni.
  • In camera di Laurie Strode c'è un poster di James Ensor (1860-1949). Ensor fu un pittore espressionista belga che era solito dipingere figure umane che indossavano maschere grottesche.
  • Tutti gli attori indossano i propri vestiti nel film, perché non c'erano abbastanza soldi per acquistare abiti di scena. Jamie Lee Curtis andò da J.C. Penney a comprare i vestiti «di Laurie»: spese meno di cento dollari.
  • Il costume di Halloween di Tommy è un uniforme dell'Alpha dalla serie TV Spazio: 1999 (1975).
  • La scena iniziale sembra essere un unico piano sequenza in soggettiva ma in verità sono stati compiuti tre tagli (o meglio tre riprese). Il primo quando la maschera viene indossata, il secondo e il terzo dopo che l'omicidio viene compiuto e "l'ombra" (Michael) esce dalla stanza.
  • Dal momento che il film fu girato in primavera, i tecnici dovettero comprare foglie di carta da un decoratore e colorarle con i toni dell'autunno, quindi spargerle in giro per le locations da filmare. Dopo le riprese, per risparmiare i soldi, le foglie venivano raccolte e riutilizzate.
  • In Italia il film uscì nei cinema il 22 giugno 1979.
  • Nel 2006 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[17]
  • In una scena del terzo capitolo della saga Halloween III - Il signore della notte si intravede in televisione il trailer di Halloween, la notte delle streghe.
  • Altre scene del film si possono vedere nei film Dissolvenza in nero (1980), Terrore in sala (1984), Tutto quella notte (1987) , Perché proprio a me? (1990), Scream (1996) e nell'episodio «Un tragico errore» (2005) della serie tv Cold Case.
  • La colonna sonora di questo film, Halloween theme, presente in tutti i film della saga, è stata usata anche nel film Non aprite quella porta: l'inizio.

Sequel, prequel e remake[modifica | modifica sorgente]

Il film ha avuto sette seguiti, dei quali tre originali e quattro apocrifi.

I sequel originali sono il primo e gli ultimi due. Circa i sequel apocrifi va detto che solo tre hanno Michael Myers come protagonista mentre il film Halloween III - Il signore della notte non ha nulla a che fare con gli altri film della serie.

I sette sequel sono:

Nel 2008 è stato girato una sorta di remake-prequel del film, Halloween - The Beginning, che nel 2009 ha avuto un seguito, Halloween II.

Versione televisiva[modifica | modifica sorgente]

I diritti televisivi di Halloween furono venduti alla NBC nel 1980 per 4 milioni di dollari. Dopo un dibattito tra John Carpenter, Debra Hill e la NBC's Standards & Practices sulla censura di alcune scene, Halloween apparì per la prima volta in TV.[5]

Per riempire la fascia oraria di due ore concessagli, Carpenter filmò 12 minuti di materiale aggiuntivo, ad esempio, una scena in cui il Dr. Loomis riesamina la cartella clinica di Myers e parlando al bambino di soli 6 anni gli dice: «Li hai fatti impazzire, non è vero Michael? Ma non me». Un'altra scena extra consiste in Dr. Loomis all'ospedale Smith Grove mentre osserva Michael abbandonato in una cella e vede la parola «sister» (in italiano, sorella) incisa sulla porta. Infine, è stata aggiunta una scena in cui Lynda arriva fino a casa di Laurie per prestarle una camicetta di seta prima che Laurie la lasci perché Annie chiama e le chiede di prestarle la stessa camicetta.

Le nuove scene sono state filmate mentre si girava Halloween II. Una versione estesa del DVD, comprensivo delle scene TV tagliate, è stato rilasciato da Anchor Bay Entertainment, nel 2001, con il nome di Halloween: Extended Edition.

Edizioni Home Video[modifica | modifica sorgente]

Prima edizione in DVD[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione in DVD è stata distribuita dalla Dall'Angelo Pictures e contiene:

  • Film in Italiano 5.1, Inglese 2.0 e sottotitoli italiani
  • 12 scene
  • Backstage
  • Filmografie John Carpenter, Jamie Lee Curtis e Donald Pleasence

Seconda edizione in DVD[modifica | modifica sorgente]

La seconda edizione è uguale (tranne la copertina) alla prima edizione.

Terza edizione in DVD[modifica | modifica sorgente]

La terza edizione in DVD è un'edizione a doppio disco e contiene:

  • DISCO 1= IL FILM - 85 MIN.
  • Film in Italiano 5.1, Inglese 2.0 e sottotitoli italiani
  • 12 scene
  • Backstage
  • Filmografie John Carpenter, Jamie Lee Curtis, Donald Pleasence
  • DISCO 2= EXTRAS - 213 MIN.
  • Documentario special: Halloween - Genesi di un cult
  • Sul set di Halloween - La notte delle streghe venticinque anni dopo
  • Interviste agli attori per il venticinquesimo anniversario di Halloween - La notte delle streghe
  • I fan di Halloween - La notte delle streghe

Quarta edizione in DVD[modifica | modifica sorgente]

La quarta edizione in DVD è uguale alla terza ma con copertina diversa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Behind the Scenes at HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006.
  2. ^ a b Halloween: A Cut Above the Rest, documentary on Divimax 25th Anniversary Edition DVD of Halloween (1978; Troy, Mich.: Anchor Bay, 2003)
  3. ^ Pleasence casting information at HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006.
  4. ^ a b Carpenter interview.
  5. ^ a b Hill, Fangoria interview, quoted at HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006.
  6. ^ Nancy Loomis casting information at HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006.
  7. ^ P. J. Soles casting information at HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006
  8. ^ Nick Castle casting information at HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006.
  9. ^ name="Berardinellireview"
  10. ^ Dan Wyman's faculty website at San José State University; last accessed April 19, 2006. [collegamento interrotto]
  11. ^ Halloween Soundtrack information from HalloweenMovies.com; last accessed April 19, 2006.
  12. ^ Mick Martin and Marsha Porter, Video Movie Guide 1987 (New York: Ballantine Books, 1986), p. 60, ISBN 0-345-33872-3.
  13. ^ Tony Williams, "Trying to Survive on the Darker Side: 1980s Family Horror," in Barry K. Grant, ed., The Dread of Difference: Gender and the Horror Film (Austin: University of Texas Press, 1996), pp. 164 – 165, ISBN 0-292-72794-1.
  14. ^ Carpenter, quoted in Alan Jones, The Rough Guide to Horror Movies (New York: Rough Guides, 2005), p. 102, ISBN 1-84353-521-1.
  15. ^ Review of Halloween video game at X-Entertainment.com; last accessed April 19, 2006.
  16. ^ Gregory D. George, "History of Horror: A Primer of Horror Games for Your Atari" at The Atari Times; last accessed April 19, 2006. Template:Wayback
  17. ^ (EN) Librarian of Congress Adds Home Movie, Silent Films and Hollywood Classics to Film Preservation List, Library of Congress, 27 dicembre 2006. URL consultato il 2 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema