Il signore del male

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il signore del male
Il signore del male.jpg
Donald Pleasence in una scena del film
Titolo originale John Carpenter's
Prince of Darkness
Paese di produzione USA
Anno 1987
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia John Carpenter
Soggetto Martin Quatermass
Sceneggiatura Martin Quatermass
Produttore Larry J. Franco, Shep Gordon
Casa di produzione Universal Studios
Distribuzione (Italia) Dall'Angelo Pictures
Fotografia Gary B. Kibbe
Montaggio Steve Mirkovich
Effetti speciali Kevin Quibell
Musiche John Carpenter, Alan Howarth
Scenografia Daniel A. Lomino
Trucco Frank Carrisosa
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il signore del male (Prince of darkness) è un film horror statunitense del 1987, scritto e diretto da John Carpenter. Esso presenta un cast di attori fedeli a Carpenter come Donald Pleasence e Victor Wong. Il film è il secondo capitolo della cosiddetta "Trilogia dell'Apocalisse" di Carpenter, che include La cosa e Il seme della follia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia è ambientata in una chiesa di Los Angeles. Un prete (Donald Pleasence) invita il professor Howard Birack (Victor Wong) e i suoi studenti a investigare su un misterioso cilindro presente nel sotterraneo di una chiesa abbandonata. Il cilindro contiene un liquido verde costantemente in movimento, che è l'essenza pura del male e che tramite delle apparecchiature installate dal team, dimostra di essere senziente e si esprime attraverso incomprensibili espressioni matematiche. Durante la notte, piccole gocce del liquido verde fuoriescono dal cilindro e occupano parte del soffitto. Una delle studentesse lì presenti viene schizzata dal liquido fuoriuscito e si risveglia poco dopo posseduta e in uno stato catatonico. Nel frattempo due uomini del team, che escono dalla chiesa, vengono barbaramente uccisi da alcuni mendicanti posseduti che circondano le vie di fuga intorno alla chiesa.

In un testo rinvenuto vicino al cilindro, viene spiegato che il liquido è in realtà l'Anticristo, figlio di un Anti-Dio di antimateria intrappolato in un'altra dimensione. Il liquido vorrebbe quindi riportare nella dimensione terrena suo padre, utilizzando i membri della squadra giunta sul posto. La studentessa posseduta infetta alcuni dei suoi colleghi mentre Kelly, che sbattendo contro un macchinario dei sotterranei si era procurata un livido a forma di croce, giace su di un letto e assorbe il restante liquido del cilindro che non ha più il coperchio.

La situazione precipita e il gruppo di superstiti si rinchiude in una stanza. Essi scoprono di aver avuto un sogno ricorrente (che viene mostrato progressivamente durante il film) in cui una voce distorta dice che ciò che si sta vedendo non è un sogno, ma è piuttosto una trasmissione dall'anno 1999 (gli eventi si svolgono alla fine degli anni ottanta) che non può essere trasmessa ad una mente cosciente. Il sogno sembra essere un video granuloso della facciata della chiesa nella quale il film è ambientato. La voce dice che qualcosa deve essere effettuata nel passato perché non si abbia un futuro come quello. Intanto il prete si rifugia in una stanza, adibita a locale caldaia, con un grande specchio mentre un altro studente si chiude in uno sgabuzzino adiacente alla stanza dove ci sono gli altri superstiti. Tuttavia non può uscire poiché due ragazze possedute sorvegliano la sua porta e lì vicino c'è anche Kelly che sta lentamente assorbendo il liquido e mutando il suo aspetto. I superstiti riescono a comunicare con lo studente e decidono di rompere il muro e creare un varco per salvarlo. Alla fine riescono nell'intento, ma nello stesso istante Kelly si risveglia in forma satanica e sfonda la porta. Le due possedute cercano di trascinare lo studente che però viene messo in salvo dai superstiti, i quali gettano dalla finestra le due ormai nemiche. Kelly intanto si dirige verso la stanza dove c'è il prete, nascosto dietro ad una grande caldaia, e si avvicina allo specchio che improvvisamente si illumina e funge da portale dimensionale. Dopo aver inserito la sua mano al suo interno, afferra la mano del padre demoniaco e cerca di tirarlo fuori dalla dimensione oscura. Il prete tenta di fermare Kelly, ma non ci riesce e viene bloccato dalla caldaia mossa dal nemico attraverso telecinesi che lo schiaccia contro un muro senza però ucciderlo. L'unica in grado di fermare Kelly è Catherine (Lisa Blount) che, dopo un ultimo sguardo al suo amato Brian (Jameson Parker), braccato da un posseduto, si getta contro Kelly spingendolo nel portale insieme a suo padre e, sfortunatamente, anche la stessa Danforth finisce all'interno dell'altra dimensione. Il prete si libera dal blocco e lancia un'ascia contro lo specchio, distruggendolo e chiudendo il portale.

Dopo questi eventi, i mendicanti posseduti si disperdono e gli studenti vengono tratti in salvo dalla polizia. Brian, dopo aver fissato lo specchio rotto, va via. Addormentatosi a casa sua, in mente gli torna il sogno che aveva condiviso con gli altri, che ora continua e mostra l'Anticristo con le sembianze di Catherine. Brian si sveglia improvvisamente e trova Catherine con sembianze sataniche accanto a sé. In realtà è ancora un sogno e, una volta svegliatosi completamente, realizza di essere solo. Alzatosi, si avvicina ad uno specchio e avvicina le sue dita ad esso. Il film termina prima che Brian possa toccare lo specchio.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film mostra un cameo di Alice Cooper, che interpreta un vagabondo che uccide uno degli studenti. Proprio di Alice Cooper è il main theme Prince of Darkness, contenuta nell'album Raise Your Fist and Yell.
  • Estratti dal messaggio del sogno possono essere ascoltati sull'Entroducing di DJ Shadow alla fine di Changeling and Stem. Possono essere ascoltati anche all'inizio di "Down in the park" di Marilyn Manson.
  • Campioni sonori tratti dal film possono essere ascoltati in Fragments of Fear dei Delerium
  • Il magazine Fear indisse - dopo l'uscita del film - una gara per chi scrivesse una storia degna di un possibile sequel.
  • La versione televisiva del film aggiunse più scene di Brian che tossisce sul letto.
  • Nel trailer cinematografico, c'è una scena non presente nella pellicola (Brian tocca lo specchio, da cui fuoriesce il titolo del film).
  • Il personaggio interpretato da Lisa Blount si chiama Danforth, come uno dei personaggi principali de "Alle montagne della follia" di H.P. Lovecraft , autore spesso omaggiato da Carpenter.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Dall'Angelo Pictures ha distribuito il DVD in Italia nel 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema