Gran Premio della Malesia 2001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Malesia Gran Premio della Malesia 2001
665º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 2 di 17 del Campionato 2001
Sepang.svg
Data 18 marzo 2001
Circuito Circuito di Sepang
Percorso 5,543 km
Circuito permanente
Distanza 55 giri, 304,865 km
Clima pioggia nella prima parte di gara
Risultati
Pole position Giro più veloce
Germania Michael Schumacher Finlandia Mika Häkkinen
Ferrari in 1'35"220 McLaren - Mercedes in 1'40"962
(nel giro 48)
Podio
1. Germania Michael Schumacher
Ferrari
2. Brasile Rubens Barrichello
Ferrari
3. Regno Unito David Coulthard
McLaren - Mercedes

IL Gran Premio della Malesia 2001 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 18 marzo 2001 sul circuito di Sepang, a Kuala Lumpur. La gara fu vinta da Michael Schumacher su Ferrari, seguito dal compagno di squadra Rubens Barrichello e da David Coulthard su McLaren - Mercedes.

Prove libere[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

I risultati della prima sessione di prove libere di venerdì furono i seguenti:[1]

Pos No Pilota Costruttore Tempo
1 2 Brasile Rubens Barrichello Ferrari 1'39"502
2 1 Germania Michael Schumacher Ferrari 1'40"123
3 12 Italia Jarno Trulli Jordan - Honda 1'40"135

I risultati della seconda sessione di prove libere di venerdì furono i seguenti:[1]

Pos No Pilota Costruttore Tempo
1 12 Italia Jarno Trulli Jordan - Honda 1'38"846
2 1 Germania Michael Schumacher Ferrari 1'38"929
3 2 Brasile Rubens Barrichello Ferrari 1'38"931

I risultati della sessione di prove libere di sabato mattina furono i seguenti:[1]

Pos No Pilota Costruttore Tempo
1 2 Brasile Rubens Barrichello Ferrari 1'36"188
2 5 Germania Ralf Schumacher Williams - BMW 1'36"475
3 3 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 1'36"519

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Come a Melbourne due settimane prima la Ferrari monopolizzò la prima fila dello schieramento, con Michael Schumacher davanti a Barrichello. Ralf Schumacher, alla guida della Williams - BMW, fu l'unico in grado di contrastare la supremazia dei piloti della Ferrari, facendo segnare per due volte la migliore prestazione provvisoria e ottenendo il terzo tempo finale, staccato di quasi tre decimi dal fratello.

La McLaren invece si mostrò piuttosto in difficoltà: Häkkinen risalì al quarto posto nelle fasi finali della sessione, ma il suo tempo risultò oltre otto decimi più lento di quello di Schumacher, mentre Coulthard si piazzò solo ottavo, alle spalle anche di Trulli, Montoya e Villeneuve. Come in Australia la Benetton ottenne risultati deludenti: Fisichella e Button non riuscirono a fare meglio del sedicesimo e del diciassettesimo posto. Bernoldi, che aveva marcato il diciannovesimo tempo, fu retrocesso in fondo alla griglia per via di un'irregolarità tecnica dell'alettone anteriore della sua Arrows, troppo vicino a terra.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Pneumatici Tempo Distacco
1 1 Germania Michael Schumacher Ferrari B 1'35"220
2 2 Brasile Rubens Barrichello Ferrari B 1'35"319 +0"099
3 5 Germania Ralf Schumacher Williams - BMW M 1'35"511 +0"291
4 3 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes B 1'36"040 +0"820
5 12 Italia Jarno Trulli Jordan - Honda B 1'36"180 +0"960
6 6 Colombia Juan Pablo Montoya Williams - BMW M 1'36"218 +0"998
7 10 Canada Jacques Villeneuve BAR - Honda B 1'36"397 +1"177
8 4 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes B 1'36"417 +1"197
9 11 Germania Heinz-Harald Frentzen Jordan - Honda B 1'36"578 +1"358
10 9 Francia Olivier Panis BAR - Honda B 1'36"661 +1"441
11 16 Germania Nick Heidfeld Sauber - Petronas B 1'36"913 +1"693
12 18 Regno Unito Eddie Irvine Jaguar - Cosworth M 1'37"140 +1"920
13 22 Francia Jean Alesi Prost - Acer M 1'37"406 +2"186
14 17 Finlandia Kimi Räikkönen Sauber - Petronas B 1'37"728 +2"508
15 19 Brasile Luciano Burti Jaguar - Cosworth M 1'38"035 +2"815
16 7 Italia Giancarlo Fisichella Benetton - Renault M 1'38"086 +2"866
17 8 Regno Unito Jenson Button Benetton - Renault M 1'38"258 +3"038
18 14 Paesi Bassi Jos Verstappen Arrows - Asiatech B 1'38"509 +3"289
19 23 Argentina Gaston Mazzacane Prost - Acer M 1'39"006 +3"786
20 20 Brasile Tarso Marques Minardi - European M 1'39"714 +4"494
21 21 Spagna Fernando Alonso Minardi - European M 1'40"249 +5"029
22 15 Brasile Enrique Bernoldi Arrows - Asiatech B senza tempo[2]

Warm up[modifica | modifica sorgente]

Il warm up fu disputato con la pista ancora bagnata dopo un violento scroscio di pioggia nelle prime ore della giornata.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

I migliori tempi del warm up furono i seguenti:[1]

Pos No Pilota Costruttore Tempo
1 2 Brasile Rubens Barrichello Ferrari 1'49"763
2 4 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes 1'50"846
3 12 Italia Jarno Trulli Jordan - Honda 1'51"046

Gara[modifica | modifica sorgente]

Al termine del giro di ricognizione Fisichella sbagliò clamorosamente la sua posizione di partenza, posizionandosi nella piazzola che sarebbe stata del suo compagno di squadra Button. Nel tentativo di spostarsi nella posizione corretta il pilota italiano fece spegnere il motore della propria monoposto, provocando l'esposizione della bandiera rossa. La gara fu quindi sospesa e la procedura di partenza ripetuta, con il pilota della Benetton retrocesso all'ultima posizione in griglia.

Al via Michael Schumacher mantenne la testa del gruppo, mentre il fratello Ralf contese a Barrichello la seconda posizione. I due vennero a contatto e il pilota tedesco ebbe la peggio, finendo in testacoda e scivolando al diciottesimo posto. L'incidente creò scompiglio nel gruppo: Trulli si infilò dietro ai due piloti della Ferrari, seguito da Coulthard, Frentzen, Verstappen (che partiva dalla diciottesima posizione), Villeneuve e Häkkinen. Räikkönen si ritirò immediatamente per un guasto alla trasmissione, mentre nel corso del secondo giro Olivier Panis subì la rottura del motore Honda della sua BAR. Durante la tornata successiva Schumacher e Barrichello scivolarono sull'olio lasciato in pista dalla vettura del francese, compiendo entrambi un fuoripista: Trulli passò al comando, seguito da Coulthard, Barrichello, Verstappen e Frentzen, mentre Schumacher si ritrovò in ottava posizione.

Al terzo giro iniziò uno scroscio di pioggia molto violento, che causò parecchi testacoda nel corso della quarta tornata: la direzione gara fece quindi entrare la safety car. Tutti i piloti, ad eccezione di Verstappen e dei due ferraristi, che optarono per le coperture intermedie, montarono gomme da bagnato. Nella confusione che si creò nella corsia dei box, Schumacher dovette star fermo per più di un minuto dietro al compagno di squadra, a sua volta fermo a lungo perché i meccanici non riuscivano a trovare lo pneumatico anteriore destro. La lunghissima sosta costò diverse posizioni ai piloti della Ferrari, che rientrarono in pista in decima e undicesima posizione, ma entrambi riuscirono ad evitare il doppiaggio della safety car, ricongiungendosi quindi al gruppo.

Al decimo giro la vettura di sicurezza rientrò ai box, lasciando Coulthard al comando davanti a Frentzen, Verstappen, Häkkinen e Trulli. Schumacher e Barrichello, favoriti dalla giusta scelta di gomme, cominciarono però subito una spettacolare rimonta, portandosi in testa alla corsa già al sedicesimo passaggio e guadagnando rapidamente un gran vantaggio sugli inseguitori. Coulthard mantenne la terza posizione, mentre Frentzen ebbe la meglio su Ralf Schumacher, Häkkinen e Verstappen, che tagliarono il traguardo nell'ordine, per il quarto posto.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Pneumatici Giri Tempo/Ritiro e posizione al ritiro Partenza Punti
1 1 Germania Michael Schumacher Ferrari B 55 1h47'34"801 1 10
2 2 Brasile Rubens Barrichello Ferrari B 55 +23"660 2 6
3 4 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes B 55 +28"555 8 4
4 11 Germania Heinz-Harald Frentzen Jordan - Honda B 55 +46"543 9 3
5 5 Germania Ralf Schumacher Williams - BMW M 55 +48"233 3 2
6 3 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes B 55 +48"606 4 1
7 14 Paesi Bassi Jos Verstappen Arrows - Asiatech B 55 +1'21"560 18
8 12 Italia Jarno Trulli Jordan - Honda B 54 + 1 giro 5
9 22 Francia Jean Alesi Prost - Acer M 54 + 1 giro 13
10 19 Brasile Luciano Burti Jaguar - Cosworth M 54 + 1 giro 15
11 8 Regno Unito Jenson Button Benetton - Renault M 53 + 2 giri 17
12 23 Argentina Gaston Mazzacane Prost - Acer M 53 + 2 giri 19
13 21 Spagna Fernando Alonso Minardi - European M 52 + 3 giri 21
14 20 Brasile Tarso Marques Minardi - European M 51 + 4 giri 20
Ritirato 7 Italia Giancarlo Fisichella Benetton - Renault M 31 Pressione benzina (9°) 16
Ritirato 10 Canada Jacques Villeneuve BAR - Honda B 3 Uscita di pista (6°) 7
Ritirato 16 Germania Nick Heidfeld Sauber - Petronas B 3 Uscita di pista (9°) 11
Ritirato 15 Brasile Enrique Bernoldi Arrows - Asiatech B 3 Uscita di pista (11°) 22
Ritirato 6 Colombia Juan Pablo Montoya Williams - BMW M 3 Uscita di pista (17°) 6
Ritirato 18 Regno Unito Eddie Irvine Jaguar - Cosworth M 3 Uscita di pista (19°) 12
Ritirato 9 Francia Olivier Panis BAR - Honda B 1 Motore (10°) 10
Ritirato 17 Finlandia Kimi Räikkönen Sauber - Petronas B 0 Trasmissione 14

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Team Punti
1 Italia Ferrari 30
2 Regno Unito McLaren - Mercedes 11
3 Irlanda Jordan - Honda 5
4 Svizzera Sauber - Petronas 4
5 Regno Unito Williams - BMW 2

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Tutti i dati statistici provengono da Autosprint n.12/2001

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2001
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Brazil.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Japan.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2000
Gran Premio della Malesia
Edizione successiva:
2002

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d «tutti i tempi delle prove», Autosprint n. 12 (20-26 marzo 2001), pag.40
  2. ^ Bernoldi fu penalizzato in qualifica con la cancellazione dei tempi ottenuti (sarebbe stato diciannovesimo con il tempo di 1'38"708) perché sulla sua vettura l'alettone anteriore era troppo basso rispetto al suolo
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1