Acer (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Acer Inc.
Logo
Stato Taiwan Taiwan
Borse valori
Fondazione 1976 a Taipei
Fondata da Stan Shih
Sede principale Taipei
Filiali
Persone chiave
Settore
Prodotti [1]
Fatturato Green Arrow Up.svg17,9 miliardi $ (2009)
Utile netto Green Arrow Up.svg384 milioni $ (2009)
Dipendenti 6.600 (2010)
Sito web www.acer.com

Acer (in cinese 宏碁股份有限公司) (la cui radice latina significa "energico e aggressivo") è un'azienda con sede a Taipei in Taiwan che, nel corso dell'anno 2009, è diventata il secondo produttore di personal computer nel mondo grazie ai prezzi estremamente competitivi dei suoi prodotti. Ha quote di mercato significative soprattutto nell'area "EMEA" (Europa, Medio Oriente e Africa). In Italia è il marchio con la maggiore quota di mercato per quanto riguarda i computer portatili[2]. I prodotti di Acer, oltre a computer desktop e portatili, includono monitor LCD, televisori a schermo piatto HD ready e altri prodotti di elettronica.

Acer è stato il primo produttore a commercializzare un Tablet PC, il modello TravelMate C100.

È nota anche per la partnership con Ferrari (della quale è sponsor ufficiale), da cui deriva una linea di computer portatili "Acer Ferrari" caratterizzati dal colore rosso Ferrari e dall'uso della fibra di carbonio.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Acer TravelMate 8004
Un Acer Aspire One D250

L'azienda è stata fondata nel 1976 con nome Multitech ed era focalizzata principalmente sulla progettazione industriale e sulla formazione di ingegneri che avrebbero contribuito al decollo tecnologico di Taiwan. Agli inizi degli anni ottanta all'apparire dei primi personal computer, i pochi prodotti disponibili erano costosi e ingombranti; eppure il mercato era maturo per uno strumento, un computer affidabile, che fosse nelle premesse e nelle aspettative davvero "personale". L'evoluzione della tecnologia dei circuiti integrati portò alla creazione di componenti sempre più piccoli e leggeri, preludio di formati decisamente più compatti. È in questo periodo il lancio del Multitech Micro-Professor, un micro-computer di dimensioni simili a quelle di un dizionario e dal costo inferiore ai 100 dollari di allora. Micro-Professor divenne immediatamente un best seller, permettendo a Multitech di sviluppare il primo computer IBM-compatible e di gettare le fondamenta del suo futuro sviluppo.

Nel 1987 l'azienda diventa Acer e negli anni novanta inizia ad affermarsi solidamente prima in Asia e poi negli Stati Uniti. Nel 2002 è nata Acer EMEA che ha portato l'azienda in Europa, in Medioriente e poi in Sudafrica.

Oggi l'azienda detiene la leadership nei portatili in Europa occidentale e nel Mediterraneo, è prima nei PC nell'area EMEA e prima nel Mondo per le vendite di personal computer, a partire dal secondo trimestre del 2009.

Nell'agosto del 2007 ha acquistato la società statunitense Gateway scalzando Lenovo dall'ultimo gradino del podio per vendite di PC; nel gennaio 2008 acquistò anche Packard Bell, che era entrata nelle mire di Lenovo.

Nel luglio 2008 ha lanciato l'Acer Aspire One, un netbook che ha riscosso un grande successo in Italia, concorrente dell'Eee PC di Asus e dell'MSI Wind.

Nel 2009 inoltre la società taiwanese ha acquistato le aziende E-TEN ed E-Machines e ha acquisito il 29,9% di Olidata.

Il 31 marzo 2011 Gianfranco Lanci ha rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato, prontamente accettate dal CdA dell'azienda con alla base della scelta una divergenza di vedute.[3]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2007 Acer è stata oggetto di azioni legali, in particolare da parte del suo rivale Hewlett Packard. Secondo la denuncia di HP, Acer ha violato i suoi brevetti relativi a sistemi di variazione della frequenza operativa, del consumo energetico e dei drive ottici. In seguito HP ha aggiunto alla lista altri brevetti violati, quali, tecnologie di risparmio energetico, gestione della temperatura, del flusso dati e miglioramenti per la visualizzazione di immagini.
  • Anche Acer dal canto suo ha presentato una causa contro HP per la violazione di diversi brevetti di proprietà relativi a prodotti per PC, server e periferiche, tecnologie di trasmissioni dati wireless e DVD-ROM.[4]

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Produttori di personal computer (in ordine di vendite)[5]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I prodotti Acer, sito ufficiale Italia
  2. ^ Da Il Sole 24 ORE, i numeri del mercato europeo di PC
  3. ^ [Da Il Sole 24 ORE, Gianfranco Lanci lascia Acer]
  4. ^ Attacchi legali tra Acer e HP
  5. ^ Dati riferiti al primo trimestre 2011. Fonte: Gartner

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]