Olidata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olidata Spa
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori Borsa Italiana: OLI
Fondazione 1982 a Cesena
Sede principale Pievesestina di Cesena (FC)
Persone chiave
Settore
Prodotti
Fatturato Green Arrow Up.svg 53,3 mln (2012)
Utile netto Green Arrow Up.svg 3,1 mln (2012)
Sito web www.olidata.com

La Olidata è un'azienda italiana fondata a Cesena nel 1982 ad opera di Carlo Rossi e Adolfo Savini come società a responsabilità limitata Olidata s.r.l., specializzata nella realizzazione di software. Tra i software realizzati da Olidata s.r.l c'è il PICAM (Procedure Integrate Contabili Amministrative), software contabile-amministrativo ceduto alla Olivetti. L’assistenza del software a tale programma veniva sempre gestita da Olidata.

L'Olidata ha particolarmente curato il profilo estetico dei propri prodotti ed inizialmente si distingueva da altri marchi grazie al colore grigio argenteo dei suoi personal computer, anche se gli ultimissimi modelli di personal computer e monitor marchiati Olidata sono prevalentemente neri. Dal tradizionale settore informatico l'azienda è entrata di recente anche nella produzione di televisori a cristalli liquidi.

Il 29,9 % della società è stato acquistato da Acer Europe nel 2009.[1]

Tappe storiche[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1983-1984 inizia l'attività di commercializzazione di PC Olivetti introducendo anche alcune innovazioni e personalizzazioni.
  • Nel 1986 viene costituita l'attuale Olidata S.p.A.
  • Nel 1987 inizia la propria attività nel settore hardware, avviando la produzione e commercializzazione di computer a proprio marchio e la commercializzazione di componenti e parti di computer.
  • Nel 1995 la società inaugura il nuovo stabilimento a Pievesestina di Cesena (FO).
  • Nel 1996 Olidata effettua un'importante operazione di marketing, inizia l’attività di esportazione in Cile ed in Portogallo.
  • Nel 1997 Olidata inizia ad operare nel mercato consumer.
  • Nel 1998 inizia a operare con la pubblica amministrazione.
  • Dal 1999 è quotata alla borsa di Milano ed esporta i propri prodotti anche sul mercato europeo.
  • Nel 2000 la società realizza un progetto per il Ministero delle Finanze.
  • Nel 2002 Olidata entra nel mercato francese.
  • Nel 2003 Inizia il processo per reati fiscali attribuiti a Carlo Rossi, emersi nel corso dell'indagine condotta dalla Guardia di Finanza.
  • Nel 2004 Olidata entra nel mercato tedesco.
  • Nel luglio 2005 per motivi di carattere personale l'ingegnere Adolfo Savini si è dimesso dalla carica di presidente dell'Olidata S.p.A. e da componente del consiglio di amministrazione. Antonio Masenza già amministratore delegato di Olidata S.p.A. è stato nominato come nuovo presidente della società dal consiglio di amministrazione.
  • Nel 2005 Olidata S.p.A. diventa fornitore ufficiale della Nazionale italiana di calcio.
  • Nel maggio 2006 scompare Carlo Rossi.
  • Nel 2006 Olidata, una roba esagerata!, pubblicità televisiva con Paolo Cevoli
  • Nel 2007 Olidata entra nel mercato uruguaiano, prepara il lancio del prodotto Trojan Horse.
  • Nel 2008 nel mese di aprile Olidata comunica la produzione del JumPc (concorrente dell'Asus EeePC) e di un ultraportatile da 13,3 pollici uno dei più sottili portatili al mondo, più sottile del MacBook Air di Apple.
  • Nel 2008 nel mese luglio, Olidata si appresta ad aprire una procedura di mobilità per circa 60 dipendenti della propria sede produttiva di Pievesestina di Cesena. L'obiettivo del gruppo è quello di ridurre i costi operativi di circa 1,5-2 milioni di euro all'anno a partire dal 2009.
  • Nell'agosto 2009 il 29,9% di Olidata è stato acquisito da Acer.[2]
  • Nel dicembre 2010 il Consiglio di Amministrazione, in seguito alle dimissioni del dott. Antonio Masenza, nomina nuovo Presidente di Olidata l'ing. Marco Sangiorgi, già componente del CDA e Direttore Generale della Società.

Crisi economica[modifica | modifica sorgente]

La crisi del PC di questi ultimi anni ha colpito pesantemente Olidata. L'azienda, infatti, avente nel 2006 un fatturato pari a 134,2 milioni di ed un utile netto di 28,0 milioni di , ha visto calare il suo fatturato dal 2007 al 2011, quando il fatturato fu solo di 37,7 milioni ed il suo utile netto di -1,9 milioni ed i suoi debiti erano 29,3 milioni, pari al 77,72% del fatturato. nel 2012 l'azienda sembra riprendersi ed il fatturato arriva a 53,3 milioni (+41,38%), il suo utile netto 3,1 milioni (+5,0 milioni) ed i suoi debiti scendono fino a quota 26,1 milioni, ovvero il 48,975 del fatturato[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pino Fondati, Da Olidata la nuova versione del gestionale Picam in Il Sole 24 ORE, 17 settembre 2009. URL consultato il 22 settembre 2009.
  2. ^ Comunicato Stampa: Acer Europe BV completa l'acquisizione del 29,9%, Olidata.com, 7 agosto 2009.
  3. ^ Olidata: risultati inferiori alle previsioni, ma ritorno all'utile dopo cinque esercizi - LaStampa.it

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]