Gaggia (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaggia
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1947 a Robecco sul Naviglio (MI)
Fondata da Giovanni Achille Gaggia
Sito web www.gaggia.it

Gaggia è un'azienda italiana produttrice di piccoli elettrodomestici, in particolare quelli per la preparazione del caffè.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Modello « Classica » - 1948.

L'impresa fu fondata nel 1947 a Robecco sul Naviglio (MI) come Gaggia S.p.A. dal sig. Giovanni Achille Gaggia (1895 - 1961), un barista milanese, che nel 1938 presentò un brevetto di un primo modello di macchina da caffè. Nel 1948, la ditta realizzò la prima macchina da caffè con il funzionamento a leva.

Inizialmente le macchine da caffè prodotte da Gaggia furono esclusivamente per uso professionale, ma grazie ai grossi successi che riscontrò negli anni successivi, che videro l'azienda lombarda divenire leader del settore in Europa, nel 1977 decise di ampliare la produzione anche alle macchine da caffè per uso domestico. Nel 1989 l'azienda, che realizzò un fatturato di oltre 56 miliardi di lire, cambiò proprietà, infatti la famiglia Gaggia la cedette a Gerhard Andlingler, un uomo d'affari austro-statunitense[1].

Nel 1999 avvenne un altro passaggio di proprietà, Gaggia infatti venne ceduta alla Saeco, che ne rilevò il 60% del capitale.

Nel 2007, l'azienda milanese è in crisi a causa di un calo delle vendite, con il rischio di chiudere lo storico stabilimento di Robecco e spostare la produzione in Romania e a Gaggio Montano[2]. Ma due anni dopo, Gaggia segue le sorti della sua controllante Saeco, che viene rilevata dalla multinazionale olandese Philips.

Nel 2008, Gaggia ha avviato una collaborazione con la famosa azienda produttricè di caffè Illy, per la quale ha realizzato la macchina da caffè modello Iperespresso[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "SALAME E CAFFE' PER ANDLINGER", articolo di Repubblica del 26 gennaio 1990
  2. ^ "La moka in pensione, Gaggia in crisi", articolo di Repubblica del 22 marzo 2007
  3. ^ "Caffè Nestlé attenta: c' è la carica degli italiani", articolo del Corriere della Sera del 15 marzo 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi