Dodecaedro simo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dodecaedro simo
Dodecaedro simo
(Animazione)
Dodecaedro simo
(Animazione)
Tipo Solido archimedeo
Forma facce Triangoli e pentagoni
Nº facce 92
Nº spigoli 150
Nº vertici 60
Valenze vertici 5
Duale Esacontaedro pentagonale
Proprietà chirale

In geometria solida il dodecaedro simo (che significa: dodecaedro a cui sono stati smussati alcuni vertici) o dodecaedro camuso è uno dei tredici poliedri archimedei.

Ha 92 facce, 12 delle quali sono pentagoni regolari e le altre 80 sono triangoli equilateri. Si tratta di un poliedro chirale: non è equivalente alla sua immagine riflessa, e si presenta quindi in due forme distinte.

Legami con il dodecaedro[modifica | modifica sorgente]

Il dodecaedro simo può essere ottenuto dal dodecaedro espandendo le 12 facce pentagonali e quindi ruotando leggermente i pentagoni in modo che lo spazio tra questi possa essere riempito da corone di triangoli equilateri.

Dodecahedron.png
Dodecaedro
Small rhombicosidodecahedron.png
Dodecaedro espanso
Snub dodecahedron ccw.png
Dodecaedro simo
I due modelli speculari del poliedro

Chiralità[modifica | modifica sorgente]

Il dodecaedro simo è un poliedro chirale: differisce sostanzialmente dalla sua immagine riflessa. Per questo motivo esistono due versioni del dodecaedro simo, dette destrogira e levogira. Dei tredici solidi archimedei, l'unico altro solido chirale è il cubo simo.

Uno sviluppo del dodecaedro simo

Dualità[modifica | modifica sorgente]

Il poliedro duale del dodecaedro simo è l'esacontaedro pentagonale. Anch'esso è un poliedro chirale.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • H. M. Cundy & A. P. Rollett, I modelli matematici, Milano, Feltrinelli, 1974.
  • Maria Dedò, Forme, simmetria e topologia, Bologna, Decibel & Zanichelli, 1999, ISBN 88-08-09615-7.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica