Faccia (geometria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il cubo ha 6 facce quadrate: tre di queste sono adiacenti ad ogni vertice.

In geometria, una faccia di un poliedro è uno dei poligoni che compongono il suo bordo o più semplicemente i poligoni che delimitano il poliedro. Ad esempio, il cubo ha sei facce: queste sono i sei quadrati che compongono il suo bordo.

Assieme ai vertici e agli spigoli, le facce sono una componente fondamentale di un poliedro: il suffisso -edro è infatti derivato dal greco hedra che vuol dire proprio faccia.

Relazione di Eulero[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di facce, spigoli e vertici di un poliedro convesso formano tre quantità F, S e V che sono in relazione tramite la formula di Eulero

V-S+F = 2.

Ad esempio, il cubo ha 8 vertici, 12 spigoli e 6 facce. Infatti 8-12+6 = 2.

Generalizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il concetto di faccia può essere esteso ad un politopo di dimensione arbitraria n. Un qualsiasi politopo di dimensione inferiore k<n che compone il bordo è una faccia: si tratta di una faccia k-dimensionale. In questa ottica, vertici e spigoli sono rispettivamente le facce 0-dimensionali e 1-dimensionali.

Se il politopo è convesso, le facce sono esattamente le intersezioni del politopo con gli iperpiani che intersecano il politopo solo nel suo bordo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica