Contee dell'Estonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Estonia

Questa voce è parte della serie:
Politica dell'Estonia








Altri stati · Atlante
Le contee dell'Estonia

Le contee (in estone: Maakond) sono la più ampia suddivisione amministrativa dell'Estonia, livello intermedio tra lo Stato e i comuni.

Il Paese è diviso in 15 contee. Il governo di ciascuna contea (in estone: Maakonnavalitsus) è guidato dal Governatore della contea (Maavanem), che rappresenta il governo nazionale a livello locale. È nominato dal Governo estone per un periodo di cinque anni.

Elenco delle contee[modifica | modifica wikitesto]

Ogni contea è a sua volta suddivisa in comuni che sono di due tipi: comuni urbani o città (in estone: linn) e comuni rurali (vald).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli attuali confini delle contee sono stati determinati provvisoriamente il 1º gennaio 1990. Resta esclusa la Contea di Petseri, a sud-est del paese, formalmente secondo la Costituzione Nazionale estone appartenente al territorio, ma di fatto ancora occupata dalla RSS Russa, e parte dell'Oblast' di Pskov.[1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ art.2 testo Costituzione dell'Estonia
Estonia Portale Estonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Estonia