Billy Sherwood

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Billy Sherwood, nome completo William Wyman Sherwood (Las Vegas, 14 marzo 1965), è un bassista e cantante statunitense.

È un musicista, produttore discografico, e tecnico del suono. È noto, tra l'altro, per aver collaborato, a più riprese e con diversi ruoli, con lo storico gruppo progressive Yes negli anni novanta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sherwood crebbe in una famiglia di musicisti: suo padre Bobby era un direttore di orchestra jazz, sua madre Phyllis una cantante e batterista, e suo fratello Michael pianista, tastierista e cantante.

La carriera musicale di Sherwood iniziò con la band chiamata Lodgic, fondata col fratello Michael a Las Vegas. Billy era bassista e cantante, Michael tastierista e cantante. Nella band suonavano anche Guy Allison (tastiere), Jimmy Haun (chitarra) e Gary Starns (batteria). Nel 1980 si trasferirono a Los Angeles, e nel 1986 riuscirono a pubblicare il loro album di debutto, Nomadic Sands. In questo lavoro, Billy dimostrò le proprie doti non solo come musicista, ma anche come ingegnere del suono, tecnico del mixaggio, e produttore.

Quando i Lodgic si sciolsero, Sherwood fondò un nuovo gruppo con Guy Allison, i World Trade, per il quale reclutarono anche il chitarrista Bruce Gowdy e il batterista Mark T. Williams. L'album di debutto omonimo fu pubblicato nel 1989, e di nuovo Sherwood ne fu anche tecnico del suono e del mixaggio e produttore, oltre che bassista e cantante.

In quel periodo, piuttosto casualmente, Sherwood e Gowdy furono invitati a suonare con Chris Squire, Alan White e Tony Kaye degli Yes. Il cantante Jon Anderson e il chitarrista Trevor Rabin erano in procinto di lasciare il gruppo, e per Sherwood e Gowdy si profilò l'opportunità di sostituirli. Fu registrata qualche demo, ma il progetto, in questi termini, non fu mai realizzato; Anderson e Rabin, tra l'altro, non abbandonarono. Come Trevor Horn prima di lui, Sherwood non era molto attratto dalla prospettiva di sostituire Anderson come front-man del gruppo; tuttavia, Sherwood divenne buon amico di Squire, con cui diede vita a un progetto inizialmente chiamato Chris Squire Experiment, da cui sarebbe derivato, qualche anno dopo, il gruppo Conspiracy. Alcuni brani scritti con Squire furono pubblicati nel 1991 sull'album degli Yes Union; per quelle tracce, Sherwood fu anche produttore e tecnico del suono.

All'inizio degli anni novanta, Sherwood si dedicò a un nuovo progetto chiamato The Key, insieme al chitarrista Marty Walsh e al batterista Hugh Meign. Il progetto avrebbe portato alla pubblicazione di un album nel 1997.

Sempre in quel periodo, Sherwood collaborò come produttore e ingegnere con artisti come Motörhead, Dangerous Toys e Paul Rodgers (ex Bad Company); suonò il basso sull'album Kingdom of Desire dei Toto, e curò la realizzazione di alcuni tribute album, tra cui Jeffology (tributo a Jeff Beck).

Nel 1994-1995, durante il tour dell'album Talk, Sherwood tornò a suonare con gli Yes, questa volta come musicista aggiuntivo (alla chitarre e alle tastiere) per le esibizioni dal vivo.

Nel 1995 Sherwood realizzò l'album Euphoria con il suo vecchio gruppo World Trade (nel frattempo Jay Schellen aveva sostituito Williams alla batteria). Sempre alla metà degli anni novanta fu coinvolto in numerosi progetti di altri artisti, e nella realizzazione di altri tribute album, in particolare Dragon Attack (tributo ai Queen), Salute to AC/DC (tributo agli AC/DC) e Crossfire: A Salute to Stevie Ray (tributo a Stevie Ray Vaughan).

Nel 1996-1997 fu produttore delle tracce in studio degli album degli Yes Keys to Ascension e Keys to Ascension 2. Nei mesi successivi lavorò a un nuovo album dei World Trade, che non vide mai la luce; parte del materiale realizzato, però, apparve in seguito nel suo primo album solista, The Big Peace (1999).

Dopo i due Keys, il tastierista Rick Wakeman abbandonò (per l'ennesima volta nella sua carriera) gli Yes. Questo evento portò Sherwood a diventare per la prima volta membro ufficiale del gruppo per la realizzazione dell'album Open Your Eyes (1997), che conteneva molti brani scritti da Sherwood e Squire negli anni precedenti per il "Chris Squire Experiment". Su Open Your Eyes Sherwood era tastierista e secondo chitarrista (il ruolo di chitarra solista era in quel momento coperto da Steve Howe, che era tornato al suo posto dopo la parentesi degli Yes con Trevor Rabin). Durante il tour dell'album, gli Yes acquisirono un nuovo tastierista (Igor Khoroshev), e Sherwood si limitò alla chitarra e alle seconde voci.

Alla fine del tour, gli Yes tornarono in studio per registrare l'album The Ladder. Nello stesso periodo, Sherwood realizzò anche l'album Conspiracy con Squire e l'album Tangletown col fratello Michael (1999).

Durante il tour di The Ladder fu registrato e filmato un concerto, da cui furono tratti un doppio CD dal vivo e un DVD, entrambi col titolo House of Yes. Alla fine del tour, fu annunciato che Sherwood non era più negli Yes.

Nel 2003, Billy pubblicò un nuovo album con Squire, sotto il nome di Conspiracy: The Unknown.

Nel 2011 ha collaborato come autore all'album di John Wetton "Raised in Captivity".

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Nei Lodgic[modifica | modifica sorgente]

Nei World Trade[modifica | modifica sorgente]

Negli Yes[modifica | modifica sorgente]

Nei The Key[modifica | modifica sorgente]

Solisti[modifica | modifica sorgente]

Con Chris Squire (Conspiracy)[modifica | modifica sorgente]

Altri album[modifica | modifica sorgente]

Tribute album[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 37118751

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo