Going for the One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Going for the One
Artista Yes
Tipo album Studio
Pubblicazione 22 luglio 1977
Durata 38 min : 49 s
Dischi 1
Tracce 5
Genere Rock progressivo
Etichetta Atlantic Records
Produttore Yes
Registrazione inverno 1976 - primavera 1977
Yes - cronologia
Album precedente
Yesterdays
(febbraio 1975)
Album successivo
Tormato
(settembre
(1978))

Going for the One è il decimo album del gruppo progressive inglese Yes.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Going for the One fu pubblicato nel 1977, dopo la lunga pausa dovuta ai lavori solisti realizzati da ciascuno dei membri (vedi Olias of Sunhillow, Fish Out of Water, Ramshackled, The Story of I e Beginnings). L'album vide il ritorno alla tastiere di Rick Wakeman, che nel 1974 aveva abbandonato lasciando il proprio posto a Patrick Moraz.

L'album fu realizzato in Svizzera, a Vevey. Rispetto alle opere precedenti, è caratterizzato da una relativa semplificazione della struttura dei brani, che in Going for the One rientrano quasi tutti nei canoni della "canzone" rock (con la notevole eccezione della suite Awaken). Anche il rientro di Wakeman nel gruppo coincide con un netto cambiamento nella scelta dello stile e dei suoni delle tastiere; ai minimoog e ai mellotron di un tempo si sostituiscono pianoforte e organo (alcune parti di Wakeman furono registrate nella chiesa di San Martino, a Vevey).

Dopo molti album illustrati da Roger Dean, gli Yes (per la prima volta soli produttori dell'album) commissionarono la copertina alla Hipgnosis, lo studio grafico noto, tra l'altro, per aver concepito la celebre copertina di The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd. Hipgnosis realizzò una cover decisamente fuori dalla tradizione degli Yes, incentrata sulle geometrie delle Century Plaza Towers, ma mantenne il "logo classico" progettato da Dean.

Il ritorno degli Yes, all'apice del movimento punk che tanto li disprezzava, ebbe un inatteso successo, e Going for the One raggiunse le vette delle classifiche di vendita sia nel Regno Unito (#1) che negli Stati Uniti (#8). Il singolo Wonderous Stories entrò nelle top ten. L'abbandono di alcuni dei canoni classici del sound del gruppo non diede fastidio neppure ai fan di lunga data: Going for the One viene tuttora considerato da molti come l'ultimo album dell'"era classica" degli Yes.

Il cantante Jon Anderson ha spesso dichiarato di considerare Awaken, primo pezzo Yes dai toni decisamente new age (il titolo allude al "risveglio" in senso mistico/buddhista), il miglior brano di tutta la discografia degli Yes.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Going for the One (Jon Anderson) - 5:32
  2. Turn of the Century (Jon Anderson/Steve Howe/Alan White) - 7:56
  3. Parallels (Chris Squire) - 5:53
  4. Wonderous Stories (Jon Anderson) - 3:49
  5. Awaken (Jon Anderson/Steve Howe) - 15:31

Going for the One è stato rimasterizzato e ripubblicato nel 2003 con l'aggiunta di molte bonus track.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo