Frontiers Records

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frontiers Records
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1996
Fondata da Serafino Perugino
Sede principale Napoli, Italia
Settore Musicale
Prodotti Heavy Metal, Melodic metal, Pop Metal, Hard Rock, AOR
Sito web www.frontiers.it/

La Frontiers Records è un'etichetta discografica specializzata in hard & heavy, pop metal, AOR. Nasce a Napoli nel 1996 per volontà di Serafino Perugino, ed è oggi un riferimento nel mondo nell'ambito di questi generi[senza fonte].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Frontiers nasce a Napoli, nel 1996, su iniziativa di Serafino Perugino[1]. Il nome è stato ispirato dall'album omonimo della rock band californiana Journey. Inizialmente Perugino con la sua etichetta si occupava soltanto della distribuzione in Italia di alcune label specializzate in AOR e hard & heavy. È da allora infatti che etichette come Escape Music o MTM Music sono distribuite in Italia proprio dalla Frontiers[senza fonte]. La svolta più importante è avvenuta nel 1998 quando la ditta si trasformò in una S.r.l. ed iniziò a pubblicare dischi con distribuzione in tutta Europa[senza fonte].

Il primo album pubblicato fu il live dei Ten Never Say Goodbye, uscito proprio nell'aprile '98[1]. Questo fu l'inizio di un periodo nel quale la nuova etichetta riuscì a costruirsi un'ottima reputazione, prima solo in Italia, e poi nel mondo, come riferimento per la musica hard rock/heavy metal.

Ha pubblicato infatti negli anni seguenti album di altri pilastri del genere AOR come Toto, Asia, Styx, Journey, e band hair/pop metal come Winger, Pretty Maids, Dokken, Extreme, Tesla ecc.

Il 19 febbraio 2010 la Frontiers ha annunciato che pubblicherà il nuovo album dei Whitesnake[2]. Nel 2011 pubblica l' album Fly from Here e nel 2014 l' album Heaven & Earth, entrambi degli Yes, mostri sacri del progressive rock.

Artisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b frontiers.it - About Us
  2. ^ [1]
  3. ^ Dokken “BROKEN BONES” OUT IN SEPTEMBER

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal