Giuntini Project

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuntini Project
Paese d'origine Italia Italia
Genere Heavy metal
Hard rock
Periodo di attività 1993-?
Etichetta Frontiers
Album pubblicati 3
Studio 3
Sito web

Il Giuntini Project è un progetto Heavy metal creato e portato avanti dal chitarrista italiano Aldo Giuntini classe 1962 originario di Savona. Noto sostenitore di chitarristi come Vivian Campbell, Jake E.Lee, Yngwie Malmsteen, Akira Takasaki e Michael Schenker, Giuntini alla fine degli anni '80 frequenta il chitarrista dei Crossbones Dario Mollo, e decide di fare un progetto solista.

Il primo capitolo esce nel 1993, si chiamerà Giuntini Project Vol.I. Il disco vede l'inglese Charles Bowyer alla voce e si presenta come un affresco di hard rock ed heavy metal. Il secondo disco esce nel 1999, questa volta Aldo chiamerà a sé l'ex cantante dei Black Sabbath Tony Martin: il disco Giuntini Project Vol.II potrebbe essere riassunto come il disco che doveva uscire dopo Tyr dei Black Sabbath, tant'è che ci sono pezzi veloci, pezzi epici, tentazioni melodiche e chitarre pirotecniche.

Il terzo capitolo della saga, Giuntini Project Vol.III, esce nell'aprile del 2006, vede ancora Tony Martin della partita e comprende composizioni varie che si rifanno all'hard & heavy degli anni ottanta delle big band come Rainbow e Black Sabbath 1987-1991 (tanto che vi è presente anche una cover della classica " Anno Mundi " ).

Equipaggiamento[modifica | modifica sorgente]

Aldo Giuntini suona chitarre Ibanez RG AG1, fabbricate appositamente per lui in Giappone.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1993 - Giuntini Project Vol. I
  • 1999 - Giuntini Project Vol. II
  • 2006 - Giuntini Project Vol. III
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal