Open Your Eyes (Yes)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Open Your Eyes

Artista Yes
Tipo album Studio
Pubblicazione 24 novembre 1997
Durata 1 h : 14 min : 12 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Rock progressivo
Etichetta Eagle Records/Beyond Music
Produttore Yes
Registrazione estate 1997
Yes - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(1998)

Open Your Eyes è un album del gruppo progressive inglese Yes.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Dopo i due album gemelli Keys to Ascension e Keys to Ascension 2 il tastierista Rick Wakeman aveva abbandonato il gruppo; Open Your Eyes segna l'ingresso al suo posto di Billy Sherwood, già coinvolto nei progetti Keys come tecnico del suono e del mixer.

La genesi di Open Your Eyes presenta qualche analogia con quella di 90125. Il materiale dell'album è frutto di una collaborazione fra Chris Squire e Billy Sherwood, e non era destinato ad apparire col nome di "Yes", bensì con quello di "Chris Squire Experiment"; quando il cantante Jon Anderson sentì le demo, però, decise di voler partecipare al progetto, come era accaduto nel 1983 quando aveva ascoltato Owner of a Lonely Heart e gli altri brani che Squire andava preparando con Trevor Rabin. In seguito vennero coinvolti anche il chitarrista Steve Howe e il batterista Alan White, e Open Your Eyes divenne un album degli Yes.

Il risultato non si rivelò molto soddisfacente per i membri della band. Sia Anderson che Howe sostennero, in seguito, che l'album era stato realizzato troppo in fretta e che non avevano potuto contribuire con le proprie idee. Alla data della sua pubblicazione, Open Your Eyes (la cui copertina rimanda abbastanza esplicitamente a quella dell'album di debutto del gruppo, Yes del 1969) fu un flop commerciale e criticato apertamente da gran parte dei fan.

Uno dei brani dell'album, Somehow, Someday è basato su una melodia già apparsa col titolo Boundaries sull'album solista Animation di Jon Anderson (1983) e pubblicata nel 1997 anche col titolo O'er, su un altro album di Anderson, The Promise Ring.

Sebbene non ancora accreditato ufficialmente come membro della band, su alcune tracce di Open Your Eyes suonò il tastierista russo Igor Khoroshev, tastierista ufficiale nel successivo The Ladder (1999).

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti brani sono firmati Anderson, Howe, Sherwood, Squire e White.

  1. New State Of Mind - 6:00
  2. Open Your Eyes - 5:14
  3. Universal Garden - 6:17
  4. No Way We Can Lose - 4:56
  5. Fortune Seller - 5:00
  6. Man In The Moon - 4:41
  7. Wonderlove - 6:06
  8. From The Balcony - 2:43
  9. Love Shine - 4:38
  10. Somehow, Someday - 4:47
  11. The Solution - 23:47
    • La canzone vera e propria dura solo 5:26; dopo due minuti di silenzio, è seguita da 16:21 di suoni naturali con frammenti vocali tratti da tutti i brani dell'album

Open Your Eyes (Eagle EAGCD013) raggiunse la posizione #151 nelle classiche inglesi, e non entrò neppure in classifica negli Stati Uniti.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo