Guthrie Govan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guthrie Govan
Guthrie Govan nel gennaio 2012.
Guthrie Govan nel gennaio 2012.
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Genere Fusion
Rock progressivo
Funk rock
Periodo di attività 1991 – in attività
Strumento Chitarra
Gruppo attuale The Aristocrats
Gruppi precedenti Asia, GPS, The Young Punx The Fellowship
Album pubblicati 6
Sito web

Guthrie Govan (Chelmsford, 27 dicembre 1971) è un chitarrista inglese.

Conosciuto principalmente per il suo lavoro con le band Asia (2001-2006), GPS, The Young Punx e The Fellowship, ha inciso nel 2006 il suo album di debutto da solista, Erotic Cakes. Ha collaborato con la rivista inglese Guitar Techniques ed è vincitore del premio "Guitarist of the Year" istituito dalla rivista Guitarist Magazine.

Biografia e carriera[modifica | modifica sorgente]

Guthrie Govan inizia a suonare la chitarra all'età di tre anni, incoraggiato dal padre. All'età di nove anni suona insieme al fratello nel programma 'Ace Reports' del canale londinese Thames Television[1].

Intorno al 1991, almeno secondo la sua stessa ricostruzione, Guthrie manda dei demo del suo lavoro a Mike Varney della Shrapnel Records. Varney rimane impressionato e gli offre una proposta di lavoro, ma alla fine Govan rifiuta. A questo proposito, ha spiegato recentemente: "Quello che volevo davvero sapere era se fossi stato bravo abbastanza [...] ero un po' diffidente riguardo allo shred movement"[2].

Nel 1993 vince il premio "Guitarist of the Year" della rivista Guitarist Magazine con il suo pezzo strumentale Wonderful Slippery Thing (brano presente nel suo album solista). Il demo della canzone gli valse un posto in finale che si svolse con uno spettacolo dal vivo, che poi vinse. Successivamente, presentò una sua trascrizione di un pezzo di Shawn Lane alla rivista Guitar Techniques, e questo gli permise di avere un posto come collaboratore alla rivista, ponendo fine al periodo di lavoro in un fast food.

Comincia la sua collaborazione con gli Asia partecipando alla registrazione dell'album 'Aura', continuando poi con l'album del 2004, 'Silent Nation'. Nel 2006, il tastierista degli Asia, Geoff Downes, lascia per riformare una precedente formazione degli stessi Asia; Govan e gli altri due membri della band, John Payne e Jay Schellen, crearono quindi i GPS (dalle iniziali dei loro cognomi).

Nel 2011, insieme a Marco Minnemann e Bryan Beller, fonda il gruppo rock fusion The Aristocrats di cui tuttora fa parte.

Influenze e tecnica[modifica | modifica sorgente]

Le prime influenze musicali per Govan furono Jimi Hendrix e l'Eric Clapton dell'era Cream; si descrive come uno da un ‘blues rock background’. Nonostante sia diffidente rispetto alla tecnica chitarristica dello 'shred'tipica degli anni '80, Guthrie cita l'immaginazione di Steve Vai (così come Frank Zappa) e la passione di Yngwie Malmsteen come sue influenze. Elementi jazz e fusion sono inoltre una parte importante del suo stile.

È dotato di una tecnica eccellente, sofisticata e ricca di buon gusto. Perfetta fusione di jazz, rock progressive e blues. Fa parte della nuova ondata di shredder cui viene presa come punto di riferimento da scuole, accademie e college musicali. I suoi metodi e la sua incredibile tecnica vengono studiati ed analizzati fin nei minimi particolari, così come le sue tecniche d'improvvisazione stupiscono ogni qual volta esegue un brano conosciuto, andando a improvvisarne ogni volta i solos.

È la naturale prosecuzione, assieme a Howe, Timmons, Kotzen e altri virtuosi, della vecchia scuola di chitarrismo (in ambito rock e rock/fusion) dominata nella generazione precedente da Holdsworth, Gambale, Vai, Satriani, Malmsteen.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Creative Guitar Volume 1: Cutting Edge Techniques.
  • Creative Guitar Volume 2: Advanced Techniques.[non chiaro]

Equipaggiamento[modifica | modifica sorgente]

Govan usa principalmente chitarre Suhr: la Guthrie Govan Signature Model, tre custom standars, un modello a 24 tasti. Govan utilizza anche amplificatori Cornford: nelle note di copertina di Erotic Cakes dichiara di aver usato un RK100, un MK50 e un Hellcat. Negli ultimi tour italiani ed europei del 2010 e 2011 ha usato amplificatori Brunetti (CustomWork Mercury 50), con cui ha registrato anche l'ultimo CD/DVD live durante lo show al Lapsus di Torino (8 dicembre 2011).

Nel mese di ottobre (2012) viene ufficialmente reclutato dal brand chitarristico Charvel.

Il 17 dicembre 2011 durante il breve soggiorno a Roma, è stata rubata[3] parte della strumentazione della band. 2 testate Brunetti Mercury 50w, Il basso Warwick Streamer (1989) del fratello Seth Govan, registrazioni ancora non editate dello show al Lapsus di Torino e altro ancora[4].

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

  • 2006 - Erotic Cakes

Con gli Asia[modifica | modifica sorgente]

Con i GPS[modifica | modifica sorgente]

  • 2006 - Window To The Soul

Con i Docker's Guild[modifica | modifica sorgente]

  • 2012 - The Mystic Technocracy - Season 1: The Age of Ignorance

Con i The Aristocrats[modifica | modifica sorgente]

  • 2011 - The Aristocrats
  • 2012 - Boing, We'll Do It Live!
  • 2013 - Culture Clash

Con Steven Wilson[modifica | modifica sorgente]

  • 2013 - The Raven That Refused To Sing (And Other Stories)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Edwards, Owen, Intervista a Guthrie Govan : The Virtuoso's Virtuoso, All Out Guitar, 30 agosto 2006 http://www.alloutguitar.com/interview/artists_and_bands/guthrie_govan_interview_-_the_virtuoso%2526%2523039%3Bs_virtuoso?page=0%2C1
  2. ^ Neville Martin, 'Guthrie Govan: Artist Interview', Guitar Techniques, novembre 2006, p14-15
  3. ^ Articolo su Accordo.it con i dettagli del furto in italiano. http://chitarre.accordo.it/articles/2011/12/60346/guthrie-govan-derubato-a-roma.html
  4. ^ Articolo Su MusicRadar con i dettagli del furto (Numeri di serie delle testate ed informazioni utili). http://www.musicradar.com/totalguitar/guthrie-govans-gear-stolen-in-rome-520455

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie