Anna di Kiev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anna di Kiev
Affresco della Cattedrale di Santa Sofia, raffigurante le figlie di Jaroslav I il Saggio; Anna è certamente la più giovane.

Anna di Kiev o Anna Jaroslavna o Anna di Rus' di Kiev[1] (1024/1032settembre 1075) figlia di Jaroslav I, fu moglie di Re Enrico I.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo la morte della prima moglie, Matilde, Enrico aveva ricercato nelle corti europee una sposa degna del suo rango, ma non riuscì a individuare una principessa che non fosse legata a lui da qualche grado di parentela che non rendesse illegittime le nozze. Alla fine inviò un'ambasciata nella lontana Kiev, che tornò con Anna (chiamata anche Agnese). Anna ed Enrico si sposarono nella cattedrale di Reims il 19 maggio 1051. La coppia ebbe tre figli e una figlia:

Si deve sapere che è la regina Anna ad avere introdotto il nome "Philippe" (Filippo) in Europa perché diceva di discendere da Filippo, re di Macedonia, padre di Alessandro Magno. Per sei anni dopo la morte del marito (1060) funse da reggente per Filippo, che aveva 7 anni alla morte del padre. Anna fu la prima Regina a servire da reggente. Il suo co-regnante fu il Conte Baldovino V di Fiandre. Anna era nota come donna letterata, cosa rara per l'epoca, ma ci furono delle opposizioni al suo ruolo di reggente, per via del fatto che il suo francese non fosse fluente.

Un anno dopo la morte del Re, Anna, già reggente, si invaghì del Conte Raul III di Valois e Vexin, un uomo la cui ambizione politica lo incoraggiò a ripudiare la moglie per sposare Anna nel 1062. Accusata di adulterio, la moglie di Raul si appellò a Papa Alessandro II, che scomunicò Raul e Anna. Il giovane Filippo perdonò la madre, senza sapere che si sarebbe trovato in una situazione molto simile circa 30 anni dopo. Raul morì nel settembre del 1074, ed Anna fece ritorno alla corte francese. Anna morì nel settembre 1075 e venne sepolta nell'Abbazia di Villiers, a La-Ferte-Alais.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Bauthier, Robert-Henri. Anne de Kiev reine de France et la politique royale au Xe siècle, revue des Etudes Slaves, Vol. 57, 1985

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Come da dicitura su Enciclopedia Treccani

Controllo di autorità VIAF: 10644226 LCCN: n92103161