Il nome della rosa (film): differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Link anni deprecati
(Link anni deprecati)
Etichette: Modifica visuale Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
'''''Il nome della rosa''''' è un [[film]] del [[1986]] diretto da [[Jean-Jacques Annaud]].
 
Scritto da Andrew Birkin, [[Gérard Brach]], [[Howard Franklin]] e Alain Godard, è tratto dall'[[Il nome della rosa|omonimo romanzo]] di [[Umberto Eco]] del [[1980]].
 
== Trama ==
Tramite [[Analessi|flash-back]], l'anziano frate Adso da Melk racconta di quando, ancora semplice [[novizio]], trascorse dei giorni in un'abbazia benedettina in [[Piemonte]] assieme al suo mentore, Guglielmo da Baskerville.
 
Nel [[1327]] alcuni terribili [[omicidio|omicidi]] sconvolgono un'[[abbazia]] [[Ordine di San Benedetto|benedettina]] sperduta tra le [[Alpi]] piemontesi. Nel monastero dovrà svolgersi un'importante [[Disputatio|disputa]] sulle tesi dell'[[Ordine francescano]] a cui è chiamato a partecipare il dotto frate inglese [[Guglielmo da Baskerville]], che giunge all'abbazia insieme al suo giovane novizio, [[Adso da Melk]]. L'abate, conoscendo il passato da inquisitore di Guglielmo, gli affida il delicato caso delle morti avvenute dentro il monastero, poiché molti sono convinti che siano state causate dalla mano del maligno e prova ne è che le vittime avevano le dita e la lingua di un intenso colore nero. Guglielmo non è però convinto da questa versione, e ritiene che l'assassino si trovi, in realtà, all'interno dell'abbazia.
 
I due frati si ritrovano in un ambiente ostile, visti con sospetto da molti monaci. Il giovane Adso incontra brevemente una ragazza che abita in un povero villaggio ai piedi del monastero, dove gli abitanti vivono nella fame e nella miseria, costretti a rifornire di cibo l'abbazia in cambio della salvezza eterna. Le indagini iniziano subito, a partire dalla morte di un giovane monaco, Adelmo il [[Miniatura|miniatore]], il cui cadavere è stato ritrovato ai piedi delle alte mura dell'abbazia dopo una tempesta; Guglielmo afferma fin da subito che si tratta di suicidio. Durante le loro indagini i due fanno la conoscenza di due frati, il bibliotecario Jorge da Burgos, vecchio e cieco, ostile alla commedia allegra, alle risate e al secondo libro della ''[[Poetica (Aristotele)|Poetica]]'' di [[Aristotele]], e il deforme Salvatore, un monaco che parla una lingua mista tra il volgare e il latino (con parole francesi, inglesi e spagnole), rivelatosi essere stato un [[Fra Dolcino|dolciniano]], una setta eretica rispetto alla Chiesa cattolica.
 
== Distribuzione ==
Fu distribuito in anteprima negli [[Stati Uniti d'America]] il 24 settembre [[1986]], mentre in [[Italia]] giunse il 17 ottobre dello stesso anno.
 
== Accoglienza ==
Il film ottenne scarso successo al botteghino americano, dove conseguì un incasso di poco superiore ai 7 milioni di dollari, contro un budget di 17 milioni e mezzo.<ref>{{cita libro|autore=Aubrey Solomon|titolo=Twentieth Century Fox: A Corporate and Financial History|anno=1989|editore=Scarecrow Press|lingua=en|pagina=260}}</ref> Recuperò ampiamente con i guadagni in Europa, che fecero salire il ricavato complessivo a 77 milioni. In Italia fu il primo film per incassi della stagione 1986-87, superando ''blockbuster'' come ''[[Top Gun]]'' e ''[[Platoon]]''.<ref>{{Cita web|url=http://www.hitparadeitalia.it/bof/boi/boi1986-87.htm|titolo=Stagione 1986-87: i 100 film di maggior incasso|editore=hitparadeitalia.it|accesso=21 luglio 2012}}</ref>
 
Con l'ascolto di 14.672.000 telespettatori per il suo primo passaggio televisivo, avvenuto su [[Raiuno]] il 5 dicembre [[1988]], ''Il nome della rosa'' ha detenuto il primato di pellicola cinematografica più vista in televisione in [[Italia]] per 13 anni, fino al [[2001]], quando è stata superata da ''[[La vita è bella (film 1997)|La vita è bella]]''.<ref>{{cita news|url=http://www.repubblica.it/spettacoli/tv-radio/2017/10/16/news/nome_della_rosa_serie_tv_john_turturro_rupert_everett_giacomo_battiato-178483405/|titolo='Il nome della rosa' sarà una serie tv: John Turturro è Guglielmo da Baskerville|pubblicazione=[[la Repubblica (quotidiano)|la Repubblica]]|data=16 ottobre 2017|accesso=6 settembre 2018}}</ref>
 
== Differenze rispetto al romanzo ==
11 579

contributi

Menu di navigazione