Michael Lonsdale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michael Lonsdale ai Premi César 2011

Michael Lonsdale, talvolta Michel (Parigi, 24 maggio 1931Parigi, 21 settembre 2020[1]), è stato un attore e pittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di madre francese e padre inglese, trascorse la sua prima infanzia a Londra e quindi, a partire dal 1939, visse in Marocco, ove dal 1943 fu protagonista di trasmissioni radiofoniche per l'infanzia. Tornato in Francia nel 1947, incontrò il regista e attore teatrale Roger Blin, che lo avviò alla carriera sul palcoscenico.

Perfettamente bilingue, Lonsdale girò sia pellicole d'avanguardia (come i film di Marcel Hanoun) che film di produzione hollywoodiana, come Munich (2005) di Spielberg. Nella sua carriera recitò anche per registi come Orson Welles, François Truffaut, Louis Malle, Luis Buñuel, Ermanno Olmi, Jean-Pierre Mocky e Jean Eustache. Vestì i panni di Hugo Drax, il cattivo principale nell'11° film di James Bond, Moonraker - Operazione spazio (1979).

A teatro apparve in opere di autori contemporanei (Friedrich Dürrenmatt, Samuel Beckett, Marguerite Duras e altri).

Michael Lonsdale mise in scena numerosi testi, fra i quali Maria Maddalena dei fratelli Martineau e La notte di Marina Tsvetaeva di Valeria Moretti (entrambi nel 2000). Egli inoltre prestò la sua voce nella lettura radiofonica di testi famosi di letteratura e filosofia. Nel 1982 fu la voce narrante di Chronopolis, di Piotr Kamler, tuttavia il suo contributo verrà rimosso nella versione successiva, sei anni dopo.[2]

Cattolico impegnato, Lonsdale fece parte del Movimento carismatico.[3]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L’acteur franco-britannique Michael Lonsdale est mort, Le Monde, 21 settembre 2020. URL consultato il 21 settembre 2020.
  2. ^ Chronopolis[senza fonte]
  3. ^ Michael Lonsdale, un uomo di Dio non solo sul set, su it.aleteia.org. URL consultato il 20 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN117399545 · ISNI (EN0000 0001 2104 0085 · Europeana agent/base/79033 · LCCN (ENnr89003047 · GND (DE129021938 · BNF (FRcb13621212t (data) · BNE (ESXX1286868 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr89003047