Royston Drenthe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Royston Drenthe
Royston Drenthe 2015.JPG
Drenthe nel 2015
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 168 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
2000-2003 Feyenoord
2003-2005 Excelsior
Squadre di club1
2005-2007 Feyenoord 29 (0)[1]
2007-2010 Real Madrid 46 (2)
2010-2011 Hércules 17 (4)
2011-2012 Everton 21 (3)
2012-2013 Alanija Vladikavkaz 6 (3)
2013-2014 Reading 23 (2)
2014-2015 Sheffield Weds 15 (1)
2015 K. Erciyesspor 11 (3)
2015-2016 Baniyas 18 (0)
2018-2019 Sparta Rotterdam 32 (5)
Nazionale
2007-2008 Paesi Bassi Paesi Bassi U-21 29 (9)
2008 Paesi Bassi Paesi Bassi olimpica 6 (0)
2008 Paesi Bassi Paesi Bassi B 1 (0)
2010 Paesi Bassi Paesi Bassi 1 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Olanda 2007
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2019

Royston Rickie Drenthe (Rotterdam, 8 aprile 1987) è un calciatore olandese di origini surinamesi, difensore o centrocampista svincolato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È fratello di Giovanni, calciatore professionista; inoltre è nipote di Edgar Davids, e cugino di Georginio Wijnaldum e Giliano Wijnaldum, tutti calciatori professionisti.[2]

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Esordi e Feyenoord[modifica | modifica wikitesto]

Entrato nel settore giovanile del Feyenoord a 13 anni, nel 2003 passa a giocare per l’Excelsior. Nel 2005 fa ritorno al Feyenoord, venendo aggregato alla squadra A1 e ritrovando Henk Fräser, suo precedente allenatore nelle giovanili. Dopo aver disputato la Otten Cup, un torneo giovanile durante il quale realizza tre gol all'Ajax giocando da ala sinistra, inizia ad essere convocato anche in prima squadra. Ben presto gli viene offerto un contratto da professionista ed il manager Erwin Koeman lo integra permanentemente nella prima squadra. Debutta contro il Vitesse e termina la stagione con 3 presenze.

Nella stagione 2006-2007 il Feyenoord acquista il terzino Philippe Léonard e conferma in rosa Pascal Bosschaart, ma Drenthe, grazie alla sua duttilità, ha la possibilità di giocare con continuità e conquistare il posto da titolare.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Nell’agosto 2007, dopo aver impressionato nell’Europeo Under-21 giocato la stessa estate, passa al Real Madrid per 14 milioni di euro, nonostante il contratto fosse in scadenza nel 2011.[3][4]

Drenthe (a destra) con la maglia del Real Madrid nel 2008.

Viene presentato al Santiago Bernabéu il 13 agosto 2007 insieme al connazionale Wesley Sneijder e debutta ufficialmente durante la gara di ritorno della Supercoppa di Spagna contro il Siviglia, giocando come centrocampista centrale. Realizza anche il gol del momentaneo 1-1, ma il Madrid perde la partita 5-3 e, di conseguenza, anche la Supercoppa.

All'inizio della stagione gioca titolare come terzino e centrocampista sinistro, ma con l'esplosione del compagno Marcelo gioca sempre meno. Termina la prima stagione con 18 presenze e due reti.

Nelle due stagioni successive è utilizzato sempre meno dagli allenatori che si succedono sulla panchina dei madrileni.

Prestiti ad Hércules ed Everton[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2010 passa in prestito per un anno alla neopromossa Hércules.[5] Il 31 agosto 2011 viene acquistato dall'Everton con la formula del prestito.[6] A fine stagione non viene riscattato dai Toffees e rimane quindi svincolato.

Alanija[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 dicembre 2012 firma un contratto di un anno con i russi dell'Alanija Vladikavkaz. Il 15 aprile 2013 realizza una tripletta nella vittoria per 3-1 contro il Mordovia.

Reading e Sheffield Wednesday[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 giugno 2013 viene ingaggiato dal Reading, club militante nel Championship. Il 1º settembre 2014 passa in prestito per sei mesi allo Sheffield Wednesday.[7]

Kayseri Erciyesspor e Baniyas[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 gennaio 2015 si trasferisce nella Super Lig al Kayseri Erciyesspor[8] e nel successivo settembre nella UAE Pro League al Baniyas Club[9], dove rimane fino a giugno 2016.

Sparta Rotterdam[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2017, complice l’assenza di interesse delle società calcistiche nei suoi confronti, Drenthe annuncia di volersi ritirare dal calcio giocato. Tuttavia, il 6 luglio 2018, a quasi un anno dall’annunciato ritiro, Drenthe sigla un accordo annuale con gli olandesi dello Sparta Rotterdam.[10] Esordisce con gli olandesi il 17 agosto successivo, nella gara persa contro il Twente. Il 7 settembre sigla la sua prima rete con il club di Rotterdam, a scapito dell'Eindhoven.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A differenza del fratello, Giovanni, nazionale del Suriname, Drenthe ha deciso di vestire la maglia olandese. Al termine della stagione 2006-2007 viene convocato nella rappresentativa Under-21 olandese dal c.t. Foppe de Haan per disputare il campionato europeo, giocato in patria. L’Olanda vince il torneo, e alla fine della manifestazione Drenthe viene eletto miglior giocatore dalla UEFA.

Disputa la sua unica partita in Nazionale maggiore il 17 novembre 2010, in occasione del match amichevole contro la Turchia, durante la quale gara subentra al compagno di squadra Rafael van der Vaart.

Fuori dal campo[modifica | modifica wikitesto]

Appassionato di musica rap, ha inciso alcune canzoni insieme al collega connazionale Ryan Babel e al rapper U-Niq.[11]

Il 10 febbraio 2017 Drenthe, col nome d’arte di Roya2Faces, ha pubblicato il suo primo singolo Paranoia.[12]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 17 ottobre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Paesi Bassi Feyenoord ED 3+1[13] 0 CO 0 0 CU 0 0 - - - 4 0
2006-2007 ED 26+2[13] 0 CO 1 0 CU 4 0 - - - 33 0
Totale Feyenoord 29+3 0 1 0 4 0 - - 37 0
2007-2008 Spagna Real Madrid PD 18 2 CR 3 0 UCL 4 0 SS 1 1 26 3
2008-2009 PD 20 0 CR 2 0 UCL 5 0 SS 1 0 28 0
2009-2010 PD 8 0 CR 1 0 UCL 2 1 - - - 11 1
Totale Real Madrid 46 2 6 0 11 1 2 1 65 4
2010-2011 Spagna Hércules PD 17 4 CR 2 0 - - - - - - 19 4
2011-2012 Inghilterra Everton PL 21 3 FACup+CdL 4+2 1+0 - - - - - - 27 4
gen.-giu. 2013 Russia Alanija PL 6 3 KR - - - - - - - - 6 3
2013-2014 Inghilterra Reading FLC 23 2 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 24 2
2014-gen. 2015 Inghilterra Sheffield Weds FLC 15 1 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 15 1
gen.-giu. 2015 Turchia Erciyesspor SL 11 3 TK - - - - - - - - 11 3
2015-2016 Emirati Arabi Uniti Baniyas PL 18 0 EEC 3 0 - - - - - - 21 0
2018-2019 Paesi Bassi Sparta Rotterdam ED 9 3 CO 0 0 - - - - - - 9 3
Totale carriera 195+3 21 19 1 15 1 2 1 234 24

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-11-2010 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Turchia Turchia Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2007-2008
Real Madrid: 2008

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2007

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 32 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ Drenthe: sprazzi madridisti in Championship tra rap e ps4, blogdisport.it. URL consultato il 16 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2015).
  3. ^ Il Real conferma l'arrivo di Drenthe, in it.uefa.com, 09 agosto 2007. URL consultato il 18 novembre 2008.
  4. ^ Il Real si tinge di Orange Presi Drenthe e Robben, in www.gazzetta.it, 09 agosto 2007. URL consultato il 18 novembre 2008.
  5. ^ (EN) Official announcement: Royston Drenthe loaned to Hercules C. F, realmadrid.com. URL consultato il 31 agosto 2010 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2010).
  6. ^ Blues Secure Drenthe Deal / News Archive / News / evertonfc.com - The Official Website of Everton Football Club, su evertonfc.com. URL consultato il 1º settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2012).
  7. ^ (EN) Sheffield Wednesday sign former Real Madrid star Royston Drenthe, su www.swfc.co.uk, 1º settembre 2014. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  8. ^ (EN) Royston Drenthe, Kayseri Erciyesspor, Reading, transfer window, su www.readingfc.co.uk, 23 gennaio 2015. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  9. ^ UFFICIALE: Baniyas, altro colpo: contratto annuale per Drenthe, in TUTTOmercatoWEB.com, 12 settembre 2015. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  10. ^ (NL) Sparta contracteert Royston Drenthe - Sparta Rotterdam, in Sparta Rotterdam, 6 luglio 2018. URL consultato il 6 luglio 2018.
  11. ^ Drenthe, il rapper., youtube.com, 22 novembre 2009. URL consultato il 18 dicembre 2009.
  12. ^ Drenthe, basta calcio: la nuova vita è il rap, in corrieredellosport.it, 10 febbraio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  13. ^ a b Play-off.
  14. ^ Andrew Haslam, Il dream team Under 21, in UEFA.com, 29 giugno 2007 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2008).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN169596727 · ISNI (EN0000 0001 1847 4421 · WorldCat Identities (EN169596727