Ritorno a Cold Mountain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritorno a Cold Mountain
Ritorno a Cold Mountain.png
Jude Law e Nicole Kidman in una scena del film.
Titolo originale Cold Mountain
Paese di produzione USA
Anno 2003
Durata 148 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere guerra, western, drammatico
Regia Anthony Minghella
Soggetto Charles Frazier
Sceneggiatura Anthony Minghella
Fotografia John Seale
Montaggio Walter Murch
Musiche Gabriel Yared
Scenografia Dante Ferretti
Francesca Lo Schiavo (arredatore)
Alfio Bruno Tempera (trovarobe)
Costumi Ann Roth e Carlo Poggioli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ritorno a Cold Mountain (Cold Mountain) è un film del 2003, basato sull'omonimo romanzo di Charles Frazier. La sceneggiatura e la regia sono di Anthony Minghella.

Il film è interpretato da Jude Law, Nicole Kidman, Renée Zellweger, Donald Sutherland, Eileen Atkins, Natalie Portman, Giovanni Ribisi, Philip Seymour Hoffman, Emily Deschanel e Kathy Baker.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda inizia il 30 luglio 1864 con l'assedio di Petersburg in Virginia, con il suo giorno cruciale, la ‘battaglia del cratere’: un’esplosione e combattimento successivo che causarono oltre 6.300 morti. Qui, il soldato confederato WP Inman Balis, mentre la battaglia infuria, ricorda quando era un semplice operaio a Cold Mountain, piccolo villaggio tra le foreste della Carolina del Nord; l’incontro folgorante con la ricca figlia del reverendo Monroe, Ada, bella, raffinata e colta ragazza di città. Molti sguardi tra i due, poche parole e un bacio: Inman è arruolato nell’esercito dei Confederati. Per Inman e Ada il ricordo di quell'unico bacio rappresenta per anni l’ancora di salvezza negli anni della guerra, della fame e dei soprusi.

Ferito e in ospedale, conscio della sconfitta ormai prossima del Sud, l’uomo decide di disertare e tornare a Cold Mountain. Il suo sarà un viaggio di incontri di ogni tipo, di pericoli, tentazioni, tradimenti e speranze. Da parte sua, dopo la morte del padre, Ada si trova completamente abbandonata, impreparata ad affrontare una vita autonoma, con una fattoria da tirare avanti senza aiuto. In suo soccorso giunge Ruby Thewes, ragazza decisa, ruvida ed energica. Tra le due si instaurerà un rapporto di amicizia molto profondo, che le cambierà entrambe.

Ada un giorno va a casa di una sua amica, Sally, che le consiglia di vedere attraverso uno specchio il fondo del suo pozzo per vedere il futuro. È una superstizione, ma Ada sembra aver visto qualcosa. Inman intanto si avvicina ad Ada, facendo diverse soste, fra cui quella nella casa di Sara, una donna con un bambino piccolo che attende il ritorno di suo marito. Ada e Ruby incontrano il padre di Ruby che riesce a riappacificarsi con la figlia. Nel frattempo Teague, uno spietato capitano della Guardia Nazionale che ha come compito di scovare i disertori, uccide i figli di Sally, che erano appunto disertori, e strangola Sally stessa che sopravvive, ma le sue corde vocali vengono danneggiate e perde la voce.

Inman riesce finalmente a tornare a casa e riabbracciare Ada, con cui fa l'amore per la prima volta. Teague però trova Inman, e cerca di ucciderlo poiché è un disertore. Teague viene ucciso da Ruby, ma uno degli aiutanti dell'uomo insegue Inman e i due si sparano a vicenda, venendo entrambi feriti mortalmente. Mentre Inman muore fra le sue braccia, Ada si rende conto che nel pozzo aveva visto proprio la morte di Inman e scoppia a piangere. Anni dopo, Ada vive nella sua fattoria con Ruby, il figlio e il marito di lei, e la bambina che ha avuto da Inman, nata dalla loro unica notte d'amore.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu girato tra Stati Uniti e Romania,[1] in un periodo di circa quattro mesi (a partire dal 15 luglio 2002 e concluso il 22 novembre 2002)[2].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema