Ritorno a Cold Mountain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritorno a Cold Mountain
Ritorno a Cold Mountain.png
Jude Law e Nicole Kidman in una scena del film.
Titolo originale Cold Mountain
Paese di produzione USA, Regno Unito, Romania, Italia
Anno 2003
Durata 148 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere guerra, western, sentimentale, drammatico
Regia Anthony Minghella
Soggetto Charles Frazier
Sceneggiatura Anthony Minghella
Fotografia John Seale
Montaggio Walter Murch
Musiche Gabriel Yared
Scenografia Dante Ferretti
Francesca Lo Schiavo (arredatore)
Alfio Bruno Tempera (trovarobe)
Costumi Ann Roth e Carlo Poggioli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ritorno a Cold Mountain (Cold Mountain) è un film del 2003, basato sull'omonimo romanzo di Charles Frazier. La sceneggiatura e la regia sono di Anthony Minghella.

Il film è interpretato da Jude Law, Nicole Kidman, Renée Zellweger, Donald Sutherland, Eileen Atkins, Natalie Portman, Giovanni Ribisi, Philip Seymour Hoffman, Emily Deschanel e Kathy Baker.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

WP Inman Balis è un giovane operaio edile di Cold Mountain, piccolo villaggio tra le foreste della Carolina del Nord. Un giorno, durante una costruzione di una cappella, incontra Ada Monroe, attraente, bella e colta ragazza un po' più grande di lui, figlia del reverendo Monroe. Tra i due sboccia così un amore appassionato sino a quando Inman, allo scoppio della guerra di secessione, non si ritrova costretto ad arruolarsi nell'esercito confederato e partire per il fronte.

La mattina del 30 luglio 1864, Inman e le altre truppe confederate sono in una trincea nei pressi di Petersburg, in Virginia, durante l'assedio ricordato altrimenti come la ‘battaglia del cratere’. L'adolescente Oakley distribuisce alcune divise ai soldati mentre Inman legge le lettere inviate da Ada. Nel frattempo i genieri dell'esercito nordista piazzano alcuni barili di polvere da sparo sotto le trincee. Successivamente un'esplosione travolge le postazioni provocando molti morti. Inman, Oakley e altri superstiti, storditi dall'esplosione, si ritrovano circondati da una colonna di soldati nordisti e, mentre la battaglia infuria, Oakley viene affrontato da un nordista, che lo ferisce con una baionetta. Inman riesce a soccorrere il giovane e la battaglia si conclude con la vittoria confederata. Al termine del combattimento, Inman cerca di consolare Oakley, ma muore più tardi per le ferite sotto gli occhi dello stesso Inman e di Stobrod Thewes.

La notte successiva Inman e il suo plotone vengono affidati il compito di stanare alcuni superstiti nordisti intrappolati dietro le linee, ma nel corso dell'operazione militare altre truppe confederate uccidono diversi loro alleati e Inman viene gravemente ferito al collo. Ricoverato in ospedale, riceve una lettera da Ada, il quale lo supplica di tornare a Cold Mountain e smettere di combattere. Nel 1865 il giovane, conscio della sconfitta ormai prossima del Sud, decide così di disertare per tornare dalla sua amata Ada.

Nel frattempo a Cold Mountain, dopo la morte del padre, Ada si trova completamente abbandonata, impreparata ad affrontare una vita autonoma, con una fattoria da tirare avanti senza aiuto. In suo soccorso giunge Ruby Thewes, una vagabonda decisa, ruvida ed energica. Tra le due si instaurerà un rapporto di amicizia molto profondo, che le cambierà entrambe. Nel frattempo la ragazza trova il tempo di scrivere alcune lettere per Inman con la speranza di incontrarlo di nuovo. Un giorno Ada va a casa di una sua amica, Sally Swanger, che le consiglia di vedere attraverso uno specchio il fondo del suo pozzo per vedere il futuro. È una superstizione, ma Ada sembra aver visto qualcosa.

Durante il viaggio, Inman incontra un predicatore corrotto di nome Veasey che cerca di gettare in un fiume una sua schiava incinta. Inman ferma il predicatore e lo lascia legato ad un palo per affrontare la giustizia della città. Esiliato dalla sua parrocchia, Veasey raggiunge Inman ed entrambi incontrano un giovane di nome Junior, che li ospita a casa della sua famiglia per la cena. Dopo la cena, Junior esce di casa e le donne della famiglia di Junior seducono Veasey. Lila, la moglie più grande di Junior, tenta di sedurre Inman in preda all'ubriachezza, ma una squadra di soldati confederati della Guardia Nazionale, incaricata di catturare i disertori, fa prigionieri Inman e Veasey. Mentre i soldati della Guardia Nazionale tentano di nascondersi da una pattuglia di soldati nordisti, Veasey viene ucciso mentre Inman riesce a fuggire e, nella fuga, viene ospitato e curato da una donna anziana di nome Maddy.

Continuando il viaggio, Inman si avvicina ad Ada, facendo diverse soste, fra cui quella nella casa di Sara, una giovanissima vedova con un bambino piccolo. La mattina seguente tre soldati nordisti giungono a casa della giovane madre e Inman, per evitare la cattura, fugge via. Due soldati però molestano la ragazza e lasciano il neonato al freddo, ma uno di loro, Bardolph, tenta di tenere il bambino al caldo colto dalla compassione. Inman interviene e uccide i due soldati mentre erano intenti a stuprare Sara. Quest'ultima, infuriata, spara a Bardolph mentre fugge dalla scena.

Ada e Ruby incontrano Stobrod, il padre di Ruby e disertore confederato violinista, che riesce a riappacificarsi con la figlia. Ruby si innamora intanto di Georgia, un giovane mandolinista e amico di Stobrod. Nel frattempo, Teague, il crudele capitano della Guardia Nazionale che ha come compito di scovare i disertori, uccide i figli di Sally, che erano appunto disertori, e strangola Sally stessa che sopravvive, ma le sue corde vocali vengono danneggiate e perde la voce.

Inman riesce finalmente a tornare a casa e riabbracciare Ada, con cui fa l'amore per la prima volta. Teague e la sua squadra però trova Inman e cerca di ucciderlo poiché è un disertore. Teague viene ucciso da Inman, ma il tenente Bosie, uno degli spietati aiutanti del capitano, insegue quest'ultimo e i due si sparano a vicenda, venendo entrambi feriti mortalmente. Ada corre e lo trova caduto a terra e, mentre Inman muore lentamente fra le sue braccia, si rende conto che nel pozzo aveva visto proprio la morte di Inman. Dopo la morte del suo amato, Ada scoppia a piangere.

Anni più tardi, Ada festeggia la Pasqua nella sua fattoria con la sua famiglia e Ruby, che si è sposata con Georgia ed ha avuto da lui due figli. Si scopre inoltre che Ada, dopo la notte d'amore con Inman, ha avuto una bambina di nome Grace.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu girato tra Stati Uniti e Romania,[1] in un periodo di circa quattro mesi (a partire dal 15 luglio 2002 e concluso il 22 novembre 2002)[2].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema