Rally di Sanremo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Miki Biasion e Tiziano Siviero festeggiano la vittoria al Rally di Sanremo del 1989, in piedi sulla loro Lancia Delta Integrale 16V.

Il Rally di Sanremo è una manifestazione rallistica che si disputa principalmente a Sanremo, in Italia. Fatta eccezione per la stagione 1995, l'evento è stato parte del calendario FIA dalla stagione 1973 fino al 2003. Attualmente, fa parte dei calendari del campionato europeo e italiano rally.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Rally Internazionale di Sanremo è stato organizzato nel 1928. L'anno successivo l'evento è stato organizzato in maniera diversa, includendo nel percorso di gara una serie di strade urbane della città di Sanremo. La prima gara sul Circuito automobilistico della città Sanremo si è svolta nel 1937 ed è stata vinta da Achille Varzi. Il Rally di Sanremo come manifestazione rallystica è poi ripreso nel 1961 come Rally dei Fiori.

Dal 1970 al 1972, il Rally di Sanremo ha fatto parte del Campionato Internazionale per i costruttori. Dal 1972 al 2003, la manifestazione è stata nel calendario del Campionato Mondiale Rally, ad eccezione del 1995, quando l'evento è stato solo un episodio del Campionato Mondiale per costruttori (FIA 2-Litre). Concepita come gara a superficie mista terra - asfalto, il rally si svolgeva quasi totalmente in territorio ligure e del basso Piemonte, con un 30% di percorso su strade sterrate e il resto su asfalto.

Dal 1979 al 1996, la gara conobbe il periodo di massimo splendore, quando il percorso si estese fino in Toscana e Umbria, lungo gli sterrati della zona del Chianti, di Siena, Volterra, Arezzo e Gubbio, luoghi molto apprezzati dai piloti e dagli spettatori che contribuirono a innalzare notevolmente il prestigio della gara italiana nel panorama internazionale. La manifestazione manteneva partenza e arrivo a Sanremo, e si svolgeva per circa metà della lunghezza totale del percorso su fondo asfaltato, principalmente in Liguria e per l'altra metà su fondo sterrato in Toscana, richiamando folle di appassionati da tutta Italia e non solo.

La manifestazione fu oggetto di polemiche nel 1986, quando i commissari squalificarono la squadra Peugeot prima dell'ultima tappa per l'utilizzo illegale delle minigonne, consegnando la vittoria alla squadra Lancia. La Peugeot utilizzò la stessa configurazione delle vetture anche nelle precedenti manifestazioni e passò le verifiche senza problemi, superando anche le verifiche pre-rally. Peugeot presentò ricorso, ma gli organizzatori non permisero al team di proseguire il rally. Solo in dicembre, a mondiale già concluso, la FISA (Federazione Internazionale Sport Automobilistico) confermò che le automobili Peugeot erano legali e decise di invalidare i risultati della manifestazione ai fini delle classifiche del campionato del mondo.

L'Alpine-Renault A110 1800, dell'equipaggio francese Thérier-Jaubert, durante l'edizione del 1973.

A partire dal 1997, a causa di un cambio di regolamento che proibiva alle gare facenti parte del campionato del mondo rally di disputarsi su fondo misto, il Rally di Sanremo è stato organizzato interamente su asfalto tutto nei dintorni della città di Sanremo. Dopo essere stato escluso dal calendario WRC, il Rally di Sanremo è entrato a far parte del Campionato Italiano Rally. Dal 2006, è anche una gara valida per l'Intercontinental Rally Challenge. Tuttavia, nel 2004 il Sanremo perde il titolo di Rally d'Italia, che da allora è appannaggio del Rally di Sardegna.

Dal 2005 è stata reintrodotta la prova speciale della Ronde di Monte Bignone, che era stata sospesa nel 1985. Consiste di uno dei tratti cronometrati più affascinanti della storia dell rallysmo italiano, e con i suoi 44 km è uno dei più lunghi al mondo. La prova si svolge di notte e tocca i comuni di Perinaldo, Apricale, Bajardo e le frazioni di Sanremo Coldirodi e San Romolo.

Nel 2009 Sergio Maiga, presidente dell'ACI Sanremo e fratello dell'ex copilota di Sandro Munari e anch'esso copilota negli anni 1970, ha progettato un'edizione con due tappe in Liguria e una in Toscana; il progetto avrebbe dovuto concretizzarsi nel 2010 ma è stato accantonato. L'edizione del 2009 ha visto la vittoria del pilota britannico Kris Meeke su Peugeot 207 Super 200 che ha così potuto festeggiare la vittoria nel campionato IRC con una gara di anticipo; per la prima volta, gli arrivi e le partenze del rally si sono svolti in piazza Colombo, nel centro della città. Nelle successive edizioni si è però tornati a effettuare le partenze, gli arrivi e le premiazioni sul lungomare Italo Calvino.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1986 i risultati del rally vennero annullati ai fini del campionato mondiale, ma rimase valido per il campionato italiano. Nella stagione 1995 il rally non era valido per i mondiali piloti e costruttori, ma solo per la Coppa del mondo 2 litri costruttori.[1]

Stagione Evento Pilota Auto
1928 Rally Internazionale di Sanremo Romania Ernest Urdareanu Fiat 520
1929 Rally Internazionale di Sanremo Romania Ernest Urdareanu Fiat 521
1961 1º Rally dei Fiori Italia De Villa Alfa Romeo Giulietta
1962 2º Rally dei Fiori Italia Piero Frescobaldi Lancia Flavia
1963 3º Rally dei Fiori Italia Franco Patria Lancia Flavia Coupé
1964 4º Rally dei Fiori Svezia Erik Carlsson Saab 96 Sport
1965 5º Rally dei Fiori Italia Leo Cella Lancia Fulvia 2C
1966 6º Rally dei Fiori Italia Leo Cella Lancia Fulvia HF
1967 7º Rally dei Fiori Francia Jean-François Piot Renault 8 Gordini
1968 8º Rally di Sanremo Finlandia Pauli Toivonen Porsche 911
1969 9º Rally di Sanremo Svezia Harry Källström Lancia Fulvia HF
1970 1º Sanremo-Sestriere - Rally d'Italia Francia Jean-Luc Thérier Alpine-Renault A110 1600
1971 2º Sanremo-Sestriere - Rally d'Italia Svezia Ove Andersson Alpine-Renault A110 1600
1972 10º Rally Sanremo[2] Italia Amilcare Ballestrieri Lancia Fulvia Coupé HF
1973 11º Rally Sanremo Francia Jean-Luc Thérier Alpine-Renault A110 1800
1974 12º Rally Sanremo Italia Sandro Munari Lancia Stratos
1975 13º Rally Sanremo Svezia Björn Waldegård Lancia Stratos
1976 14º Rally Sanremo Svezia Björn Waldegård Lancia Stratos
1977 15º Rally Sanremo Francia Jean-Claude Andruet Fiat 131 Abarth Rally
1978 20º Rally Sanremo[3] Finlandia Markku Alén Lancia Stratos
1979 21º Rally Sanremo Italia Antonio Fassina Lancia Stratos
1980 22º Rally Sanremo Germania Walter Röhrl Fiat 131 Abarth Rally
1981 23º Rally Sanremo Francia Michèle Mouton Audi quattro
1982 24º Rally Sanremo Svezia Stig Blomqvist Audi quattro
1983 25º Rally Sanremo Finlandia Markku Alén Lancia Rally 037
1984 26º Rally Sanremo Finlandia Ari Vatanen Peugeot 205 Turbo 16
1985 27º Rally Sanremo Germania Walter Röhrl Audi Sport quattro S1 E2
1986 28º Rally Sanremo Finlandia Markku Alén Lancia Delta S4
1987 29º Rally Sanremo Italia Miki Biasion Lancia Delta HF 4WD
1988 30º Rally Sanremo - Rally d'Italia Italia Miki Biasion Lancia Delta Integrale
1989 31º Rally Sanremo - Rally d'Italia Italia Miki Biasion Lancia Delta Integrale 16V
1990 32º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Didier Auriol Lancia Delta Integrale 16V
1991 33º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Didier Auriol Lancia Delta Integrale 16V
1992 34º Rally Sanremo - Rally d'Italia Italia Andrea Aghini Lancia Delta HF Integrale
1993 35º Rally Sanremo - Rally d'Italia Italia Franco Cunico Ford Escort RS Cosworth
1994 36º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Didier Auriol Toyota Celica Turbo 4WD
1995 37º Rally Sanremo - Rally d'Italia Italia Piero Liatti Subaru Impreza 555
1996 38º Rally Sanremo - Rally d'Italia Regno Unito Colin McRae Subaru Impreza 555
1997 39º Rally Sanremo - Rally d'Italia Regno Unito Colin McRae Subaru Impreza WRC
1998 40º Rally Sanremo - Rally d'Italia Finlandia Tommi Mäkinen Mitsubishi Lancer Evo 5
1999 41º Rally Sanremo - Rally d'Italia Finlandia Tommi Mäkinen Mitsubishi Lancer Evo 6
2000 42º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Gilles Panizzi Peugeot 206 WRC
2001 43º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Gilles Panizzi Peugeot 206 WRC
2002 44º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Gilles Panizzi Peugeot 206 WRC
2003 45º Rally Sanremo - Rally d'Italia Francia Sébastien Loeb Citroën Xsara WRC
2004 46º Rally Sanremo Italia Renato Travaglia Peugeot 206 XS S1600
2005 47º Rally Sanremo Italia Alessandro Perico Renault Clio S1600
2006 48º Rally Sanremo Italia Paolo Andreucci Fiat Grande Punto S2000
2007 49º Rally Sanremo Italia Luca Rossetti Peugeot 207 S2000
2008 50º Rally Sanremo Italia Giandomenico Basso Abarth Grande Punto S2000
2009 51º Rally Sanremo Regno Unito Kris Meeke Peugeot 207 S2000
2010 52º Rally Sanremo Italia Paolo Andreucci Peugeot 207 S2000
2011 53º Rally Sanremo Belgio Thierry Neuville Peugeot 207 S2000
2012 54º Rally Sanremo Italia Giandomenico Basso Ford Fiesta S2000
2013 55º Rally Sanremo Italia Giandomenico Basso Peugeot 207 S2000
2014 56º Rally Sanremo Italia Umberto Scandola Skoda Fabia S2000
2015 62° Rally Sanremo Italia Paolo Andreucci Peugeot 208 T16
2016 63° Rally Sanremo Italia Paolo Andreucci Peugeot 208 T16
2017 64° Rally Sanremo Italia Paolo Andreucci Peugeot 208 T16
  • La FIA annullò tutti i risultati ottenuti nel 1986.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 37º Rallye Sanremo - Rallye d'Italia, rallybase.nl. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  2. ^ La numerazione riprese dall'edizione del 1969.
  3. ^ La numerazione venne cambiata, conteggiando tutte le edizioni precedenti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo