Campionato del mondo rally 1981

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato del mondo rally 1981
Edizione n. 9 del Campionato del mondo rally
Dati generali
Inizio24 gennaio
Termine25 novembre
Prove12
Titoli in palio
Campionato pilotiFinlandia Ari Vatanen
su Ford Escort RS1800
Campionato costruttoriRegno Unito Talbot
su Talbot Sunbeam Lotus
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il Campionato del mondo rally 1981 è stata la 9ª edizione del Campionato del mondo rally. La stagione si è svolta dal 24 gennaio al 25 novembre, prevedendo 12 prove in altrettanti Paesi.

La stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il tedesco Walter Röhrl era il campione in carica, così come la FIAT lo era per i costruttori. Per la prima volta, e a tutt'oggi anche l'unica, un pilota concorrente per un team privato vinse il campionato: fu infatti il finlandese Ari Vatanen ad aggiudicarsi il titolo piloti al volante di una Ford Escort RS1800 affidata al Rothmans Rally Team. Il titolo costruttori andò invece alla Talbot grazie ai punti conquistati dalle vetture Sunbeam Lotus.

La Ford Escort RS1800 del Rothmans Rally Team che permise ad Ari Vatanen di conquistare, da privato, il titolo piloti 1981.

Il mondiale 1981 segnò l'inizio di una nuova era con il felice debutto dell'Audi quattro, la prima vettura a trazione integrale a prendere parte a una rally iridato; le vetture tedesche riuscirono infatti ad aggiudicarsi tre gare. Vi fu inoltre la prima vittoria in un rally mondiale per una donna con la francese Michèle Mouton che, navigata dall'italiana Fabrizia Pons, vinse il Rally di Sanremo proprio alla guida di una quattro. Anche la Renault e la Mitsubishi si misero in gioco nel massimo campionato, rispettivamente con la R5 Turbo, vittoriosa al Rally di Monte Carlo, e con la Lancer 2000 Turbo che esordì al Rally dell'Acropoli ma non ottenne risultati significativi al termine della stagione.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

[1]

L'unico cambiamento significativo nel calendario fu l'introduzione di una seconda gara da disputarsi in Sudamerica, il Rally del Brasile che si corse subito dopo la confinante tappa Argentina; per far posto alla prova brasiliana venne soppresso il Rally della Nuova Zelanda. Il Tour de Corse fu inoltre spostato ai primi di maggio e vennero invertite le ultime due prove, con il Rally della Costa d'Avorio a precedere il Rally di Gran Bretagna in chiusura di campionato.

Tappa Data Rally Superficie
1 24-30 Gennaio Monaco 49ème Rallye Automobile de Monte-Carlo Neve/asfalto
2 13-15 Febbraio Svezia 31th International Swedish Rally Neve
3 4-7 Marzo Portogallo 15º Vinho do Porto Rallye de Portugal Sterrato/asfalto
4 16-20 Aprile Kenya 29th Marlboro Safari Rally Sterrato
5 30 Aprile - 2 Maggio Francia 25ème Tour de Corse, Rallye de France Asfalto
6 1º-4 Giugno Grecia 28th Acropolis Rally Sterrato
7 18-23 Luglio Argentina 3º Rally Codasur Sterrato
8 6-8 Agosto Brasile 3rd Marlboro Rallye do Brasil Sterrato
9 28-30 Agosto Finlandia 31th Rally of 1000 Lakes Sterrato
10 5-10 Ottobre Italia 23º Rallye Sanremo Sterrato/asfalto
11 26-31 Ottobre Costa d'Avorio 13ème Rallye Côte d'Ivoire Sterrato
12 22-25 Novembre Regno Unito 37th Lombard RAC Rally Sterrato

Risultati e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Risultati e statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Gara Nome rally Podio[2] Statistiche[1]
Pos. Pilota Squadra e vettura Tempo Speciali Lunghezza Partiti Arrivati
1 Monaco 49ème Rallye Automobile de Monte-Carlo
(24-30 Gennaio) — Resoconto
1 Francia Jean Ragnotti
Francia Jean-Marc Andrié
Francia Renault Elf
(Renault 5 Turbo)
9:55:55.0 32 750.00 km 263 133
2 Francia Guy Fréquelin
Francia Jean Todt
Regno Unito Talbot Sport
(Talbot Sumbeam Lotus)
+2:54.0
3 Germania Jochi Kleint
Germania Günter Wanger
Germania Opel Euro Händler
(Opel Ascona 400)
+6:59.0
2 Svezia 31th International Swedish Rally
(13-15 Febbraio) — Resoconto
1 Finlandia Hannu Mikkola
Svezia Arne Hertz
Germania Audi Sport
(Audi quattro)
3:48:07.0 25 (369.00 km)
359.00 km[3]
116 73
2 Finlandia Ari Vatanen
Regno Unito David Richards
Regno Unito Rothmans Rally Team
(Ford Escort RS1800)
+1:53.0
3 Finlandia Pentti Airikkala
Finlandia Risto Virtanen
Regno Unito Rothmans Rally Team
(Ford Escort RS1800)
+3:40.0
3 Portogallo 15º Vinho do Porto Rallye de Portugal
(4-7 Marzo) — Resoconto
1 Finlandia Markku Alén
Finlandia Ilkka Kivimäki
Italia Fiat Auto Torino
(Fiat 131 Abarth Rally)
8:27:36.0 46 678.00 km 95 24
2 Finlandia Henri Toivonen
Regno Unito Fred Gallagher
Regno Unito Talbot
(Talbot Sumbeam Lotus)
+9:10.0
3 Svezia Björn Waldegård
Svezia Hans Thorszelius
Germania Toyota Team Europe
(Toyota Celica 2000GT)
+16:21.0
4 Kenya 29th Marlboro Safari Rally
(16-20 Aprile) — Resoconto
1 Kenya Shekhar Mehta
Kenya Mike Doughty
Kenya DT Dobie / Team Datsun
(Datsun Violet GT)
3:39:00.0 nd 4750.00 km 70 21
2 Finlandia Rauno Aaltonen
Kenya Lofty Drews
Kenya DT Dobie / Team Datsun
(Datsun Violet GT)
+5:00.0
3 Kenya Mike Kirkland
Kenya Dave Haworth
Kenya DT Dobie / Team Datsun
(Datsun 160J)
+1:12:00.0
5 Francia 25ème Tour de Corse, Rallye de France
(30 Aprile - 2 Maggio) — Resoconto
1 Francia Bernard Darniche
Francia Alain Mahé
Francia Team Chardonnet
(Lancia Stratos HF)
14:26:23.0 24 1144.60 km 120 42
2 Francia Guy Fréquelin
Francia Jean Todt
Regno Unito Talbot
(Talbot Sumbeam Lotus)
+16:02.0
3 Regno Unito Tony Pond
Regno Unito Ian Grindrod
Giappone Team Datsun Europe
(Datsun Violet GT)
+19:06.0
6 Grecia 28th Acropolis Rally
(1º-4 Giugno) — Resoconto
1 Finlandia Ari Vatanen
Regno Unito David Richards
Regno Unito Rothmans Rally Team
(Ford Escort RS1800)
13:17:25.0 (57)
55[4]
(999.50 km)
958.60 km[4]
133 22
2 Finlandia Markku Alén
Finlandia Ilkka Kivimäki
Italia Fiat Auto Torino
(Fiat 131 Abarth Rally)
+4:35.0
3 Italia Attilio Bettega
Italia Maurizio Perissinot
Italia Fiat Auto Torino
(Fiat 131 Abarth Rally)
+7:54.0
7 Argentina 3º Rally Codasur
(18-23 Luglio) — Resoconto
1 Francia Guy Fréquelin
Francia Jean Todt
Regno Unito Talbot
(Talbot Sumbeam Lotus)
14:22:52.0 (17)
16[5]
(1346.60 km)
1332.60 km[5]
80 26
2 Kenya Shekhar Mehta
Kenya Yvonne Mehta
Ma. Ma. Sa.
(Datsun Violet GT)
+38:52.0
3 Argentina Jorge Recalde
Argentina Jorge del Bouno
Ma. Ma. Sa.
(Datsun 160J)
+1:38:27.0
8 Brasile 3rd Marlboro Rallye do Brasil
(6-8 Agosto) — Resoconto
1 Finlandia Ari Vatanen
Regno Unito David Richards
Regno Unito Rothmans Rally Team
(Ford Escort RS1800)
9:39:40.0 (21)
20[6]
(714.00 km)
704.00 km[6]
20 (53)[7] 9 (19)[7]
2 Francia Guy Fréquelin
Francia Jean Todt
Regno Unito Talbot
(Talbot Sumbeam Lotus)
+8:31.0
3 Uruguay Domingo De Vitta
Uruguay Daniel Muzio
Ford Escort RS +40:46.0
9 Finlandia 31th Rally of 1000 Lakes
(28-30 Agosto) — Resoconto
1 Finlandia Ari Vatanen
Regno Unito David Richards
Regno Unito Rothmans Rally Team
(Ford Escort RS1800)
4:07:27.0 (48)
46[8]
(453.09 km)
439.89 km[8]
146 66
2 Finlandia Markku Alén
Finlandia Ilkka Kivimäki
Italia Fiat Auto Torino
(Fiat 131 Abarth Rally)
+59.0
3 Finlandia Hannu Mikkola
Svezia Arne Hertz
Germania Audi Sport
(Audi quattro)
+2:52.0
10 Italia 23º Rallye Sanremo
(5-10 Ottobre) — Resoconto
1 Francia Michèle Mouton
Italia Fabrizia Pons
Germania Audi Sport
(Audi quattro)
8:05:50.0 (61)
59[9]
(752.00 km)
750.00 km[9]
64 26
2 Finlandia Henri Toivonen
Regno Unito Fred Gallagher
Regno Unito Talbot
(Talbot Sumbeam Lotus)
+3:25.0
3 Italia Antonio 'Tony' Fassina
Italia Roberto 'Rudy' Dalpozzo
Italia Conrero Squadra Corse
(Opel Ascona 400)
+6:18.0
11 Costa d'Avorio 13ème Rallye Côte d'Ivoire
(26-31 Ottobre) — Resoconto
1 Finlandia Timo Salonen
Finlandia Seppo Harjanne
Costa d'Avorio Comafrique
(Datsun Violet GT)
9:57:00.0 - 5087.00 km 51 9
2 Svezia Per Eklund
Svezia Ragnar Spjuth
Costa d'Avorio Premoto Toyota
(Toyota Celica 2000GT)
+1:12:00.0
3 Kenya Shekhar Mehta
Kenya Mike Doughty
Costa d'Avorio Comafrique
(Datsun Violet GT)
+1:25:00.0
12 Regno Unito 37th Lombard RAC Rally
(22-25 Novembre) — Resoconto
1 Finlandia Hannu Mikkola
Svezia Arne Hertz
Germania Audi Sport
(Audi quattro)
8:30:00.0 65 746.74 km 151 54
2 Finlandia Ari Vatanen
Regno Unito David Richards
Regno Unito Rothmans Rally Team
(Ford Escort RS1800)
+1:05.0
3 Svezia Stig Blomqvist
Svezia Björn Cederberg
Regno Unito Talbot
(Talbot Sunbeam Lotus)
+13:36.0

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Piloti[modifica | modifica wikitesto]

[10]

Erano assegnati punti ai primi dieci classificati nel seguente ordine: 20 - 15 - 12 - 10 - 8 - 6 - 4 - 3 - 2 - 1.
Venivano inoltre considerati soltanto i migliori sette risultati ottenuti.[10]

Pos Pilota MON
Monaco
SWE
Svezia
PRT
Portogallo
KEN
Kenya
FRA
Francia
GRE
Grecia
ARG
Argentina
BRA
Brasile
FIN
Finlandia
ITA
Italia
CIV
Costa d'Avorio
GBR
Regno Unito
Punti
1 Finlandia Ari Vatanen (Rit) 2 (Rit) 1 (Rit) 1 1 7 9 2 96
2 Francia Guy Fréquelin 2 6 (Rit) 2 4 1 2 (Rit) 5 (Rit) 89
3 Finlandia Hannu Mikkola 91 1 (Rit) (Rit) SQ 3 4 1 62
4 Finlandia Markku Alén 7 1 2 2 9 Rit 56
5 Kenya Shekhar Mehta 1 5 2 Rit 3 55
6 Finlandia Timo Salonen Rit 4 Rit Rit (Rit) 4 12 1 (Rit) 40
7 Finlandia Henri Toivonen 5 2 Rit Rit Rit 2 Rit 38
8 Francia Michèle Mouton Rit 4 Rit SQ 13 1 Rit 30
9 Finlandia Pentti Airikkala 3 5 4 48
30 Svezia Per Eklund Rit 9 Rit 6 Rit (Rit) 2 6 29
11 Francia Jean Ragnotti 1 Rit 5 28
12 Francia Bernard Darniche 6 1 26
13 Svezia Stig Blomqvist 5 8 3 23
14 Argentina Jorge Recalde 3 4 22
15 Svezia Anders Kulläng 4 4 Rit Rit NP Rit 12 9 22
16 Germania Ovest Jochi Kleint 3 5 Rit 20
17 Regno Unito Tony Pond 5 3 Rit Rit 20
18 Svezia Björn Waldegård 8 3 Rit Rit 9 Rit Rit 17
19 Finlandia Rauno Aaltonen 13 2 15
20 Kenya Mike Kirkland 3 12
21 Italia Attilio Bettega Rit Rit 3 6 Rit 12
22 Uruguay Domingo De Vitta Rit 3 12
23 Italia Antonio Fassina 3 12
24 Svezia Björn Johansson 6 6 Rit 12
25 Regno Unito Terry Kaby 5 8 11

Seguono altri 45 piloti che hanno totalizzato almeno un punto.

Colore Risultato
Oro Vincitore
Argento 2º posto
Bronzo 3º posto
Verde Finito a punti
Blu Finito senza punti
Viola Ritirato (Rit)
Non classificato (NC)
Rosso Non qualificato (NQ)
Nero Squalificato (SQ)
Bianco Non partito (NP)
Bianco Non ha gareggiato
Infortunato (Inf)
Escluso (ES)
Gara cancellata (C)

Il corsivo indica i giri veloci.
Il grassetto indica le pole positions.

Note:
Tra parentesi i risultati scartati

Classifica Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

[10]

Venivano considerati soltanto i migliori sette risultati ottenuti.[10]
I Rally di Svezia e del Brasile non assegnavano punti per il campionato costruttori.[11][12]

Pos Costruttore MON
Monaco
SWE
Svezia
PRT
Portogallo
KEN
Kenya
FRA
Francia
GRE
Grecia
ARG
Argentina
BRA
Brasile
FIN
Finlandia
ITA
Italia
CIV
Costa d'Avorio
GBR
Regno Unito
Punti
1 Regno Unito Talbot 2 - 2 2 4 1 - 2 3 117
2 Giappone Datsun - 5 1 3 5 2 - 4 1 106
3 Stati Uniti Ford - 7 7 1 6 - 1 7 2 90
4 Germania Ovest Opel 3 - 8 5 10 - 6 3 69
5 Germania Ovest Audi - 4 - 3 1 1 63
6 Italia FIAT 7 - 1 2 - 2 8 63
7 Francia Renault 1 - 9 7 4 - 5 61
8 Giappone Toyota - 3 6 - 9 2 6 54
9 Francia Peugeot - 6 10 5 - 5 37
10 Italia Lancia 6 - 1 - 28
11 Germania Ovest Porsche 9 - 4 - 19
12 Cecoslovacchia Škoda - 6 - 8
13 Stati Uniti Dodge - 9 - 6
14 Giappone Mitsubishi - - 10 9 4
Colore Risultato
Oro Vincitore
Argento 2º posto
Bronzo 3º posto
Verde Finito a punti
Blu Finito senza punti
Viola Ritirato (Rit)
Non classificato (NC)
Rosso Non qualificato (NQ)
Nero Squalificato (SQ)
Bianco Non partito (NP)
Bianco Non ha gareggiato
Infortunato (Inf)
Escluso (ES)
Gara cancellata (C)

Il corsivo indica i giri veloci.
Il grassetto indica le pole positions.

Note:
Tra parentesi i risultati scartati

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) 1981 WRC Calendar, su juwra.com, Jonkka. URL consultato il 3 maggio 2016.
  2. ^ (ENCSPTESITPLFRNL) FIA WRC 1981 - Results, su ewrc-results.com. URL consultato il 2 maggio 2016.
  3. ^ Non si hanno ulteriori informazioni sui 10 km mancanti.
  4. ^ a b Furono cancellate le PS 4 e 35.
  5. ^ a b Fu cancellata la PS 1.
  6. ^ a b Fu cancellata la PS 20, cfr. (EN) Marlboro Rallye do Brasil 1981, su ewrc-results.com.
  7. ^ a b Furono dichiarate partenti alla gara con validità iridata soltanto le 20 vetture alimentate con benzina o gasolio, in accordo con il regolamento internazionale della FIA. A causa della mini-crisi petrolifera che colpì il Brasile quell'anno si iscrissero infatti altre 33 vetture alimentate con altri combustibili delle quali 10 terminarono la corsa, tuttavia esse non compaiono in graduatoria.
  8. ^ a b Furono cancellate le PS 11 e 37.
  9. ^ a b Furono cancellate le PS 51 e 56.
  10. ^ a b c d (EN) Season 1981 - Championship standings, su juwra.com, Jonkka. URL consultato il 9 maggio 2016.
  11. ^ (EN) Swedish Rally 1981, su juwra.com, Jonkka. URL consultato il 9 maggio 2016.
  12. ^ (EN) Brazil 1981, su juwra.com, Jonkka. URL consultato il 9 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo