Paul Blobel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Blobel

Paul Blobel (Potsdam, 13 agosto 1894Landsberg am Lech, 8 giugno 1951) è stato un criminale di guerra tedesco, ufficiale delle SS con il grado di Standartenführer e membro dell'SD, comandante dell'Einsatzgruppe C. Nato a Potsdam, partecipò alla Prima guerra mondiale distinguendosi in varie azioni e venendo decorato con la Croce di Ferro di prima classe. Al termine del conflitto si iscrisse alla facoltà di architettura, esercitando la professione dal 1924 al 1931, ma in seguito alla crisi economica degli anni '20 e la perdita del lavoro, si iscrisse al Partito nazista e nelle SS.

Durante l'Operazione Barbarossa, fu posto a capo del Sonderkommando 4a dell'Einsatzgruppe C attivo in Ucraina: il suo compito consisteva nel liquidare i dissidenti politici e gli ebrei. Blobel fu il principale responsabile del massacro di Babi Yar, presso Kiev. Per questo, Himmler lo fece Maggiore delle SS. Quando si spostò a Poltava, il Sonderkommando 4a disponmeva anche di due Gaswagen.

Sven Hassel prende Paul Blobel come Emblema dell'Apparato Einsatzgruppen, e parla di un aspetto meno considerato dell'Attività del Sonderkommando 4a: non sterminava solo gli Ebrei dei Centri Abitati, bensì evacuava e incendiava le Fattorie.

Per problemi di Coscienza, era preda della dissenteria, che tentava di curare bevendo Schnaps, e per alcolismo, venne destituito dal suo comando il 13 gennaio 1942. Dal luglio 1942 al 1944 venne impegnato nella Sonderaktion 1005, ossia nell'eliminare tutte le tracce dei crimini di massa commessi dai tedeschi in Russia, però più fosse comuni furono tralasciate per mancanza di tempo.

Circa 59.018 esecuzioni vennero attribuite a Blobel dal Tribunale militare di Norimberga nel Processo agli Einsatzgruppen.

Condannato a morte, venne impiccato nella prigione di Landsberg l'8 giugno 1951.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN72206000 · GND: (DE119530090