Paesi ex-comunisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In geografia, ed in politica, sono chiamati Paesi Ex-Comunisti quegli stati dell'Europa che in passato hanno fatto parte della cosiddetta orbita sovietica (impropriamente detta anche blocco sovietico).[1]

Si tratta infatti di quei paesi che erano legati all'Unione Sovietica dal patto di Varsavia, l'analogo est europeo della NATO. La netta separazione che i due blocchi creavano tra i paesi dell'europa occidentale e orientale venne definita cortina di ferro da Churchill. Dopo la caduta del muro di Berlino, nel 1989 il patto di Varsavia cominciò a sfaldarsi e gli Stati del blocco ad allontanarsi dall'U.R.S.S., aprendosi ai modelli economici e politici occidentali (transizione economica), da cui la denominazione "ex comunisti".

Questi paesi includono:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Panorama