Guerra delle sabbie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guerra delle sabbie
Frontière Maroc-Algérie 1963.svg
Frontiera marocco-algerina
Dataottobre 1963
LuogoDipartimento coloniale francese della Saoura (attualmente noto come provincia di Tindouf)
EsitoCessate il fuoco imposto dall'Organizzazione dell'unità africana
Schieramenti
Comandanti
Perdite
39 morti
57 prigionieri
Circa 300 morti
379 prigionieri
Voci di guerre presenti su Wikipedia

La guerra delle sabbie (in francese guerre des sables), fu combattuta nel 1963 tra il Marocco e l'Algeria. Il conflitto scoppiò a causa di un contenzioso territoriale sorto tra i due stati, in particolare per le zone di frontiera di Bechar e Tindouf.

L'8 ottobre 1963 l'esercito algerino attaccò a sorpresa alcune guarnigioni marocchine disposte lungo il confine. Come difesa le FAR di Hassan II risposero al fuoco e lanciarono una potente controffensiva, ma l'intervento dell'Organizzazione dell'unità africana impose il cessate il fuoco.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]