Outlander (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Outlander
Outlander.png
Immagine tratta dalla sigla della serie televisiva
Titolo originale Outlander
Paese Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno 2014 – in produzione
Formato serie TV
Genere fantastico, drammatico, sentimentale, storico
Stagioni 2
Episodi 29
Durata 60 min - 90 min (episodio)
Lingua originale inglese, gaelico scozzese, francese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Ronald D. Moore
Soggetto Diana Gabaldon (romanzi)
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Bear McCreary
Costumi Terry Dresbach
Produttore David Brown, Matthew B. Roberts
Produttore esecutivo Andy Harries, Jim Kohlberg, Ronald D. Moore, Maril Davis, Anne Kenney, Toni Graphia, Ira Steven Behr
Casa di produzione Sony Pictures Television, Left Bank Pictures, Story Mining and Supply Company, Tall Ship Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal 9 agosto 2014
Al in corso
Rete televisiva Starz
Prima TV in italiano
Dal 9 marzo 2015
Al in corso
Rete televisiva Fox Life

Outlander è una serie televisiva britannico-statunitense di genere storico-fantastico creata da Ronald D. Moore, che ha debuttato il 9 agosto 2014 sul canale via cavo Starz.[1] È nata come trasposizione televisiva della serie di Outlander, un ciclo di romanzi della scrittrice statunitense Diana Gabaldon.

La serie racconta le avventure della viaggiatrice nel tempo Claire Beauchamp Randall Fraser.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Prima parte[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1945 Claire Randall, un'infermiera della seconda guerra mondiale, ritorna da suo marito Frank dopo la fine dei combattimenti. I due partono per le Highlands scozzesi in occasione della loro "seconda" luna di miele e, durante il soggiorno a Inverness, Claire viene misteriosamente catapultata indietro nel tempo nella Scozia del 1743 grazie ad un cerchio di pietre misteriose, chiamato Craigh na Dun. La donna si ritrova in un mondo sconosciuto, dove la sua vita è costantemente in pericolo. Un antenato di suo marito, il capitano Jonathan "Black Jack" Randall, cerca di stuprarla, ma la donna viene portata in salvo da Murtagh Fitzgibbons, il quale la conduce dai MacKenzie, il clan di scozzesi residenti a Castle Leoch. Durante la sua permanenza nel territorio dei MacKenzie, Claire fa la conoscenza di Jamie Fraser, giovane guerriero ricercato dalle Giubbe Rosse per furto e nipote del laird Colum MacKenzie. Quest'ultimo costringe la donna a rimanere al castello come guaritrice e le impedisce di dirigersi alle pietre, grazie alle quali spera di poter tornare da Frank. Claire cerca di ambientarsi nella società scozzese e fa la conoscenza di Geillis Duncan, la quale sembra comprendere la sua natura di "straniera" dandole consigli. Durante un viaggio nel territorio MacKenzie per la riscossione dei tributi, Claire incontra nuovamente Jonathan Randall ed è costretta a sposare Jamie. Col tempo, però, tra i due si accende un'intensa passione, che divide così il cuore di Claire tra due uomini molto diversi in due vite inconciliabili. Dopo il matrimonio, Jamie e Claire ripartono per Castle Leoch, ma prima Jamie intende incontrare un disertore inglese che potrebbe aiutarlo a far cadere le accuse di furto. Lasciata nei boschi vicini a Craigh na Dun, Claire vede un'occasione irrinunciabile di tornare da Frank e si precipita verso il cerchio di pietre, dalle quali sente provenire la voce di Frank urlare il suo nome. Dopo sette settimane di ricerche, infatti, l'uomo è tornato anch'egli a Craigh na Dun, per cercare una spiegazione alla scomparsa improvvisa di Claire. La donna si avvicina e chiama in risposta il marito, ma improvvisamente viene catturata dalle Giubbe Rosse. Frank, sconfortato, lascia le Highlands per recarsi ad Oxford. Gli inglesi conducono Claire a Fort Williams da Jonathan Randall, il quale cerca per la terza volta di scoprire la verità sulla donna, ricorrendo alla violenza. Ma prima che il capitano possa ferire Claire, Jamie irrompe dalla finestra e minaccia l'uomo di sparargli se non lascia andare sua moglie.

Seconda parte[modifica | modifica wikitesto]

Jamie salva Claire da Randall, e ritornano a Leoch. Claire è ingannata da Laoghaire, una giovane donna che Jamie ha rifiutato, a far visita alla suo amica Geillis Duncan proprio mentre questa viene arrestata per stregoneria. Entrambe sono giudicate colpevoli, ma Geillis confessa esonerando Claire. Quando Geillis viene portata via per essere bruciata, Claire capisce che anche lei viene dal futuro. Claire racconta a Jamie la sua vera storia, e dopo che egli la accompagna alle pietre, ella decide di rimanere con lui. Jamie, quindi porta Claire a Lallybroch, dove conosce la volitiva sorella di sua marito, Jenny. Ma Jamie, sulla cui testa pende ancora una condanna, è catturato dalle Giubbe Rosse, ed incarcerato nella prigione di Wentworth per essere giustiziato. Randall sottopone Jamie a tortura. Claire riesce a entrare nella prigione, ma quando Randall la trova, Jamie accetta di sottomettersi a Randall in cambio della sua libertà. Randall violenta Jamie, ma Murtagh e gli uomini del clan riescono a liberarlo lasciando Randall mezzo morto. Claire cura Jamie, e alla fine salpano per la Francia. Claire spera di riuscire ad incontrare il principe Carlo Stuart e in qualche modo cambiare la storia per evitare che la catastrofica battaglia di Culloden. Durante la traversata Claire rivela a Jamie di essere incinta.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione è stata trasmessa in prima visione assoluta sul canale via cavo Starz dal 9 agosto 2014 al 30 maggio 2015, la seconda è stata trasmessa dal 9 aprile al 9 luglio 2016.[2] La terza stagione sarà trasmessa dal settembre 2017.[3]

In Italia la prima stagione è andata in onda in prima visione assoluta sul canale satellitare Fox Life dal 9 marzo al 29 giugno 2015, la seconda viene trasmessa dal 9 giugno 2016.[4]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 16 2014-2015 2015
Seconda stagione 13 2016 2016
Terza stagione 13 2017  ?

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie, ordinata il 25 giugno 2013, è prodotta da Starz in associazione con Sony Pictures Television.[5] L'autrice della saga Diana Gabaldon è stata assunta dalla produzione come consulente.[6]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2013 Starz annunciò il primo attore entrato nel cast: Sam Heughan nel ruolo di Jamie Fraser.[7] L'8 agosto seguì la conferma di Tobias Menzies come interprete di Jonathan "Black Jack" Randall e Frank Randall.[8] Dal 4 settembre 2013, Graham McTavish e Gary Lewis si unirono al cast nei ruoli di Dougal e Colum MacKenzie rispettivamente.[9] Il ruolo della protagonista Claire Randall venne assegnato all'attrice Caitriona Balfe in data 11 settembre 2013.[10] Il 16 ottobre 2013, Starz annunciò l'entrata nel cast di Lotte Verbeek nella parte di Geillis Duncan.[11]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le sede degli studios, costruiti per accomodare le esigenze della serie TV si trovano in Scozia, nella città di Cumbernauld[12] e le riprese si svolgono in locations presenti su tutto il territorio scozzese. Le riprese della prima stagione sono iniziate ad ottobre 2013 e si sono prolungate fino a settembre 2014. Le riprese della seconda stagione sono iniziate a maggio 2015.[13][14]

Rinnovi[modifica | modifica wikitesto]

In data 15 agosto 2014 la serie è stata rinnovata per una seconda stagione di 13 episodi.[15] Il 1º giugno 2016, Starz ha rinnovato la serie per una terza e una quarta stagione.[16]

Trasposizione dei romanzi[modifica | modifica wikitesto]

I responsabili della produzione hanno dichiarato che ogni stagione della serie avrebbe adattato un singolo libro della saga originale.[17]

Al 2016 sono state ordinate quattro stagioni.

Stagione Episodi Ordinata Riprese Premiere Finale Romanzi corrispondenti
Prima 16 25 giugno 2013 2013-2014 9 agosto 2014 30 maggio 2015 La straniera (romanzo originale: Outlander)
Seconda 13 15 agosto 2014[15] 2015-2016 9 aprile 2016 9 luglio 2016 L'amuleto d'ambra e Il ritorno (romanzo originale: Dragonfly in Amber)
Terza 13 1º giugno 2016[16] 2016-2017 settembre 2017 Il cerchio di pietre e La collina delle fate (romanzo originale: Voyager)
Quarta TBA 1º giugno 2016[16] Tamburi d'autunno e Passione oltre il tempo (romanzo originale: Drums of Autumn)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione di Outlander detiene un punteggio da Metacritic di 73/100, basato su 33 recensioni generalmente favorevoli.[18] L'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes riporta un consenso della critica dell'89% con un rating medio di 7,8/10 basato su 46 recensioni. Secondo il sito, l'opinione generale descrive Outlander come "un unico, soddisfacente adattamento del libro da cui è tratta, portato alla vita da uno scenario lussureggiante e una potente chimica tra i suoi protagonisti".[19]

The Huffington Post ha descritto il primo episodio come "un capolavoro di una profondità impressionante... È fantastico!"[20] Entertainment Weekly ha votato la première con una A-, scrivendo che l'episodio è "sexy, intelligente ed eccitante".[21] Anche Matt Zoller Seitz del New York magazine ha lodato la serie, definendola "provocatoriamente un proprio insieme di fantasy romantico, viaggi nel tempo e dramma in tempo di guerra (ambientata in due periodi di tempo)".[22] Sonia Saraiya di The A.V. Club ha dato alla prima stagione una A, scrivendo che la serie "rappresenta della Scozia del 1743 quello che Downton Abbey rappresenta dell'Inghilterra del 1912" e aggiungendo che "Outlander riesce egregiamente nel suo intento... Essa si rifiuta di sedersi comodamente in alcun genere".[23]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora di Outlander viene composta da Bear McCreary.

Outlander (Original Television Soundtrack)[modifica | modifica wikitesto]

Volume 1[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 febbraio 2015 venne pubblicata digitalmente la colonna sonora della prima parte della prima stagione della serie televisiva.[24]

Edizioni musicali Madison Gate Records

  1. People Disappear All the Time – 3:32
  2. Outlander - The Skye Boat Song (Castle Leoch Version) (feat. Raya Yarbrough) – 2:04
  3. Dance of the Druids (feat. Raya Yarbrough) – 4:38
  4. Fallen Through Time – 5:38
  5. Castle Leoch – 2:58
  6. Comin' Thro' the Rye – 1:45
  7. The Woman of Balnain (feat. Gillebride MacMillan) – 5:02
  8. Mrs. Fitz – 2:03
  9. The Losing Side of History – 4:52
  10. Clean Pease Strae – 2:02
  11. The Marriage Contract – 1:53
  12. The Wedding – 3:46
  13. The Veil of Time – 10:14
Durata totale: 50:27

Volume 2[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 settembre 2015 venne pubblicata digitalmente la colonna sonora della seconda parte della prima stagione della serie televisiva.[25]

Edizioni musicali Madison Gate Records

  1. Outlander - The Skye Boat Song (Extended) (feat. Raya Yarbrough) – 4:27
  2. Fort William Rescue – 6:40
  3. The Summoning (feat. Raya Yarbrough) – 3:21
  4. The Key to Lallybroch – 7:09
  5. On the Road – 5:06
  6. An Fhìdeag Airgid (feat. Gillebride MacMillan) – 1:35
  7. The Devil's Mark – 3:33
  8. To the Begging I Will Go – 2:15
  9. To Wentworth – 3:52
  10. Tale of the Tusks – 4:11
  11. Tracking Jaime – 4:30
  12. Wool Waulking Songs – 2:11
  13. Charge of the Highland Cattle – 3:35
  14. Hand Surgery – 4:05
  15. Setting Sail (feat. Raya Yarbrough) – 8:30
Durata totale: 65:00

Outlander - Season 2 (Original Television Soundtrack)[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 ottobre 2016 verrà pubblicata digitalmente la colonna sonora della seconda stagione della serie televisiva.[26]

Edizioni musicali Madison Gate Records

  1. Outlander - The Skye Boat Song (French Version) (feat. Raya Yarbrough) – 1:34
  2. Leave the Past Behind – 5:12
  3. Wrath of the Comte – 2:26
  4. Versailles – 2:53
  5. Into Paris – 3:49
  6. Honey Pot – 3:05
  7. The Apothecary – 3:09
  8. Baroque Chess Match – 3:03
  9. The Duel – 3:13
  10. Faith – 3:29
  11. Outlander - The Skye Boat Song (Jacobite Version) (feat. Raya Yarbrough) – 2:19
  12. Je Suis Prest – 3:51
  13. 125 Yards – 3:21
  14. Vengeance at Your Feet – 1:29
  15. The Uprising Begins – 1:57
  16. Prestonpans – 4:12
  17. Moch Sa Mhadainn – 4:35
  18. White Roses of Scotland – 4:30
  19. Tales of Brianna – 3:34
  20. Running Out of Time – 4:17
  21. Destiny on Culloden Moor – 6:27
  22. A Fraser Officer Survived – 4:15

Durata totale: 76:40

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Starz's 'Outlander' Gets First Poster, Premiere Date, 8 maggio 2014. URL consultato il 14 giugno 2014.
  2. ^ (EN) Kimberly Roots, Outlander Sets Return Date — See the Frasers Dazzle in Season 2 Poster, TVLine, 11 febbraio 2016. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Kimberly Roots, Outlander Sets Season 3 Premiere, TVLine, 15 febbraio 2017. URL consultato il 3 marzo 2017.
  4. ^ Stefano Balbo, Outlander: la nuova stagione dal 9 giugno in prima assoluta su FoxLife, Fox Life, 10 maggio 2016. URL consultato il 10 maggio 2016.
  5. ^ (EN) Sara Bibel, Starz Officially Greenlights New Series 'Outlander' From Executive Producer Ronald D. Moore, TV by the Numbers, 25 giugno 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  6. ^ (EN) Kristi Turnquist, 'Outlander': Ronald D. Moore talks about adapting Diana Gabaldon's bestseller for TV, OregonLive.com, 8 agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  7. ^ (EN) Sara Bibel, Starz Officially Confirms Sam Heughan Cast as Jamie Fraser in 'Outlander', TV by the Numbers, 9 luglio 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  8. ^ (EN) Sara Bibel, Starz Casts Tobias Menzies in 'Outlander', TV by the Numbers, 8 agosto 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  9. ^ (EN) Sara Bibel, Graham McTavish and Gary Lewis Join Cast of Starz Drama 'Outlander', TV by the Numbers, 4 settembre 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  10. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Caitriona Balfe Cast as Claire Randall in Starz and Sony Pictures TV's 'Outlander', TV by the Numbers, 11 settembre 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  11. ^ (EN) Sara Bibel, Lotte Verbeek Cast as Geillis Duncan in Starz & Sony Pictures TV's 'Outlander', TV by the Numbers, 16 ottobre 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  12. ^ (EN) Scottish cash to back US sci-fi series Outlander, in BBC News, 26 luglio 2013. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  13. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Production Begins on Starz and Sony Pictures Television's 'Outlander', TV by the Numbers, 7 ottobre 2013. URL consultato il 31 agosto 2014.
  14. ^ (EN) Kathy Shwiff, Producer Says New Starz Series ‘Outlander’ Not Easy to Shoot, The Wall Street Journal, 30 luglio 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  15. ^ a b (EN) James Hibberd, 'Outlander' renewed for second season, Entertainment Weekly, 15 agosto 2014. URL consultato il 15 agosto 2014.
  16. ^ a b c Laura Prudom, Outlander Renewed for Seasons 3 and 4, Variety, 1º giugno 2016. URL consultato il 2 giugno 2016.
  17. ^ (EN) Joy Tipping, ‘Outlander’ gets 2nd-season renewal — plus a few words with Sam Heughan and Ron Moore, DallasNews.com, 15 agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  18. ^ (EN) Outlander: Season 1, Metacritic. URL consultato il 31 agosto 2014.
  19. ^ (EN) Outlander: Season 1, Rotten Tomatoes. URL consultato il 31 agosto 2014 2014.
  20. ^ (EN) Jessica McNeill Azar, Outlander: First Episode Review, The Huffington Post, 5 agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  21. ^ (EN) Jeff Jensen, Outlander Review, Entertainment Weekly, 1º agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  22. ^ (EN) Matt Zoller Seitz, Outlander Is No Game of Thrones, But That’s a Good Thing, Vulture, 7 agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014 2014.
  23. ^ (EN) Sonia Saraiya, Outlander is letter-perfect historical fantasy, The A.V. Club, 8 agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  24. ^ Outlander: The Series, Vol. 1 (Original Television Soundtrack)
  25. ^ Outlander: The Series, Vol. 2 (Original Television Soundtrack)
  26. ^ Outlander: Season 2 (Original Television Soundtrack)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]