Nero Wolfe e sua figlia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nero Wolfe e sua figlia
Titolo originaleOver My Dead Body
AutoreRex Stout
1ª ed. originale1940
Genereromanzo
Sottogeneregiallo
Lingua originale inglese
AmbientazioneNew York
ProtagonistiNero Wolfe
CoprotagonistiArchie Goodwin
SerieNero Wolfe
Preceduto daLa guardia al toro
Seguito daTre sorelle nei guai

Nero Wolfe e sua figlia (titolo originale Over My Dead Body) è il settimo romanzo giallo di Rex Stout con Nero Wolfe protagonista.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quando una ragazza montenegrina giunge alla casa di arenaria per chiedere aiuto, un semplice caso di diamanti rubati in un'accademia di scherma si trasforma rapidamente in un caso di intrighi internazionali e omicidi. Il passato di Nero Wolfe, a lungo sepolto e gelosamente custodito, viene alla luce. Si scopre che l'investigatore ha una figlia adottiva, che si ritrova coinvolta nelle indagini e viene sospettata dalla polizia.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Nero Wolfe: investigatore privato
  • Archie Goodwin: suo assistente
  • Fritz Brenner: cuoco e maggiordomo
  • Saul Panzer, Fred Durkin e Orrie Cather: investigatori privati
  • Nikola Miltan: campione spadaccino
  • Joan Miltan: moglie di Nikola
  • Neya Tormic, Carla Lovchen: splendide ragazze montenegrine
  • Percy Ludlow, Rudolph Faber, Nathaniel Driscoll, Donald Barrett, Madame Zorka, Belinda Reade: allievi di scherma
  • John Barrett: padre di Donald
  • Cramer: ispettore della Squadra Omicidi
  • Purley Stebbins: sergente della Squadra Omicidi
  • Stahl: agente federale

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]