È stato ucciso un poliziotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
È stato ucciso un poliziotto
Titolo originaleThe Cop-Killer
AutoreRex Stout
1ª ed. originale1951
Generenovella
Sottogeneregiallo
Lingua originale inglese
AmbientazioneNew York
ProtagonistiNero Wolfe
CoprotagonistiArchie Goodwin
SerieNero Wolfe
Preceduto daMascherato per uccidere
Seguito daNero Wolfe e la pistola scomparsa

È stato ucciso un poliziotto (titolo originale The Cop-Killer) è la quindicesima novella gialla di Rex Stout con Nero Wolfe protagonista.

Il racconto è stato pubblicato per la prima volta in Italia con il titolo Nero Wolfe nei guai nel n. 1 della rivista Oscar del Giallo (1º dicembre 1965).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tina e Carl Vadas, commessi del barbiere che serve Archie Goodwin, sono interrogati da un poliziotto circa un investimento. Ma i due coniugi si trovano negli Stati Uniti illegalmente e, per paura di essere denunciati, corrono alla casa di arenaria per spiegare ad Archie il problema. Sfortunatamente il poliziotto è stato ucciso immediatamente prima che lasciassero il negozio, e quindi la squadra omicidi, convinta della loro colpevolezza, li sta cercando. Archie decide di correre il rischio di nascondere i coniugi in casa di Wolfe e si reca dal barbiere, con il pretesto di farsi radere, per seguire l'andamento delle indagini. Alla fine persino Wolfe in persona farà la sua apparizione nel negozio, risolvendo il mistero mentre si fa tagliare i capelli.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Nero Wolfe: investigatore privato
  • Archie Goodwin: assistente di Nero Wolfe e narratore di tutte le storie
  • Joel Fickler, Jimmie Kirk, Philip Toracco, Tom Yerkes, Janet Stahl, Carl e Tina Vardas, Ed Graboff: del salone per uomo Goldenrod
  • Jacob Wallen: poliziotto del Ventesimo Distretto
  • Cramer: ispettore della Squadra Omicidi
  • Purley Stebbins: sergente della Squadra Omicidi

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Rex Stout, La pistola scomparsa, traduzione di Hilia Brinis, collana I Classici del Giallo Mondadori (n. 851), Arnoldo Mondadori Editore, 1999, pp. 220, ISSN 0009-8426.