La scatola rossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La scatola rossa
Titolo originaleThe Red Box
AutoreRex Stout
1ª ed. originale1937
Genereromanzo
Sottogeneregiallo
Lingua originale inglese
AmbientazioneNew York
ProtagonistiNero Wolfe
CoprotagonistiArchie Goodwin
SerieNero Wolfe
Preceduto daSei per uno
Seguito daAlta cucina

La scatola rossa (titolo originale The Red Box) è il quarto romanzo giallo di Rex Stout con Nero Wolfe protagonista. Il romanzo è stato adattato due volte per la televisione italiana: la prima volta per la serie televisiva del 1969, la seconda per la serie del 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Molly Lauck, una modella che lavora per boutique di alta moda di Boyden McNair, muore per aver mangiato un confetto di mandorle[1] avvelenato, preso da una scatola di dolcetti "rubata" dalla ragazza. Llewellyn Frost assume Nero Wolfe non solo per investigare sul caso, ma anche per convincere la cugina Helen, pure lei modella per McNair, a lasciare il suo lavoro.

Grazie ad una lettera firmata dai più prestigiosi coltivatori di orchidee dagli Stati Uniti, Frost convince Wolfe a recarsi di persona nella boutique per parlare con McNair e le due modelle che erano con Molly Lauck al momento del delitto. Durante la visita il signor McNair, forse per il suo cattivo stato di salute, si mostra poco disponibile a collaborare, mentre Helen lascia intendere di essere stata a conoscenza del contenuto della scatola di dolci prima del delitto.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Nero Wolfe: investigatore privato
  • Archie Goodwin: suo assistente
  • Fritz Brenner: cuoco e maggiordomo
  • Saul Panzer: investigatore privato
  • Boyden McNair: stilista di moda
  • Helen Frost: modella di McNair
  • Calida Frost: madre di Helen
  • Llwellyn (Lew) Frost: cugino di Helen
  • Dudley Frost: padre di Lew, cognato di Calida
  • Perren Gebert: amico dei Frost
  • Molly Lauck, Thelma Mitchell: modelle di McNair
  • Cramer: ispettore della Squadra Omicidi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ chiamata "mandorla giordana" (jordan almond) nel testo orginale.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Rex Stout, La scatola rossa, I capolavori dei gialli n. 262, Mondadori, 1964, pp. 208.
  • Rex Stout, La scatola rossa, traduzione di Nicoletta Lamberti, I classici del giallo Mondadori n. 573, Mondadori, 1989, pp. 208.
  • Rex Stout, La scatola rossa, traduzione di Nicoletta Lamberti, collana Oscar gialli n. 251, Mondadori, 1991, pp. 207, ISBN 88-04-35034-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]