Maroš Šefčovič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maroš Šefčovič
Maroš Šefčovič.jpg

Commissario europeo per l'unione energetica
In carica
Inizio mandato 1º novembre 2014
Presidente Jean-Claude Juncker
Predecessore Günther Oettinger (Energia)

Vicepresidente della Commissione europea
In carica
Inizio mandato 1º novembre 2014

Commissario europeo per le relazioni interistituzionali e l'amministrazione
Durata mandato 9 febbraio 2010 –
31 ottobre 2014
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore Margot Wallström (Relazioni istituzionali e comunicazione)
Siim Kallas (Affari amministrativi, audit e lotta anti-frode)
Successore Frans Timmermans (Migliore legislazione, relazioni interistituzionali, stato di diritto e carta dei diritti fondamentali[)

Commissario europeo per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù
Durata mandato 1º ottobre 2009 –
9 febbraio 2010
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore Ján Figeľ
Successore Androulla Vassiliou (Istruzione, cultura, multilinguismo e gioventù)

Commissario europeo per la Salute e la Politica dei Consumatori
ad interim
Durata mandato 16 ottobre 2012 –
28 novembre 2012
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore John Dalli
Successore Tonio Borg

Dati generali
Partito politico Direzione - Socialdemocrazia
Università Università di Economia di Bratislava
Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali
Università Comenio di Bratislava

Maroš Šefčovič (Bratislava, 24 luglio 1966) è un politico slovacco, vicepresidente della Commissione europea e Commissario europeo per l'unione energetica nella Commissione Juncker dal 2014.

In precedenza Šefčovič è stato ambasciatore della Slovacchia in Israele. Dal 2004 al 2009 è stato il rappresentante permanente della Slovacchia presso l'Unione europea. Nell'ottobre 2009 ha sostituito Ján Figeľ come Commissario europeo per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù. Dopo le dimissioni di John Dalli il 16 ottobre 2012 Šefčovič ha assunto ad interim l'incarico di Commissario europeo per la Salute e la Politica dei Consumatori, fino all'entrata in carica del nuovo commissario Tonio Borg il 28 novembre 2012[1][2].

Dal 2010 al 2014, in qualità di commissario europeo per le relazioni interistituzionali e l'amministrazione nella Commissione Barroso II, il suo ambito di competenza riguardava l'amministrazione della Commissione, compresa l'amministrazione di alcuni dei servizi interni della Commissione; in particolare si è occupato del consolidamento delle riforme amministrative, del personale, delle scuole europee e della sicurezza interna.

Šefčovič è sposato e ha tre figli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Comunicato stampa sulle dimissioni di John Dalli, Commissione europea, 16 ottobre 2012.
  2. ^ (EN) Malta's Borg installed as health commissioner, EU Observer, 28 novembre 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Commissario europeo
per l'educazione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù
Successore Flag of Europe.svg
Ján Figeľ 1º ottobre 2009 - 9 febbraio 2010 Androulla Vassiliou
Predecessore Commissario europeo
per le relazioni interistituzionali e l'amministrazione
Successore Flag of Europe.svg
Margot Wallström (Società dell'informazione e media)
Siim Kallas (Affari amministrativi, audit e lotta anti-frode)
9 febbraio 2010 - 31 ottobre 2014 Frans Timmermans (Migliore legislazione, relazioni interistituzionali, stato di diritto e carta dei diritti fondamentali[)
Predecessore Commissario europeo
per l'unione energetica
Successore Flag of Europe.svg
Günther Oettinger (Energia) 1º novembre 2014 - in carica -
Predecessore Commissario europeo
della Slovacchia
Successore Flag of Slovakia.svg
Ján Figeľ 1º ottobre 2009 - in carica -
Controllo di autorità VIAF: (EN310521116 · LCCN: (ENno2014098739