Máire Geoghegan-Quinn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Máire Geoghegan-Quinn
Máire Geoghegan-Quinn International Year of Chemistry.jpg

Commissario europeo per la Ricerca, l'Innovazione e la Scienza
Durata mandato 9 febbraio 2010 –
31 ottobre 2014
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore Janez Potočnik
(Scienza e Ricerca)
Successore Carlos Moedas (Ricerca, scienza e innovazione)

Máire Geoghegan-Quinn (5 settembre 1950) è una politica irlandese, commissario europeo per la ricerca, l'innovazione e la scienza nella Commissione Barroso II dal 2010 al 2014. In precedenza è stata deputata e ministro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Máire Geoghegan di formazione è insegnante.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Johnny Geoghegan, padre di Máire, è stato deputato al Dáil Éireann dal 1954 al 1975 per conto del Fianna Fáil nella circoscrizione di Galway West, incarico assunto da Máire Geoghegan-Quinn a partire dal 1975.

Nel 1979 Geoghegan-Quinn venne nominata ministro per gli affari gaelici, divenendo la prima donna ministro dello stato di Irlanda. Per un breve periodo servì anche come ministro dell'istruzione e della scienza nel 1982. Nel 1987 Geoghegan-Quinn venne nominata ministro presso il dipartimento del Taoiseach e svolse tale incarico fino al 1991. Nel 1992 Geoghegan-Quinn appoggiò la candidatura di Albert Reynolds come leader del Fianna Fáil e come primo ministro; dopo la sua vittoria Geoghegan-Quinn venne nominata ministro del turismo, dei trasporti e delle comunicazioni e l'anno successivo ministro della giustizia. Come ministro della giustizia promosse importanti riforme, tra cui la depenalizzazione dell'omosessualità. Dopo le dimissioni di Reynolds dal governo nel 1994, Geoghegan-Quinn si candidò come leader del suo partito contro Bertie Ahern, decidendo però di ritirarsi il giorno stesso del voto, evitando una probabile sconfitta[1].

Dopo le elezioni politiche del 1997 Geoghegan-Quinn si ritirò dalla vita politica, adducendo ragioni personali[2], ma probabilmente anche per le prospettive incerte della sua carriera politica[3]. Dopo il ritiro dalla vita politica, Geoghegan-Quinn divenne direttore non esecutivo di Aer Lingus. Nel 1999 venne nominata membro della Corte dei conti europea e il suo mandato fu rinnovato nel 2006.

Commissario europeo[modifica | modifica wikitesto]

A fine 2009 il governo irlandese l'ha indicata per la Commissione europea.

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Máire Geoghegan è sposata e ha due figli.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 ha pubblicato un romanzo, The Green Diamond.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Burns, "Softly, softly, says Ahern", The Sunday Times, 20 November 1994.
  2. ^ Alan Murdoch, "Media blamed as Ireland's first woman cabinet minister quits", The Independent, 28 January 1997.
  3. ^ Denis Coughlan, "Maybe more than a matter of family privacy Maire Geoghegan-Quinn will be a big loss to Fianna Fail, but the denizens of Leinster House are already calling 'next business'," Irish Times, 28 January 1997

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4241444 · ISNI (EN0000 0000 4517 9260 · LCCN (ENn98007718 · WorldCat Identities (ENn98-007718