Maria Damanakī

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Damanakī
Ministru prezidents Valdis Dombrovskis tiekas ar Eiropas Savienības (ES) jūrlietu un zivsaimniecības komisāri Mariju Damanaki (7093055433) (cropped).jpg

Commissario europeo per la Pesca e gli Affari Marittimi
Durata mandato 9 febbraio 2010 –
31 ottobre 2014
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore Joe Borg (Pesca e affari marittimi)
Successore Karmenu Vella (Ambiente, Affari marittimi e Pesca)

Maria Damanakī (in greco Μαρία Δαμανάκη; Agios Nikolaos, 18 ottobre 1952) è una politica greca, Commissario europeo per la Pesca e gli Affari Marittimi dal 9 febbraio 2010 al 31 ottobre 2014, in seno alla Commissione Barroso II.

Damanakī si è laureata in ingegneria chimica all'Università Tecnica Nazionale di Atene. Da studente aderì alla Gioventù comunista greca, la sezione giovanile del Partito Comunista di Grecia, e partecipò attivamente alla lotta contro la dittatura e alla rivolta del politecnico di Atene; venne arrestata e torturata dal regime.

Ha fatto parte del Parlamento Ellenico dal 1977 al 1993, prima nelle file del KKE e poi del partito Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell'Ecologia, di cui divenne presidente nel 1991. Damanakī è stata la prima leader di partito donna in Grecia. Alle elezioni politiche del 1993 Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell'Ecologia non riuscì tuttavia a superare la soglia di sbarramento, per cui Damanakī fu costretta alle dimissioni da presidente del partito.

Damanakī è stata candidata a sindaco di Atene nel 1994 per conto di Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell'Ecologia e nel 1998 per conto di Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell'Ecologia e del PASOK, ma venne sconfitta in entrambe le occasioni.

Damanakī ha sempre fortemente auspicato una cooperazione tra Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell'Ecologia e PASOK, andando contro la linea politica prediletta dal gruppo dirigente del suo partito. Nel 2003 Damanakī ha lasciato il Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell'Ecologia e si è dimessa dal Parlamento; dopo l'elezione di George Papandreou come leader del PASOK Damanakī ha scelto di aderire al suo partito. Nel 2003 è stata eletta nuovamente in Parlamento, nelle liste del PASOK, e si è occupata principalmente di istruzione e cultura.

Nel novembre 2009 il governo Papandreou l'ha indicata come commissaria greca per la Commissione europea.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]