Marija Gabriel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marija Gabriel
Мария Габриел
Mariya Gabriel (35988642015).jpg

Commissario europeo per l'economia e la società digitali
In carica
Inizio mandato 7 luglio 2017
Presidente Jean-Claude Juncker
Predecessore Andrus Ansip

Vicecapogruppo del PPE al Parlamento Europeo
Durata mandato 1º luglio 2014 –
7 luglio 2017

Dati generali
Partito politico Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria

Marija Gabriel (in bulgaro Мария Иванова Габриел?; Goce Delčev, 20 maggio 1979) è una politica bulgara, Commissario europeo per l'economia e la società digitali dal 7 luglio 2017. Era stata membro del Parlamento europeo per il partito Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria (GERB) dal 2009 al 2017 e vicecapogruppo del Partito Popolare Europeo, compagine di centro-destra che detiene la maggioranza relativa dei seggi nell'emiciclo dal 1º luglio 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marija Ivanova Nedelčeva è nata a Goce Delčev il 20 maggio 1979. Diplomatasi al liceo linguistico "Petar Beron" di Kjustendil nel 1997, nel 2001 si è laureata in lingue bulgara e francese presso l'Università “Paisii Hilandarski” di Plovdiv. Ha continuato gli studi presso l'Institut d'études politiques di Bordeaux dove ha ottenuto la laurea magistrale in "Politica comparativa e relazioni internazionali" nel 2003. Dal 2004 al 2008 ha insegnato nello stesso istituto come assistente di ricerca, occupandosi di materie relative ai processi decisionali dell'Unione europea, alla sociologia politica e alle relazioni internazionali.

Membro del Parlamento europeo[modifica | modifica wikitesto]

È stata eletta membro del Parlamento europeo per il partito Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria (GERB) nelle elezioni europee del 2009, iscrivendosi poi al Gruppo del Partito Popolare Europeo. Qui ha ricoperto vari incarichi nelle diverse commissioni parlamentari, anche come cordinatrice del suo gruppo.

Rieletta nelle successive elezioni europee, dal 1º luglio 2014 è vicepresidente del gruppo parlamentare popolare.

Commissario europeo[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 maggio 2017 viene proposta dal governo bulgaro, presieduto dal neo-rieletto primo ministro Bojko Borisov, come commissario europeo della Bulgaria per sostituire (dopo oltre quattro mesi) Kristalina Georgieva[1]; il successivo 16 maggio, a seguito di un colloquio con Gabriel, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker annuncia la sua intenzione di affidarle l'incarico di Commissario europeo per l'agenda digitale[2]. Il 20 giugno seguente ha sostenuto l'audizione davanti alle commissioni industria e cultura del Parlamento europeo[3] e il 4 luglio la plenaria ha approvato la sua nomina con 517 voti a favore, 77 contrari e 89 astensioni[4]. La sua nomina è stata confermata anche dal Consiglio dell'Unione europea il 7 luglio 2017, consentendole così di entrare in carica[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) President Juncker receives proposal for nomination of candidate for Commissioner from Bulgaria, su europa.eu, 10 maggio 2017. URL consultato il 22 maggio 2017.
  2. ^ Il presidente Juncker consulta il Parlamento europeo sulla nomina di Mariya Gabriel come commissaria responsabile per l'Economia e la società digitali, su europa.eu, 16 maggio 2017. URL consultato il 22 maggio 2017.
  3. ^ Gabriel, resta poco tempo, avanzare su digitale Ue, su ansa.it, 20 giugno 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  4. ^ Tlc: ok Europarlamento a Gabriel nuova commissaria digitale, su ansa.it, 4 luglio 2017. URL consultato il 5 luglio 2017.
  5. ^ (EN) Mariya Gabriel appointed digital commissioner, su consilium.europa.eu, 7 luglio 2017. URL consultato l'11 luglio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]