Elisa Ferreira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elisa Ferreira
Hearings with Elisa Ferreira (PT), candidate commissioner for cohesion and reforms (48833172086) (cropped).jpg

Commissario europeo per la coesione e le riforme
In carica
Inizio mandato 1º dicembre 2019
Presidente Ursula von der Leyen
Predecessore Johannes Hahn (politiche regionali)

Ministro dell'Ambiente
Durata mandato 28 ottobre 1995 –
25 ottobre 1999
Capo del governo António Guterres
Predecessore Teresa Patrício de Gouveia
Successore José Sócrates

Dati generali
Partito politico Partito Socialista
Università Università di Porto

Elisa Maria da Costa Guimarães Ferreira (Porto, 17 ottobre 1955) è un'economista e politica portoghese.

Economista, già ministro dell'ambiente (1995-1999), è stata eurodeputata per tre legislature, dal 2004 al 2016. Ha quindi ricoperto la carica di vicepresidente della Banca del Portogallo.

Dal dicembre 2019 è il commissario europeo per la coesione e le riforme della commissione von der Leyen[1]. È la prima donna portoghese a ricoprire l'incarico di commissaria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Ferreira è stato Ministro dell'Ambiente (1995-1999) e Ministro della Pianificazione (1999-2001) nel governo di António Guterres.

A Strasburgo[modifica | modifica wikitesto]

Nelle elezioni europee del 2004 è stata eletta al Parlamento europeo dimettendosi nel 2016.[2] Per tutto il tempo trascorso a Bruxelles, è stata membro della commissione per i problemi economici e monetari. In tale veste, ha redatto la relazione di iniziativa della commissione su un più stretto coordinamento delle politiche economiche, in cui si chiede che alla Banca centrale europea (BCE) vengano conferiti i poteri di monitorare la "stabilità finanziaria nell'area dell'euro" e di essere coinvolti "in vigilanza macroprudenziale a livello dell'UE di istituti finanziari sistematicamente importanti". È stata anche responsabile della relazione del Parlamento sulla procedura per gli squilibri macroeconomici nel 2011 e ha guidato i lavori del Parlamento sul meccanismo di risoluzione unico (SRM) nel 2013.

Dal 2004 al 2014, Ferreira è stata membro della delegazione del parlamento all'Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE. Nel 2015 è entrata a far parte del comitato speciale in materia di decisioni fiscali e altre misure simili per natura o effetto.

Nel 2012, Ferreira faceva parte come esperta della "troika alternativa" socialista e democratica (S&D) inviata in Grecia per valutare quali misure potevano essere prese per stimolare la crescita dell'occupazione.

Oltre ai suoi incarichi in commissione, Ferreira era membro dell'Intergruppo del Parlamento europeo sugli investimenti a lungo termine e la reindustrializzazione. Ha anche rappresentato il Parlamento alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2007 a Bali e alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2008 a Poznań.

Nella Banca del Portogallo[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2016, Elisa Ferreira ha rassegnato le dimissioni dal Parlamento europeo dopo essere stata nominata dal governo portoghese a far parte del consiglio di amministrazione della Banca del Portogallo, diventandone vice governatore.[3] Fu sostituita da Manuel dos Santos.

Commissario europeo[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 2019, il Primo Ministro António Costa ha annunciato che Ferreira era stata indicata come commissario portoghese nella Commissione europea di Ursula von der Leyen, in carica dal dicembre 2019, prendendo il portafoglio di Coesione e Riforme.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Commissione europea di Ursula von der Leyen. Tutti i commissari, su repubblica.it, 19 settembre 2019.
  2. ^ (EN) Your MEPs: Elisa Ferreira, in European Parliament. URL consultato il 2 dicembre 2010.
  3. ^ (EN) Vice-Governor Elisa Ferreira, in Banco de Portugal. URL consultato il 1º dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7351156858583449780008 · GND (DE1194446434