Emarèse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emarèse
comune
Emarèse – Stemma Emarèse – Bandiera
Sommarèse in inverno
Sommarèse in inverno
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Valle d'Aosta-Stemma.svg Valle d'Aosta
Provincia Non presente
Amministrazione
Sindaco Lucina Grivon (lista civica Pour Emarèse) dal 24/05/2010
Territorio
Coordinate 45°43′N 7°42′E / 45.716667°N 7.7°E45.716667; 7.7 (Emarèse)Coordinate: 45°43′N 7°42′E / 45.716667°N 7.7°E45.716667; 7.7 (Emarèse)
Altitudine 1.170 m s.l.m.
Superficie 10,23 km²
Abitanti 223[1] (31-12-2010)
Densità 21,8 ab./km²
Frazioni La Saléraz, Érésaz, Ravet, Chassan, Settarme, Sommarèse, Longeon
Comuni confinanti Brusson, Challand-Saint-Anselme, Challand-Saint-Victor, Montjovet, Saint-Vincent
Altre informazioni
Cod. postale 11020
Prefisso 0166
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 007025
Cod. catastale D402
Targa AO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona F, 3 997 GG[2]
Nome abitanti émarésots
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Emarèse
Emarèse
Posizione del comune di Emarèse all'interno della Valle d'Aosta
Posizione del comune di Emarèse all'interno della Valle d'Aosta
Sito istituzionale

Emarèse (Émarésa in patois valdostano[3]) è un comune sparso italiano di 213 abitanti[4] della Valle d'Aosta. Il municipio si trova in frazione Eresaz.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è interamente collocato sull'adret, ovvero il versante in sinistra idrografica della valle d'Aosta. La quota passa dai circa 700 m di quota del punto di confine con Saint Vincent e Montjovet ai 2107 metri della Testa di Comagna.[5]

Il Col Tzecore collega i comuni di Emarèse e di Challand-Saint-Anselme.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo latino è Emaresium[7] (anticamente Ima regia[8]).

Il Papa Alessandro III cita la parrocchia di Emarèse nella bolla del 20 aprile 1176. Successivamente la parrocchia fu eliminata, ma fu poi ricreata nel 1747. Il catasto del Regno di Sardegna relativo alla parrocchia di Emarèse, terminato in data 11 novembre 1771, recensisce 5.968 appezzamenti ripartiti tra 201 proprietari-contribuenti, corrispondenti a 45 diversi nomi di famiglia.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]
</noinclude>

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Parrocchiale di Saint-Pantaléon e cimitero

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è principalmente e da sempre a vocazione agricola, ma nel settecento, allorché un contadino trovò un pepita di notevoli dimensioni (180 grammi) il paese attraversò un breve periodo di richiamo per i cercatori d'oro[senza fonte].

Tra la fine del XIX secolo e fino agli anni settanta del Novecento circa l'economia locale è stata influenzata dalla lavorazione dell'amianto della Società Italiana Amianto. Sul territorio comunale oltre alla cava insiste anche la discarica di inerti contenenti amianto; nel 2011 è stato approvato il piano di bonifica e di messa in sicurezza del sito principale di Chassan-Settarme, oggi in attesa di attuazione.[10][11] L'area nel 2012 è stata indicata come SIN dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sui rifiuti.[12]

Persone legate a Emarèse[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph-Marie Trèves - Presbitero e militante antifascista, fondatore del movimento La jeune Vallée d'Aoste.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio (frazione Eresaz)
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Fabrizio Maria Treves lista civica Sindaco
2010 in carica Lucina Grivon lista civica Pour Emarèse Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Emarèse fa parte della Comunità montana Monte Cervino.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

In questo comune si gioca a tsan, caratteristico sport tradizionale valdostano.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 258.
  4. ^ Dato Istat al 31/5/2009.
  5. ^ GeoNavigatore SCT, carta tecnica regionale della Regione Valle d'Aosta, on-line su geonavsct.partout.it
  6. ^ Le zone sismiche in Italia: Valle-Aosta, statistica 2006, www.abspace.it
  7. ^ DIZIONARIO GEOGRAFICO - Di GOFFREDO CASALIS, Vol VI, Torino 1840
  8. ^ Vallée d'Aoste autrefois, raccolta di opere di Robert Berton, 1981, Sagep ed., Genova.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ news - Regioni.it
  11. ^ ARPA Valle d'Aosta
  12. ^ Doc_023_014.pdf
  13. ^ Dati 2011. Cfr. Anna Maria Pioletti (a cura di), Giochi, sport tradizionali e società. Viaggio tra la Valle d'Aosta, l'Italia e l'Unione Europea, Quart (AO), Musumeci, 2012, pp. 74-100, ISBN 978-88-7032-878-3.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Geologia
  • I minerali del giacimento d'amianto di Emarèse (Ao), in Rivista mineralogica italiana, 3, 1981, pp. 85-90
  • Paolo Castello, Giancarlo Cesti, Le miniere d'oro di Emarèse, pp. 97-102
  • Paolo Castello, Il giacimento d'amianto di Emarèse, in Revue valdôtaine d'histoire naturelle, 28, 1974, pp. 63-67
  • Paolo Castello, Note sulle mineralizzazioni a ferro-rame, magnetite e manganese di Châtillon, Verrès e Emarèse (Valle d'Aosta) del complesso piemontese dei calcescisti con pietre verdi, in Revue valdôtaine d'histoire naturelle, 1990, n. 44, pp. 42-50
Ingegneria idraulica
  • Joseph Trèves, L'ancien rû d'Emarèse, Aoste: Imprimerie catholique, 1916
  • Le Ru Corthod: recueil de textes, a cura del Centre culturel de Challand-Saint-Anselme, Quart: Musumeci, 1986
Storia
  • Giancarlo Forte, Denari e decime a Saint-Germain di Montjovet, Champdepraz e Emarèse, 2002

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN248313504