Joseph-Marie Trèves

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joseph-Marie Trèves

Joseph-Marie Trèves (Emarèse, 1874Excenex, 1941) è stato un presbitero italiano. È conosciuto come l'abbé Trèves. Fondò il movimento regionalista La jeune Vallée d'Aoste. Il suo nome è fortemente legato alla resistenza al regime fascista in Valle d'Aosta, che puntava all'annullamento della sua cultura alpina e francofona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1874 a Emarèse, si dedica a diffondere iniziative sociali promosse dal gruppo di presbiteri che si riconoscevano negli ideali di monsignor Jean-Joconde Stévenin, sindaco di Aosta : lancia delle campagne per la creazione di casse rurali in favore dei lavoratori, contro l'alcolismo, l'analfabetismo e l'immoralità.

Percorre a piedi la Valle d'Aosta per conoscere da vicino le condizioni di vita dei contadini e le loro sofferenze causate dalle ripercussioni della politica economica e culturale dell'epoca.

L'intensificarsi delle misure di restrizione imposte dal regime fascista obbliga Trèves a prendere una posizione radicale nei confronti della dittatura e dei valdostani che avevano scelto di sostenerla per opportunismo.

Joseph-Marie Trèves muore nella sua parrocchia a Excenex (sulla collina di Aosta) nel 1941.

Il Centre d'études abbé Trèves è stato inaugurato il 6 ottobre 2012 a Érésaz (villaggio sede del municipio di Emarèse).

La Jeune Vallée d'Aoste[modifica | modifica wikitesto]

Foto di gruppo dei fondatori della Jeune Vallée d'Aoste all'assemblea di fondazione (scattata davanti al Piccolo Seminario di Aosta il 22 marzo 1925): Partendo da sinistra in alto: Joseph-Athanase Thiébat, Ferdinand Bionaz, Émile Chanoux, Joseph-Marie Trèves, Cino Norat, Joseph-Marie Alliod, Samuel Gerbaz, Louis Pellissier, François Vallet. Joseph Proment è seduto.

Con Émile Chanoux, Rodolphe Coquillard e Séverin Caveri fonda la Jeune Vallée d'Aoste, gruppo regionalista il cui programma è dichiaratamente antifascista: la salvaguardia delle tradizioni e della lingua francese e la trasformazione del Regno d'Italia in una federazione repubblicana di regioni italiane nel quadro più ampio di una federazione europea.

Messo al bando dalle milizie fasciste, il movimento diventa clandestino, e i suoi membri animeranno la resistenza antifascista in Valle d'Aosta degli anni 1943-1945.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Trèves, L'abbé Joseph-Marie Trèves : le parcours d'un Valdôtain, Tipographie Duc, Saint-Christophe, 1983 (ried. 2012).
  • Joseph-César Perrin, La jeune Vallée d'Aoste, Aosta, 1973.
  • Écrits de l'abbé Trèves dans Recueil de textes valdôtains, vol. III, Aosta, 1967.
  • P. Gorret, Quelques lettres de l'abbé Trèves, Aosta, 1967.
  • Lettres de Joseph Trèves à Félicien Gamba, Aosta, Archives historiques régionales, 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN315537513