Circolo Canottieri Ortigia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Circolo Canottieri Ortigia
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
WaterPoloSwimsuits front Ortigia 2010-2011.png WaterPoloSwimsuits back Ortigia 2010-2011.png
Colori sociali 600px quadrisection HEX-0B6238 White.svg Bianco · verde
Dati societari
Città Siracusa
Paese Italia Italia
Confederazione LEN
Federazione Flag of Italy.svg FIN
Campionato Serie A1 maschile
Serie B femminile
Fondazione 1928
Presidente Italia Valerio Vancheri
Allenatore Italia Stefano Piccardo (Maschile)
Italia ? (Femminile)
Sede Via Paolo Caldarella 2
- 96100 Siracusa
Sito web www.canottieriortigia.it
Palmarès
Titoli europei Coppa COMEN: 2
Coppa LEN.svg Coppe LEN: 2
Altri titoli (Maschile)

2 Campionati di Serie A2
1 Campionato di Serie B
1 Campionato di Serie C

(Femminile)

1 Campionato di Serie A2
2 Campionati di Serie B

Impianto sportivo
Piscina Paolo Caldarella
1 300 posti

Il Circolo Canottieri Ortigia è una società sportiva di Siracusa che viene fondata il 15 aprile 1928[1] come circolo di canottaggio. Nel corso degli anni, il club partecipa a nuove discipline, due delle quali scuoteranno notevole successo: pallanuoto e pallamano.

Il colore sociale del club è il biancoverde. L'impianto sede delle gare casalinghe è la Piscina Paolo Caldarella, intitolato all'omonimo giocatore, (perno fisso dell'Ortigia e della nazionale italiana) che perì in un incidente stradale alle porte di Siracusa il 27 settembre 1993. Inoltre, nel 1979 al sodalizio biancoverde, è stato conferito il premio Stella d'Oro al merito sportivo.

L'Ortigia è rappresentata sia in campo maschile che femminile. Il settore giovanile è stato da sempre il punto di forza del club, ottenendo ottimi risultati, che permettono a diversi atleti locali di intraprendere una brillante carriera agonistica. La maschile, sicuramente vanta più tradizione, essendo già dai primi anni ottanta approdata in serie A. È uno dei club con più partecipazioni in massima serie, ritagliandosi un ruolo importante nel panorama pallanuotistico. La femminile, si è insediata in serie A nei primi anni duemila, raggiungendo subito ottimi risultati, disputando anche una finale scudetto contro le etnee dell'Orizzonte Catania nella stagione 2002-2003. Tra i trofei vinti dal club, 2 coppe COMEN nella maschile (2001-2002) e 2 coppe LEN nella femminile (2004-2005).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Maschile[modifica | modifica wikitesto]

Il circolo venne fondato da Alberto Scarselli assieme a Pippo D'Aquino, Ciccio Abela e Silvio Guido e cominciò ad occuparsi di canottaggio fino ad organizzare, nel 1951, il campionato italiano di jole da mare. Successivamente, a causa della mancata sostituzione delle imbarcazioni, l'attività remiera passò in secondo piano e si andò sviluppando il settore nuoto e pallanuoto. Nella seconda metà degli anni ottanta, e precisamente nel luglio 1987, avvenne la scissione e fu costituita la A.S.D. Canottieri Ortigia settore canottaggio.

Fino ai primi anni settanta la squadra militò in serie minori. Poi l'avvento di Romolo Parodi, prima come giocatore e allenatore, successivamente come allenatore, cambiò radicalmente lo scenario. Nel giro di meno di dieci anni, puntando sui giovani - tra cui spiccavano Alessandro Campagna, poi divenuto tecnico della nazionale ed il compianto Paolo Caldarella, entrambi vincitori di medaglia d'oro olimpica a Barcellona nel 1992, oltre a Sebastiano Di Caro e Peppe Cassia - Parodi portò la squadra fino alla serie A. In seguito ad incomprensioni con la società, Parodi venne sostituito con il suo vice, Tore Albo, che continuò l'ottimo lavoro. Negli anni ottanta vennero i migliori risultati: 4° nel 1983 e 1986. Nel decennio si alternarono stranieri del calibro di Gabor Czapo e Attila Sudar, entrambi campioni del mondo con la squadra ungherese. Parodi ritornò all'Ortigia nel 1984 e ci rimase alcuni anni. La sua eredità è ancora viva: l'ex allenatore Aldo Baio ed il veterano Mauro Bordone hanno avuto Parodi come primo allenatore.

Nella stagione 2012-2013 perde lo spareggio salvezza col Nervi retrocedendo di fatto in serie A2. Vi rimane 2 anni, perdendo per ben due volte lo spareggio promozione per accedere in massima serie, in ultimo con Trieste. Nella stagione 2015-2016 viene accolta la sua domanda di ripescaggio in virtù della mancata iscrizione del Como Nuoto tornando nuovamente in massima serie.

Il campionato 2015-2016 si preannuncia molto combattuto, e dopo un inizio disastroso in cui i biancoverdi ottengono un solo punto nelle prime sei gare, i ragazzi allenati da Luigi Leone prendono possesso delle proprie capacità andando a racimolare diversi punti seguite da ottime prestazioni di squadra, che le permettono di giocarsi la salvezza in Serie A1 (cosa assai ardua pronosticata ad inizio torneo). Al termine della stagione si classifica al dodicesimo posto, andando a disputare i play out salvezza. Nella prima sfida perde contro la Lazio col punteggio di 9-8, dovendo rinviare il capitolo salvezza alla prossima gara. Il 27 maggio 2016, sul campo neutro di Sori, batte per 10-9 la Florentia ottenendo la permanenza in massima serie.[2]

Il 30 luglio 2016 viene ufficializzato e presentato alla stampa locale l'ingaggio del nuovo tecnico biancoverde per la stagione 2016-2017, il greco Giannis Giannouris, con esperienze importanti in campo internazione. Inoltre la società annuncia di aver trovato l'accordo anche con il giocatore Massimo Giacoppo, fresco vincitore di scudetto con la squadra della Pro Recco[3].

Il 26 gennaio 2017 il tecnico greco lascia la guida tecnica biancoverde per motivi personali, gli subentra Luigi Leone che torna così ad allenare i biancoverdi a distanza di un anno[4]. Nell'ultima gara di campionato, i biancoverdi battono nello scontro diretto per evitare i play-out il Bogliasco per 14 a 5 centrando la salvezza diretta davanti a circa 1.000 spettatori presenti[5].

Nel 2017, la guida della squadra viene affidata all'esperto allenatore genovese Stefano Piccardo, reduce da 3 ottime stagioni con la Pallanuoto Trieste. Il sodalizio biancoverde nell'anno dei novant'anni dalla fondazione del club, punta decisamente a ben figurare, rafforzando l'organico con alcuni innesti di assoluto valore come Christian Napolitano (un ritorno per il centroboa aretuseo), il croato Marko Jelača (proveniente dalla Pallanuoto Sport Management), il serbo Boris Vapenski e l'olandese Robin Lindhout, mentre tra i riconfermati spicca Giacomo Casasola, entrato in orbita della Nazionale[6]. Gli aretusei fin dalle prime battute del campionato dimostrano di potersi battere con chiunque, raggiungendo a fine campionato un sorprendente quarto posto, che gli permette di qualificarsi alla Final Six da disputare a Siracusa nella Piscina Paolo Caldarella dal 25 al 27 Maggio 2018[7]. Nella prima gara valevole per i quarti di finale, i biancoverdi si impongono contro il Savona per 9-4 raggiungendo una semifinale storica (mancava dalla stagione 1984-1985)[8]. In semifinale il cammino dei biancoverdi si interrompe contro i campioni in carica della Pro Recco, subendo una sconfitta pesante per 16-3[9]. Nella finale per il terzo e quarto posto, valevole per la qualificazione ai preliminari di Champions League, all'Ortigia non riesce l'impresa, pareggiando contro lo Sport Management per 9-9, ma perdendo la lotteria dei rigori 13-14, ottenendo comunque la qualificazione per l'Europa Cup[10]

L'anno successivo, i biancoverdi si confermano tra i club maggiormente in crescita, arrivando a disputare le semifinali sia di Coppa Italia che di Euro Cup. In questa competizione, dopo essersi qualificata ai quarti di finale vincendo il proprio girone contro i serbi del Vaterpolo klub Nais ed i greci dello Ydraikos Nautikos Omilos[11], e successivamente accedendo ai quarti di finale arrivando secondo nel suo girone, battendo dapprima gli spagnoli del Club Natació Barcelona per 9-6[12] e poi i croati del Vaterpolski klub Mornar per 10-9[13], dovranno arrendersi in semifinale ai più quotati avversari del Cercle des Nageurs de Marseille, che dopo essersi imposti tra le mura amiche per 7-4, andranno a vincere in Sicilia (sul neutro di Catania) per 4-10[14], prima di aggiudicarsi il trofeo. In campionato, i biancoverdi si confermano solida realtà nel panorama nazionale, classificandosi al quinto posto raggiungendo l'obiettivo play-off scudetto.

Femminile[modifica | modifica wikitesto]

Il movimento femminile si sviluppa nei primi anni 2000, in cui dopo aver fatto il suo esordio in A1 nella stagione 2001-02, ottiene ottimi risultati, primeggiando con costanza fra le prime quattro posizioni, partecipando di fatto ai play off per lo scudetto.

Nel 2002-03 ottiene la sua migliore posizione classificandosi al secondo posto al termine della stagione, approdando alla finale scudetto, poi persa, contro le etnee dell'Orizzonte Catania che in quel periodo primeggiavano a suon di record sia in campo nazionale che internazionale. Alle ragazze biancoverdi riuscì l'impresa di pareggiare dentro casa per 7-7 riuscendo ad interrompere la striscia di vittorie consecutive fatte dalle rossoazzurre.

Negli anni a seguire sono arrivate le vittorie in Coppa LEN nel 2004 e 2005. Dopo aver ceduto qualche pezzo pregiato, il club ha deciso di puntare molto sul settore giovanile, ma non avendo inizialmente un buon riscontro è incappato in due retrocessioni consecutive che l'hanno relegato in serie B.

Nella stagione 2014-2015 sotto la guida di Valentina Ayale ottiene un'inaspettata promozione in A2 con un manipolo di giovanissime giocatrici.

Il 2015-2016 segna il ritorno in Serie A2 a distanza di due anni, con obiettivo primario la valorizzazione delle giovani giocatrici e il mantenimento della categoria tramite una salvezza tranquilla. Dopo un avvio difficile, riesce in extremis a uscire dalla zona play out conquistando la salvezza matematica il 9 maggio 2016 nel penultimo turno di campionato, battendo nello scontro diretto le avversarie dello Sporting Club Flegreo col punteggio finale di 9 a 8[15], classificandosi al termine della stagione al 5º posto.

La stagione 2016-17 per l'Ortigia parte con l'intento di migliorare la precedente posizione di classifica. Così, dopo un avvio entusiasmante che vede primeggiare le biancoverdi tra le primissime posizioni, si comincia a realizzare l'idea di raggiungere un piazzamento play-off. Nel girone di ritorno, una flessione in termini di risultati della squadra ridimensiona i sogni promozione, concludendo la stagione al quinto posto, consolidando il gruppo di giovani atlete.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del C.C. Ortigia (maschile)
  • 15 aprile 1928 - Fondazione del Circolo Canottieri Ortigia
  • 1945-46 - Attività giovanile
  • 1946-47 - Attività giovanile
  • 1947-48 - Attività giovanile
  • 1948-49 - Attività giovanile
  • 1949-50 - Serie C - Cambia denominazione in Archia
  • 1950-51 - Serie C - Cambia denominazione in Aretusa
  • 1951-52 - Serie C
  • 1952-53 - Serie C - Cambia denominazione in Ortigia
  • 1953-54 - Serie C
  • 1954-55 - Serie C
  • 1955-56 - Serie C
  • 1956-57 - Serie C
  • 1957-58 - Serie C
  • 1958-59 - Serie C
  • 1959-60 - Serie C
  • 1960-61 - Serie C
  • 1961-62 - Serie C
  • 1962-63 - Serie C
  • 1963-64 - Serie C
  • 1964-65 - Serie C
  • 1965-66 - Serie C
  • 1966-67 - Serie C
  • 1967-68 - Serie C
  • 1968-69 - Serie C
  • 1969-70 - Serie C
  • 1970-71 - Serie C
  • 1971-72 - 4ª Serie C
  • 1972-73 - 2ª Serie C
  • 1973-74 - 1ª Serie C Green Arrow Up.svg Promosso in Serie B.
  • 1974-75 - 3ª Serie B
  • 1975-76 - 3ª Serie B
  • 1976-77 - 3ª Serie B
  • 1977-78 - 2ª Serie B
  • 1978-79 - 3ª Serie B
  • 1979-80 - 1ª Serie B Green Arrow Up.svg Promosso in Serie A.
  • 1981 - 9ª Serie A
  • 1982 - 9ª Serie A
  • 1983 - 4ª Serie A
  • 1983-84 - 8ª Serie A
  • 1984-85 - 5ª Serie A1. Quarti di finale Play-off Scudetto.
  • 1985-86 - 4ª Serie A1. Semifinale Play-off Scudetto.
  • 1986-87 - 6ª Serie A1. Quarti di finale Play-off Scudetto.
  • 1987-88 - 6ª Serie A1. Quarti di finale Play-off Scudetto.
  • 1988-89 - 7ª Serie A1
  • 1989-90 - 9ª Serie A1
  • 1990-91 - 10ª Serie A1
  • 1991-92 - 10ª Serie A1
  • 1992-93 - 7ª Serie A1
  • 1993-94 - 7ª Serie A1
  • 1994-95 - 10ª Serie A1
  • 1995-96 - 10ª Serie A1
  • 1996-97 - 10ª Serie A1
  • 1997-98 - 11ª Serie A1 Red Arrow Down.svg Retrocesso in Serie A2.
  • 1998-99 - 1ª Serie A2 Green Arrow Up.svg Promosso in Serie A1.
  • 1999-00 - 10ª Serie A1. Play-out.
Vince la Coppa COMEN (1º titolo).
Vince la Coppa COMEN (2º titolo).
Primo turno fase a gironi di Coppa Italia
Primo turno fase a gironi di Coppa Italia
5° nella Final Eight di Coppa Italia
  • 2012-13 - 11ª Serie A1 Red Arrow Down.svg Retrocesso in Serie A2.
Secondo turno fase a gironi di Coppa Italia
Primo turno fase a gironi di Coppa Italia
Primo turno fase a gironi di Coppa Italia
Secondo turno fase a gironi di Coppa Italia
Semifinale di Euro Cup.
Semifinale di Coppa Italia
Cronistoria del C.C. Ortigia (femminile)
Coppa LEN.svg Vince la Coppa LEN (1º titolo).
Coppa LEN.svg Vince la Coppa LEN (2º titolo).
Primo turno a gironi di Coppa Italia
  • 2012-13 - 7ª Serie A1 Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie A2.
Primo turno a giorni di Coppa Italia
  • 2013-14 - 9ª Serie A2 girone Sud Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B.
  • 2014-15 - 2ª Serie B. Finale Play-off. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie A2.
  • 2015-16 - 5ª Serie A2 girone Sud
  • 2016-17 - 5ª Serie A2 girone Sud
  • 2017 - Riparte dalla serie B
  • 2017-18 - 3ª Serie B
  • 2018-19 - ..ª Serie B

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma tratto dal sito internet ufficiale della società.[16]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Valerio Vancheri - Presidente
  • Italia Giuseppe Marotta - Presidente onorario
  • Italia Vincenzo Raimondi - Vice Presidente Vicario
  • Italia Marco Vancheri - Vice Presidente e Segretario
  • Italia Barbara Bufardeci - Consiglieri
  • Italia Marcello Marotta - Consiglieri
  • Italia Alberto Calore - Consiglieri
  • Italia Franco D'Alpa - Consiglieri
  • Italia Elio Gervasi - Consiglieri
  • Italia Luigi Grasso - Consiglieri
  • Italia Luigi Leone - Direttore Sportivo
  • Italia Prospero Dente - Resp. comunicazione e stampa
  • Italia Silvio Piazza - Resp. settore nuoto
  • Italia Andrea Parisini - Resp. settore master
  • Italia Luigi Di Luciano - Resp. settore pallanuoto
  • Italia Karin Maria Vancheri - Responsabile segreteria

[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco dei fornitori tecnici e degli sponsor ufficiali del CC Ortigia.

Cronologia degli sponsor tecnici
  • 1928-2014 ?
  • 2014-2017 Turbo
  • 2017-oggi EP
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 1928-2002 ?
  • 2002-2015 IGM Ambiente
  • 2015-2017 IGM Ambiente/DAM
  • 2017-oggi IGM Ambiente/DAM/SI.RI.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del C.C. Ortigia
Allenatori del C.C. Ortigia (maschile)
Allenatori del C.C. Ortigia (femminile)

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti del C.C. Ortigia
  • 1928-1930 Italia Alberto Scarselli
  • 1930-1939 Italia Francesco Abela
  • 1940-1946 gestioni commissariali
  • 1947-1951 Italia Bartolomeo Cannizzo
  • 1951-1955 Italia Giuseppe Gallo
  • 1955-1976 Italia Concetto Lo Bello
  • 1976-1979 Italia Raffaele Caracciolo
  • 1979-1981 Italia Alfredo Risita
  • 1981-1986 Italia Enzo Genovese
  • 1986-1987 Italia Aldo Vancheri
  • 1987-1997 Italia Angelo Bellucci
  • 1997-2012 Italia Giuseppe Marotta
  • 2012-oggi Italia Valerio Vancheri

Pallanuotisti celebri[modifica | modifica wikitesto]

Maschile[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Pallanuotisti del C.C. Ortigia
Gold medal.svg Oro olimpico: 1 (Barcellona 1992)
Gold medal.svg Oro olimpico: 1 (Barcellona 1992)
Oro (Atene 1993)
Oro (Sheffield 1993)
Oro (Latakia 1987)
Oro (Rossiglione 1993)
Argento (Bangkok 2007)
Bronzo (Pescara 2009)
Argento (Zagabria 2010)
Argento (Firenze 2011)
Oro (Shanghai 2011)
Argento (Londra 2012)
Bronzo (Almaty 2012)
Bronzo (Budapest 2014)
Bronzo (Rio 2016)

Femminile[modifica | modifica wikitesto]

Bronzo (Sidney 1995)
Argento (Fukuoka 2001)
Oro (Budapest 2001)
Oro (Perth 2002)
Argento (Lubiana 2003)
Oro (Montreal 2005)
Argento (Malaga 2008)
Coppa LEN.svg Coppe LEN: 2
Oro (Perth 1998)
Bronzo (Winnipeg 1999)
Argento (Tianjin 2011)
Coppa LEN.svg Coppe LEN: 1

Pallanuotisti stranieri (maschile)[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco dei pallanuotisti stranieri che si sono susseguiti negli anni:

Pallanuotisti stranieri

Pallanuotiste straniere (femminile)[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco dei pallanuotiste straniere che si sono susseguiti negli anni:

Pallanuotiste straniere

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2015, una targa dedicata ad Alessandro Campagna viene inserita nella Walk of Fame dello sport italiano a Roma, riservata agli ex-atleti italiani che si sono distinti in campo internazionale.[17][18]

Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Nel Dicembre 2018 Alessandro Campagna entra a far parte dell'International Swimming Hall of Fame come atleta prima e allenatore dopo tra i più vincenti di sempre[19]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

maschile

femminile

Trofei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Maschile

2001
2002

Femminile

2004
2005

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Trofei giovanili[modifica | modifica wikitesto]

1973, 1974

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Maschile[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie A 4 1981 1983-1984 33
Serie A1 29 1984-1985 2018-2019
Serie B 6 1974-1975 1979-1980 12
Serie A2 6 1998-1999 2014-2015
Serie C 25 1949 1974 25

Femminile[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie A1 12 2001-2002 2012-2013 12
Serie A2 6 1998-1999 2016-2017 6
Serie B 6 1995-1996 2018-2019 6

Partecipazione alle coppe internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Euro Cup 1 2018-2019 2018-2019 1
Coppa COMEN 2 1999-2000 2000-2001 2
Coppa LEN 6 2002-2003 2009-2010 6

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Derby Circolo Canottieri Ortigia-Nuoto Catania.

Il Circolo Canottieri Ortigia viene classificato, considerando il numero per partecipazioni a campionati di massima serie, la prima squadra di pallanuoto esistente nel panorama isolano, a seguire Nuoto Catania e Telimar Palermo.

Il derby fra CC Ortigia e Nuoto Catania, per antonomasia il derby di Sicilia, costituisce la maggiore rivalità pallanuotistica della Sicilia. I biancoverdi ed i rossazzurri sono infatti i due club siciliani col maggior numero di partecipazioni al campionato di Serie A1. Le due città si sono sfidate complessivamente 44 volte tra Serie A1, Serie A2, Serie B e Coppa Italia (la prima volta nel massimo campionato Serie A1 1991-1992, ultima volta Serie A1 2018-2019).

Rosa Maschile[modifica | modifica wikitesto]

Ruolo Giocatore
Italia P Enrico Caruso
Italia P Stefano Tempesti
Italia D Massimo Giacoppo
Italia D Raffaele Rotondo
Spagna A Albert Español
Italia A Sebastiano Di Luciano
Italia A Valentino Gallo
Ruolo Giocatore
Italia A Filippo Ferrero
Italia CB Martino Abela
Stati Uniti CB Matthew Farmer
Italia CB Christian Napolitano
Italia CV Francesco Cassia
Italia Giorgio La Rosa
Montenegro Stefan Vidović

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Italia Stefano Piccardo

Rosa Femminile[modifica | modifica wikitesto]

Ruolo Giocatore
Italia P Federica Ignacciolo
Italia P Costanza Comitini
Italia P Chiara Papa
Italia D Giovanna Capuano
Italia D Arianna Comitini
Italia D Grazia Sparacio
Italia D Roberta Crisafulli
Italia D Marianna Arangio
Italia A Flaminia Avola
Italia CV Simona Crisafulli
Italia CV Erika Cascione
Italia CV Agnese Rella
Ruolo Giocatore
Italia CV Alessandra Battaglia
Italia A Erika Gullotta
Italia A Giorgia Amato
Italia A Simona Schiavone
Italia A Antonella Angelico
Italia A Giorgia Gallo
Italia A Federica Vitagliano
Italia A Elena Baccheli
Italia A Paola Todaro
Italia A Anna Cassone
Italia CB Alessia Mascari

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Italia Valentina Ayale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 15 aprile 1928 fondazione CC Ortigia, http://www.siracusanews.it/, 15 aprile 2018. URL consultato il 15 aprile 2018.
  2. ^ L'Ortigia maschile batte il Florentia e mantiene la serie A1, http://www.canottieriortigia.it/, 29 maggio 2016. URL consultato il 29 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2016).
  3. ^ Ufficializzati Giacoppo e Giannouris, http://www.siracusaoggi.it/, 30 luglio 2016. URL consultato il 29 maggio 2016.
  4. ^ Giannouris lascia la panchina biancoverde, http://www.siracusaoggi.it/, 26 gennaio 2017. URL consultato il 26 gennaio 2017.
  5. ^ L'Ortigia centra la salvezza diretta, http://www.siracusaoggi.it/, 13 maggio 2017. URL consultato il 13 maggio 2017.
  6. ^ Casasola convocato in Nazionale, http://www.nuovosud.it/, 24 gennaio 2018. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  7. ^ Ortigia qualificata per la Fina six da disputare a Siracusa, http://www.federnuoto.it/, 18 maggio 2018. URL consultato il 18 maggio 2018.
  8. ^ L'Ortigia batte il Savona e approva in semifinale scudetto, http://sport.repubblica.it/, 26 maggio 2018. URL consultato il 26 maggio 2018.
  9. ^ Semifinale scudetto Ortigia-Pro Recco 3-16, http://www.prorecco.it/, 26 maggio 2018. URL consultato il 26 maggio 2018.
  10. ^ Finale per il terzo posto, Ortigia-Sport management 13-14, http://www.prorecco.it/, 27 maggio 2018. URL consultato il 27 maggio 2018.
  11. ^ L'Ortigia supera il primo turno di Euro Cup, http://www.oasport.it/, 30 settembre 2018. URL consultato il 30 settembre 2018.
  12. ^ Oetigia-Barcellona 9-6, http://www.lagazzettasiracusana.it/, 13 ottobre 2018. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  13. ^ Ortigia-Mornar 10-9, http://it.eurosport.com/, 13 ottobre 2018. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  14. ^ Ortigia-Marsiglia 4-10, http://www.oasport.it/, 27 febbraio 2019. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  15. ^ L'Ortigia femminile batte il Flegreo e rimane in serie A2, http://www.canottieriortigia.it/, 29 maggio 2016. URL consultato il 29 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2016).
  16. ^ Organigramma, http://www.canottieriortigia.it/. URL consultato il 30 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2016).
  17. ^ Inaugurata la Walk of Fame: 100 targhe per celebrare le leggende dello sport italiano, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  18. ^ 100 leggende Coni (PDF), su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  19. ^ www.federnuoto.it, su federnuoto.it. URL consultato il 24 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pallanuoto Portale Pallanuoto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallanuoto