Chiara Frugoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiara Frugoni

Chiara Frugoni (Pisa, 4 febbraio 1940) è una storica italiana, specialista del Medioevo e di storia della Chiesa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del medievista Arsenio Frugoni[1], si è laureata nell'Università degli studi di Roma "La Sapienza" nel 1964 con una tesi dal titolo Il tema dei tre vivi e dei tre morti nella tradizione medievale italiana[2], dove già si fa strada la ricerca di un metodo di lavoro che tenga in uguale conto testi e immagini, metodo che considererà sempre importante[3] nella convinzione espressa che «l'immagine parla»[4].

Ha sposato Salvatore Settis nel 1965: dal matrimonio sono nati tre figli. Nel 1991 è passata a nuove nozze con Donato Cioli.

Nel 1965 è stata ammessa al Diploma di perfezionamento alla Scuola Normale Superiore[5], e nel 1974 è approdata all'insegnamento universitario; nel 1980 è chiamata a Pisa a ricoprire la cattedra di Storia medievale. Vi è rimasta fino al 1988, per poi trasferirsi presso l'Università di Roma Tor Vergata, dove ha insegnato fino al 2000, anno in cui rassegnerà volontariamente le dimissioni dall'insegnamento.

Il nucleo principale della sua ricerca verte intorno alla figura di Francesco d'Assisi, cui ha dedicato libri[6] tradotti all'estero[7], e numerosi articoli. In particolare ha approfondito il modo in cui le istituzioni hanno contrastato l'azione di Francesco d'Assisi.

Ha collaborato e collabora a programmi televisivi e radiofonici RAI, come ad esempio, su Radio Tre, Uomini e profeti[8] o Il Terzo Anello[9]. Scrive su La Repubblica e il manifesto.

Nel 2011 ha scoperto in uno degli affreschi attribuiti a Giotto nella Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi un profilo di diavolo tracciato tra le nuvole. Il profilo non era noto e di esso non esisteva letteratura. La notizia della scoperta è stata diffusa nel mondo ed ha suscitato molta curiosità, rimettendo anche in discussione varie pagine di storia dell'arte.[10]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Una lontana città. Sentimenti e immagini nel Medioevo, Collana Saggi n.651, Torino, Einaudi, 1983.
  • Francesco e l'invenzione delle stimmate. Una storia per parole e immagini fino a Bonaventura e Giotto, Collana Saggi n.780, Torino, Einaudi, 1993. (premio Viareggio 1994 per la saggistica)
  • Vita di un uomo: Francesco d'Assisi, Einaudi, Torino 1995, con introduzione di Jacques Le Goff.
  • Due papi per un giubileo. Celestino V, Bonifacio VIII e il primo Anno Santo, Rizzoli, Milano 2000.
  • Medioevo sul naso. Occhiali, bottoni e altre invenzioni medievali, Laterza, Roma-Bari 2001[11].
  • Da stelle a stelle. Memorie di un paese contadino, Laterza, Roma-Bari 2003 [dedicato a Solto Collina, un paese della bergamasca]
  • Civiltà dei Castelli, Ecra, Roma 2011.
  • La cappella Scrovegni di Giotto a Padova con annesso DVD della Cappella, Einaudi, Torino 2005.
  • Una solitudine abitata: Chiara d'Assisi, Laterza, Roma-Bari 2006[12].
  • Il Battistero di Parma, guida ad una lettura iconografica in La cattedrale e il battistero di Parma con DVD, Einaudi, Torino 2007.
  • L'affare migliore di Enrico. Giotto e la cappella Scrovegni, Einaudi, Torino 2008.
  • La voce delle immagini. Pillole iconografiche dal Medioevo, Einaudi, Torino 2010.
  • Le storie di San Francesco. Guida agli affreschi della Basilica superiore di Assisi, collana ET Saggi, Einaudi, 2010 ISBN 978-88-06-20320-7
  • Storia di Chiara e Francesco, Einaudi, 2011 ISBN 978-88-06-20513-3
  • Quale Francesco? Il messaggio nascosto negli affreschi della Basilica superiore di Assisi, Torino, Einaudi, 2015 ISBN 978-88-06-22098-3
  • Vivere nel medioevo. Uomini, donne, soprattutto bambini, Mulino, Bologna 2017 ISBN 978-88-15-27371-0

Opere in collaborazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario del Medioevo, con Alessandro Barbero, Laterza, Roma-Bari 1994
  • Bruno Zanardi, Il cantiere di Giotto. Le storie di san Francesco ad Assisi, introduzione di Federico Zeri, note storico-iconografiche di Chiara Frugoni, Skira, Milano 1996.
  • Storia di un giorno in una città medioevale, con uno scritto di Arsenio Frugoni, Laterza, Roma-Bari 1997.
  • Medioevo. Storia di voci, racconto di immagini, con Alessandro Barbero, Laterza, Roma-Bari 1999.
  • Mille e non più mille. Viaggio fra le paure di fine millennio, con Georges Duby, Rizzoli, Milano 1999.
  • Senza misericordia. Il Trionfo della Morte e la Danzamacabra a Clusone, con Simone Facchinetti, Einaudi, Torino 2016, ISBN 978-88-06-22479-0

Curatele, con un saggio nel volume[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo sguardo dell'uomo. Il Medioevo, in G. Duby e M. Perrot, "Storia delle donne", Roma-Bari, Laterza, 1992, pp. 70–100.
  • La donna nelle immagini, la donna immaginata, in "La storia delle donne. Il Medioevo", a cura di C. Klapisch Zuber, Roma-Bari, Laterza, 1990, pp. 424–57.
  • Benedetto Antelami e il Battistero di Parma, Collana Saggi n.801, Torino, Einaudi, 1995, ISBN 978-88-06-12659-9.
  • La cattedrale di Modena, Modena, Panini, 1999, pp. 9–38.
  • Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Firenze, Le Lettere, 2002, pp. 121–99.
  • Lavorare all'Inferno. Gli affreschi di Sant'Agata de' Goti, Collana Grandi Opere, Roma-Bari, Laterza, 2004, ISBN 978-88-42-07484-7.
  • Il Villani Illustrato. Firenze e L'Italia medievale nelle 253 immagini del ms. Chigiano L VIII 296 della Biblioteca Vaticana, Biblioteca Vaticana, Firenze, Le Lettere, 2005, pp. 7–12. [con la redazione di gran parte delle schede di commento alle miniature]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Perfino le stelle devono separarsi, Milano, Feltrinelli, 2013 ISBN 978-88-07-49152-8.
  • San Francesco e il lupo, illustrazioni di Felice Feltracco, Milano, Feltrinelli, 2013
  • San Francesco e la notte di Natale, illustrazioni di Felice Feltracco, Milano, Feltrinelli, 2014
  • La storia della libellula coraggiosa, illustrazioni di Felice Feltracco, Milano, Feltrinelli, 2015
  • Quando il sole si arrabbia, illustrazioni di Felice Feltracco, Lucca, Cinquesensi Editore, 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antorio Gnoli, Chiara Frugoni: studio San Francesco ed ho portato il cilicio, ma le suore sono state la mia scuola dilaicismo, in La Repubblica, 19 gennaio 2014.
  2. ^ Poi pubblicata nel 1966 in «Atti della Accademia Nazionale dei Lincei», anno CCCLXIV - 1967, pag. 145-251.
  3. ^ Curriculum di Chiara Frugoni, da cise.unipi.it
  4. ^ viediscampo.com
  5. ^ Ha anche vinto una borsa di studio alla Villa I Tatti (The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies, Firenze, nel 1981-82); ha studiato all’Institute for Advanced Study di Princeton (borsa di studio del 1987). Ha inoltre insegnato per un semestre a Parigi, all'Université Paris VIII, nel 1984-85.
  6. ^ Come Il cammino di Francesco, edito da Francesco Motta Editore.
  7. ^ einaudi.it
  8. ^ Monografie. In povertà e letizia. 'Storia di Francesco d'Assisi', da Uomini e profeti di Gabriella Caramore
  9. ^ Chiara Frugoni, Ricordo di Arnaldo Momigliano, da Mostri sacri, Il Terzo Anello di Radio Tre
  10. ^ Paola Pica, Assisi, scoperto dopo ottocento anni volto di un demone nell'affresco di Giotto, articolo dal Corriere della Sera del 5 novembre 2011.
  11. ^ Recensione di Medioevo sul naso in mondimedievali.net.
  12. ^ Recensione di Una solitudine abitata in mondimedievali.net.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN27080433 · LCCN: (ENn85379949 · SBN: IT\ICCU\CFIV\014724 · ISNI: (EN0000 0001 2147 7674 · GND: (DE12837599X · BNF: (FRcb12029654m (data) · NLA: (EN40142849 · BAV: ADV10284045