California Dreams Tour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The California Dreams Tour
Katy Perry 2011 5.jpg
Katy Perry durante l'atto iniziale dello spettacolo di Guadalajara.
Tour di Katy Perry
Album Teenage Dream
Inizio Portogallo Lisbona
20 febbraio 2011
Fine Filippine Pasay
22 gennaio 2012
Tappe 8
Spettacoli
Cronologia dei tour di Katy Perry
Hello Katy Tour
(2009)
Prismatic World Tour
(2014-2015)

The California Dreams Tour è il secondo tour musicale della cantautrice statunitense Katy Perry, a supporto del suo terzo album in studio, Teenage Dream.

Iniziato a febbraio 2011 ed esteso fino a gennaio dell'anno successivo, il tour ha toccato arene in Europa, Oceania, Asia e America.[1] Il tour è stato eletto il ventunesimo più grande della prima metà del 2011 e ha guadagnato circa 60 milioni di dollari. Durante la trentottesima edizione dei People's Choice Awards, svolti l'11 gennaio 2012, è stato inoltre eletto miglior tour.[2]

Il concerto[modifica | modifica wikitesto]

Katy Perry in concerto a Toronto (Canada) il 30 giugno 2011

Lo spettacolo comincia con un video proiettato sugli schermi diretto da Cole Walliser che racconta la storia di una ragazza di nome Katy che vive in un mondo grigio, lavorando per un vecchio macellaio dispotico. Una notte Katy sfugge alla sua opprimente realtà addormentandosi e sognando un mondo fatto di dolciumi in cui si inoltra alla ricerca della sua gatta, Kitty Purry, e del suo innamorato, il garzone del fornaio, impersonato dall'attore di Le cose che amo di te Nick Zano.[3] Katy in carne ed ossa appare sul palco cantando "Teenage Dream" accompagnata dai suoi ballerini, indossando un vestito bianco con le classiche caramelle americane bianche e rosse.[4] Seguono i brani "Hummingbird Heartbeat" e "Waking Up in Vegas", l'ultimo accompagnato da ballerini travestiti da slot machine, ballerine in stile show di Las Vegas e un sosia di Elvis Presley.[5] Katy Perry lascia il palco per un cambio d'abito mentre gli schermi mostrano la popstar che prende una scorciatoia in una foresta di caramelle dove incontra due mimi dispettosi che fanno la loro comparsa anche sul palco mentre Katy canta "Ur So Gay" indossando un vestito celeste . Finito il brano la cantante assaggia il brownie incantato che le offrono.[3] Così si toglie il vestito celeste e rimane con un body blu con attaccata una coda da pavone ed esegue "Peacock" accompagnata da una elaborata coreografia di piume.[3] Segue "I Kissed a Girl" interpretata con un abito da sera giallo molto sexy e un ragazzo portato sul palco dal pubblico.[6]

Katy Perry e la sua band si esibiscono in "Teenage Dream"

Un video introduttivo alla sezione successiva rivela che il brownie incantato ha trasformato Katy Perry in una Catwoman secondo il piano escogitato dal malvagio macellaio. Viene cantata "Circle the Drain" in cui la Perry è accompagnata sul palco dai ballerini vestiti da macellai; segue "E.T." con il palco attraversato da raggi laser e il testo proiettato in una grafica futuristica sugli schermi.[6] Per "Who Am I Living For?" la cantante viene legata dai ballerini con degli elastici, sconfiggendola metaforicamente. Le coriste la liberano e le fanno indossare una tunica bianca. Comincia "Pearl," e a un certo punto Katy si solleva in aria sulla schiena di due acrobati dei tessuti aerei. Dopo un breve intermezzo su video, la popstar riappare su un'altalena cantando "Not Like the Movies".[7] Mentre la cantante è sollevata in aria gli schermi proiettano scene di baci prese dai cartoni animati.[7] Katy Perry torna sul palco e imbraccia la chitarra per cantare e suonare "The One That Got Away". Segue un medley acustico di cover: "Only Girl (In the World)" di Rihanna, "Big Pimpin'" di Jay-Z, "Whip My Hair" di Willow Smith e "Friday" di Rebecca Black.[8] Un'enorme nuvola rosa cala sul palco e Katy la cavalca cantando "Thinking of You".[9] In seguito parte una breve intro e i ballerini appaiono in scena e ballano.

Un video mostra Katy che riesce a trovare Kitty Purry e, con indosso una parrucca blu, è diretta al Big Bakers City Ball dove incontrerà il garzone del fornaio. Katy Perry interpreta "Hot n Cold cambiando sette outfit sul palco;[6] segue l'inno al divertimento "Last Friday Night (T.G.I.F.)", con sugli schermi foto dei fan della popstar.[10] In seguito torna sul palco indossando un vestito bianco con delle luci ad intermittenza ed esegue una cover di Whitney Houston, la hit "I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me)", per la quale Katy e la sua gatta Kitty Purry invitano venti fan sul palco verso la fine. In seguito esegue "Firework" accompagnata dai fuochi d'artificio . Dopo viene mostrato un video in cui si scopre che era tutto un sogno di Katy, quando ecco che arriva il garzone del fornaio con un costume da omino di pan pepato per consegnarle la colazione.

Katy Perry esegue Firework a Seattle
Katy Perry chiude lo show con California Gurls

Katy Perry torna poi sul palco indossando un due pezzi grigio e chiude lo show California Gurls, eseguita insieme a degli omini di pan pepato che sparano panna montata sul pubblico.

Scaletta[modifica | modifica wikitesto]

Katy Perry in concerto a Parigi.

Katy Perry ha cantato diciannove canzoni più un'encore.[11][12][13]

Atto 1 - Candyfornia
  1. "Teenage Dream"
  2. "Hummingbird Heartbeat"
  3. "Waking Up in Vegas"
Atto 2 - Visual Touch
  1. "Ur So Gay"
  2. "Peacock"
  3. "I Kissed a Girl"
Atto 3 - Katy Kat
  1. "Circle the Drain"
  2. "E.T."
  3. "Who Am I Living For?"
  4. "Pearl"
Atto 4 - Not Like the Movies
  1. "Not Like the Movies"
  2. "Medley cover":
  1. "The One That Got Away"
  2. "Thinking of You"
Atto 5 - The Blue Tribute
  1. INTRO :"I Want Candy medley
  2. "Hot n Cold"
  3. "Last Friday Night (T.G.I.F.)"
  4. "I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me)" (contiene elementi di "Girls Just Want to Have a Fun")
  5. "Firework#
  6. California Gurls

Variazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella data di Lisbona, il 20 Febbraio 2011, Katy ha eseguito One of The Boys.

Nella data di Parigi, il 7 Marzo 2011, Katy ha eseguito una cover di Born This Way di Lady Gaga. La stessa cosa si ripeté 4 giorni dopo a Colonia, in Germania.

Date del tour[modifica | modifica wikitesto]

Data Città Stato Luogo Artisti d'apertura Biglietti venduti / Biglietti disponibili Incasso
Europa [14]
20 febbraio 2011 Lisbona Portogallo Portogallo Campo Pequeno DJ Skeet Skeet 6.162 / 6.271 $283.541
23 febbraio 2011 Milano Italia Italia Mediolanum Forum 11.218 / 11.218 $458.765
25 febbraio 2011 Zurigo Svizzera Svizzera Hallenstadion 5.111 / 5.111 $343.709
26 febbraio 2011 Monaco di Baviera Germania Germania Zenith di Monaco 5.883 / 5.883 $227.176
27 febbraio 2011 Vienna Austria Austria Wiener Stadthalle 12.332 / 12.570 $700.273
4 marzo 2011 Berlino Germania Germania Max-Schmeling-Halle 7.443 / 8.950 $331.308
6 marzo 2011 Francoforte sul Meno Jahrhunderthalle 4.800 / 4.800 $201.365
7 marzo 2011 Parigi Francia Francia Zenith di Parigi 12.149 / 12.149 $767.981
8 marzo 2011
10 marzo 2011 Bruxelles Belgio Belgio Forest National 8.000 / 8.000 $378.028
11 marzo 2011 Colonia Germania Germania Palladium Köln 4.008 / 4.008 $177.640
14 marzo 2011 Amburgo Alsterdorfer Sporthalle 6.916 / 6.916 $269.295
15 marzo 2011 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi Heineken Music Hall 5.462 / 5.607 $259.120
17 marzo 2011 Londra Regno Unito Regno Unito Eventim Apollo 14.777 / 14.777 $593.333
18 marzo 2011
19 marzo 2011
21 marzo 2011 Manchester Manchester Apollo 7.057 / 7.221 $258.929
22 marzo 2011
27 marzo 2011 Liverpool Echo Arena Liverpool 11.052 / 11.052 $398.646
28 marzo 2011 Dublino Irlanda Irlanda 3Arena 9.122 / 9.122 $413.390
30 marzo 2011 Nottingham Regno Unito Regno Unito Motorpoint Arena Nottingham 9.095 / 9.095 $327.291
31 marzo 2011 Bournemouth Windsor Hall 6.211 / 6.306 $223.635
1 aprile 2011 Cardiff Motorpoint Arena Cardiff 7.530 / 7.530 $272.067
3 aprile 2011 Newcastle upon Tyne Metro Radio Arena 11.304 / 11.304 $412.296
4 aprile 2011 Birmingham Genting Arena 14.999 / 14.999 $543.572
5 aprile 2011 Glasgow SEC Centre 5.460 / 5.460 $198.206
9 aprile 2011 Londra Wembley Arena 11.251 / 11.507 $466.903
Oceania
28 aprile 2011 Melbourne Australia Australia Rod Laver Arena Zowie 24.649 / 24.649 $2.228.150
29 aprile 2011
2 maggio 2011 Adelaide Adelaide Entertainment Centre 8.805 / 9.426 $803.497
4 maggio 2011 Sydney Sydney Entertainment Centre 22.834 / 24.146 $2.031.140
5 maggio 2011 Brisbane Brisbane Entertainment Centre 23.910 / 27.144 $2.107.890
7 maggio 2011 Auckland Nuova Zelanda Nuova Zelanda Vector Arena 22.905 / 23.938 $1.435.140
8 maggio 2011
10 maggio 2011 Wellington TSB Bank Arena 5.726 / 5.830 $381.959
13 maggio 2011 Newcastle Australia Australia Newcastle Entertainment Centre Zowie

DJ Skeet Skeet
7.043 / 7.407 $706.342
14 maggio 2011 Sydney Sydney Entertainment Centre Zowie [15]
15 maggio 2011 Brisbane Brisbane Entertainment Centre [16]
Asia
22 maggio 2011 Nagoya Giappone Giappone Zepp Nagoya
23 maggio 2011 Tokyo Studio Coast
24 maggio 2011
26 maggio 2011 Osaka Zepp Osaka
Nordamerica[14]
7 giugno 2011 Duluth Stati Uniti Stati Uniti Arena at Gwinnett Center
9 giugno 2011 Orlando UCF Arena
10 giugno 2011 Tampa St. Pete Times Forum
11 giugno 2011 Sunrise BankAtlantic Center
14 giugno 2011 Raleigh PNC Arena
15 giugno 2011 Columbia Merriweather Post Pavilion
17 giugno 2011 Uniondale Nassau Veterans Memorial Coliseum
18 giugno 2011 Boston TD Garden
19 giugno 2011 Newark Prudential Center
23 giugno 2011 Pittsburgh Petersen Events Center
24 giugno 2011 Filadelfia Wells Fargo Center
25 giugno 2011 Montville Mohegan Sun Arena
28 giugno 2011 Auburn Hills The Palace
29 giugno 2011 Toronto Canada Canada Air Canada Centre
30 giugno 2011
2 luglio 2011 Montréal Centre Bell
3 luglio 2011 Ottawa Scotiabank Place
5 luglio 2011 Cleveland Stati Uniti Stati Uniti Quicken Loans Arena
7 luglio 2011 Milwaukee Marcus Amphitheater
13 luglio 2011 Regina Canada Canada Brandt Centre
14 luglio 2011 Winnipeg MTS Centre
16 luglio 2011 Calgary Scotiabank Saddledome
17 luglio 2011 Edmonton Rexall Place
19 luglio 2011 Vancouver Rogers Arena
20 luglio 2011 Seattle Stati Uniti Stati Uniti KeyArena
22 luglio 2011 Portland Rose Garden
23 luglio 2011 Boise Taco Bell Arena
25 luglio 2011 Salt Lake City EnergySolutions Arena
26 luglio 2011 Broomfield 1stBank Center
28 luglio 2011 Grand Prairie Verizon Theater at Grand Prairie
29 luglio 2011 Houston Toyota Center
30 luglio 2011 Austin Frank Erwin Center
3 agosto 2011 Phoenix Comerica Theatre
5 agosto 2011 Los Angeles Nokia Theatre L.A. Live
6 agosto 2011
7 agosto 2011
9 agosto 2011 San Diego Valley View Casino Center
12 agosto 2011 San Jose HP Pavilion
13 agosto 2011 Santa Barbara Santa Barbara Bowl
14 agosto 2011
17 agosto 2011 Kansas City Sprint Center
19 agosto 2011 Nashville Bridgestone Arena
20 agosto 2011 St. Louis Scottrade Center
21 agosto 2011 Rosemont Allstate Arena
23 agosto 2011 Saint Paul Xcel Energy Center
1º settembre 2011 Guadalajara Messico Messico Auditorio Telmex
3 settembre 2011 Città del Messico Palacio de los Deportes
5 settembre 2011 Monterrey Arena Monterrey
7 settembre 2011 San Antonio Stati Uniti Stati Uniti AT&T Center
8 settembre 2011 New Orleans New Orleans Arena
10 settembre 2011 Louisville KFC Yum! Center
13 settembre 2011 Columbus Value City Arena
14 settembre 2011 Indianapolis Bankers Life Fieldhouse
16 settembre 2011 Omaha CenturyLink Center Arena
17 settembre 2011 Tulsa BOK Center
Sudamerica[14]
23 settembre 2011 Rio de Janeiro Brasile Brasile Parque Olímpico Cidade do Rock
25 settembre 2011 San Paolo Chácara do Jockey
27 settembre 2011 Buenos Aires Argentina Argentina Estadio G.E.B.A.
Europa[14]
12 ottobre 2011 Sheffield Regno Unito Regno Unito Motorpoint Arena Sheffield
14 ottobre 2011 Londra The O2 Arena
15 ottobre 2011
18 ottobre 2011 Liverpool Echo Arena Liverpool
19 ottobre 2011 Cardiff Motorpoint Arena Cardiff
24 ottobre 2011 Belfast SSE Odyssey Arena
26 ottobre 2011 Birmingham National Indoor Arena
27 ottobre 2011 Newcastle upon Tyne Metro Radio Arena
29 ottobre 2011 Aberdeen Press & Journal Arena
31 ottobre 2011 Manchester Manchester Evening News Arena
1º novembre 2011 Glasgow SEC Centre
3 novembre 2011
4 novembre 2011
5 novembre 2011 Nottingham Motorpoint Arena Nottingham
7 novembre 2011 Dublino Irlanda Irlanda The O2
8 novembre 2011
Nordamerica[14]
15 novembre 2011 Hartford Stati Uniti Stati Uniti XL Center
16 novembre 2011 New York Madison Square Garden
19 novembre 2011 Las Vegas Mandalay Bay Events Center
21 novembre 2011 Oakland Oracle Arena
22 novembre 2011 Los Angeles Staples Center
23 novembre 2011
Asia[17][18]
19 gennaio 2012 Bogor Indonesia Indonesia SICC Auditorium
22 gennaio 2012 Pasay Filippine Filippine SM Mall of Asia Concert Grounds

Show cancellati e spostati[modifica | modifica wikitesto]

23 febbraio 2011 Milano (Italia) PalaSharp Il concerto è stato spostato al Forum di Assago.[19]
4 marzo 2011 Berlino (Germania) Columbiahalle Il concerto è stato spostato alla Max-Schmeling-Halle[20]
6 marzo 2011 Offenbach am Main (Germania) Stadthalle Offenbach Spostato al Jahrhunderthalle a Francoforte, Germania
8 luglio 2011 Rosemont (Stati Uniti) Allstate Arena Riprogrammato il 21 agosto 2011.[21]
9 luglio 2011 Saint Paul (Stati Uniti) Xcel Energy Center Riprogrammato il 23 agosto 2011.[21]
11 settembre 2011 Grand Rapids (Stati Uniti) Van Andel Arena Riprogrammato il 1º dicembre.[22]
1º dicembre 2011 Grand Rapids (Stati Uniti) Van Andel Arena Cancellato[23]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Katy Perry announces European dates for 2011 tour, su independent.co.uk. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  2. ^ (EN) People's Choice Awards 2012: Katy Perry, Rihanna & Demi Lovato Win Big, su billboard.com. URL consultato il 12 gennaio 2012.
  3. ^ a b c Concert review: Katy Perry at UCF Arena – Soundboard Music Blog – Orlando Sentinel, Blogs.orlandosentinel.com. URL consultato l'11 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2011).
  4. ^ By Meredith Blake, Katy Perry Rocks a Sweet Tooth | Music News, Rolling Stone, 18 giugno 2011. URL consultato l'11 novembre 2011.
  5. ^ John Mitchell, Katy Perry Satisfies New York Fans' Sweet Tooth - Music, Celebrity, Artist News, MTV, 18 giugno 2011. URL consultato l'11 novembre 2011.
  6. ^ a b c Hard not to like this candy girl - St. Petersburg Times, Tampabay.com. URL consultato l'11 novembre 2011.
  7. ^ a b Katy Perry - Live Review | upstart
  8. ^ LIVE REVIEW: Katy Perry "California Dreams Tour," St. Pete Times Forum, Tampa, June 10, Tampabay.com, 11 giugno 2011. URL consultato l'11 novembre 2011.
  9. ^  :37 am, Gwinnett Arena: Katy Perry, Gwinnettcenter.com, 8 giugno 2011. URL consultato l'11 novembre 2011.
  10. ^ Katy Perry Debuts Tweet-to-Screen for California Dreams 2011 Tour - Music Industry Today, Music.einnews.com. URL consultato l'11 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  11. ^ Le dolci sorprese di Katy Perry, su tgcom.mediaset.it. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  12. ^ (EN) Review: Katy Perry at 1STBANK Center, 7/26/11, su blogs.westword.com. URL consultato il 30 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2011).
  13. ^ (EN) Katy Perry’s California dreams rock TD Garden, su tauntongazette.com. URL consultato il 30 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2011).
  14. ^ a b c d e (EN) Tour Dates, su katyperry.com. URL consultato il 30 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2010).
  15. ^ Il totale è stato conteggiato precedentemente insieme alla data del 4 maggio 2011.
  16. ^ Il totale è stato conteggiato precedentemente insieme alla data del 5 maggio 2011.
  17. ^ Katy Perry to take a year off to start a family, su Zee News, Zee Entertainment Enterprises, 19 novembre 2011. URL consultato il 23 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2011).
  18. ^ Katy Perry to hold concert in Manila next year, su ABS-CBN News and Current Affairs, ABS-CBN, 8 novembre 2011. URL consultato il 23 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2011).
  19. ^ Katy Perry al Mediolanum Forum di Assago [Katy Perry at the Mediolanum Forum di Assago], su ANSA, 18 gennaio 2011. URL consultato il 19 gennaio 2011.
  20. ^ Katy Perry Brings California Dreams to Berlin, 24-7 Press Release, 25 gennaio 2011. URL consultato il 3 febbraio 2011.
  21. ^ a b Katy Perry postpones Chicago, St. Paul concerts, in USA Today, Gannett Company, 8 luglio 2011. URL consultato il 15 luglio 2011.
  22. ^ Gustin, Carl, Tonight's Katy Perry Show In Grand Rapids Is Postponed By Illness, su WXMI, Tribune Company, 11 settembre 2011. URL consultato il 15 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2011).
  23. ^ John Sinkevics, Katy Perry to skip Grand Rapids; cancels December show at Van Andel Arena, su The Grand Rapids Press, Booth Newspapers, 27 ottobre 2011. URL consultato il 6 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]