Aurelio Andreazzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aurelio Andreazzoli
Aurelio Andreazzoli (cropped).jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Empoli
Carriera
Giovanili
1970-19??Genoa
Carriera da allenatore
1985-1986 non conosciuta Orrione
1986-1989 Flag maroon HEX-7B1C20.svg Ortonovo
1989-1990 Pietrasanta
1991-1992 Castelnuovo
1992-1994 Lucchese Primavera
1994-1995 Massese
1995-1996 Massese
1996-1998 Fiorentina Allievi Naz.
1998-1999 Tempio
1999-2001 Aglianese
2001-2002 Grosseto
2002-2003 Alessandria
2003-2005 Udinese Coll. Tecnico
2005-2009 Roma Coll. Tecnico
2011-2013 Roma Coll. Tecnico
2013 Roma
2013-2017 Roma Coll. Tecnico
2017-Empoli
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 maggio 2018

Aurelio Andreazzoli (Massa, 5 novembre 1953) è un allenatore di calcio italiano, tecnico dell'Empoli.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Andreazzoli è un tecnico che preferisce disporre in campo i suoi giocatori con moduli quali il 4-2-3-1[1][2] o il 4-3-1-2[3][4], che consentono di gestire il possesso della sfera senza oscurare le qualità individuali dei singoli.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Venne portato nelle giovanili del Genoa dal presidente Angelo Tongiani (insieme ai conterranei Claudio Desolati e Mauro Della Bianchina).[5]

Inizia ad allenare nel 1985 i dilettanti dell'Orrione, in Seconda Categoria[6], prima di passare sulla panchina dell'Ortonovo, conducendo gli spezzini dalla Seconda Categoria al campionato di Promozione.[6][7] Dopo una parentesi alla guida del Pietrasanta, nel 1991 passa sulla panchina del Castelnuovo, in Eccellenza.[8]

Dopo aver guidato per due anni la Primavera della Lucchese[8], nel 1994 viene chiamato alla guida della Massese[8] in Serie C1; nella prima stagione guida la squadra alla salvezza tramite i play-out. L'anno successivo viene esonerato a stagione in corso, salvo poi essere richiamato a maggio per disputare i play-out contro il Brescello. In seguito allena per due anni gli Allievi Nazionali della Fiorentina[8], prima di passare sulla panchina del Tempio (piazzandosi quart'ultimo in classifica, peggior difesa del campionato con 43 gol subiti) in Serie C2, salvandosi ai play-out.

Il 17 dicembre 1999 viene nominato tecnico dell'Aglianese, in Serie D.[9] Il 14 giugno 2001 è sostituito da Francesco Buglio.[10] L'8 ottobre subentra a Lamberto Magrini sulla panchina del Grosseto, in Serie D.[11] Il 7 gennaio 2002, dopo aver ottenuto 4 punti nelle ultime 4 gare, è esonerato.[12] Il 16 gennaio 2003 subentra a Dino Pagliari sulla panchina dell'Alessandria, in Serie C2.[13] Il 26 febbraio è esonerato dopo aver ottenuto un solo punto in 5 gare totali (4 sconfitte, un pari) e il penultimo posto in classifica, sostituito da Carlo Soldo.[14]

Il 9 luglio 2003 viene scelto da Luciano Spalletti - suo compagno di stanza e di studi a Coverciano[8][15] - neo tecnico dell'Udinese, come collaboratore tecnico, affiancandolo sulla panchina friulana.[16]

Terminato il rapporto con l'Udinese[17], il 21 giugno 2005 segue Spalletti alla Roma[18], mantenendo il proprio ruolo di collaboratore tecnico. Il 18 ottobre 2006, durante Olympiakos-Roma, partita della fase a gironi di UEFA Champions League, il calciatore giallorosso Rodrigo Taddei esegue un gesto tecnico particolare, chiamato dal giocatore Aurelio in onore del tecnico che lo aveva incoraggiato a provare la giocata in gare ufficiali.[19][20] Il 1º settembre 2009 insieme a Spalletti lascia la Roma.[21]

Il 21 febbraio 2011 è richiamato dalla società capitolina per ricoprire il suo precedente ruolo nello staff del nuovo tecnico Vincenzo Montella[22], ruolo che continuerà a coprire anche in seguito, alle spalle di Luis Enrique e Zdeněk Zeman. Il 2 febbraio 2013, in seguito all'esonero di Zeman, la società giallorossa gli affida la guida temporanea della squadra.[23]

Passa dal 4-3-3 di Zeman al più prudente 4-2-3-1[1][2], adattando Totti a rifinitore - intuizione dell'ex tecnico Spalletti, che portò l'attaccante romano a vincere la Scarpa d'oro nel 2007[2] - della manovra.[2] Esordisce alla guida della squadra giallorossa il 10 febbraio contro la Sampdoria al Luigi Ferraris, perdendo 3-1.[24] La settimana successiva vince la sua prima gara in casa contro la Juventus 1-0.[25] Dopo aver condotto la squadra al sesto posto[26] a quota 62 punti di cui 28 fatti in 15 partite (1,86 a partita, quarta miglior media punti), il 26 maggio perde in finale di Coppa Italia il derby - il secondo alla guida della squadra giallorossa, dopo il pareggio ottenuto in campionato[27] - contro la Lazio.[28] Sollevato dall'incarico, il 20 giugno entra nello staff tecnico del nuovo allenatore giallorosso Rudi Garcia.[29] Il 15 gennaio 2016 si ricongiunge al tecnico Luciano Spalletti sulla panchina giallorossa, rimanendo nello staff del tecnico toscano.[30]

Interrotto il rapporto con la società capitolina, il 17 dicembre 2017 sostituisce Vincenzo Vivarini sulla panchina dell'Empoli, in Serie B.[31][32] Passa dal 3-5-2 al 4-3-1-2[4][3], inanellando una striscia positiva di 19 partite (frutto di 14 vittorie e 5 pareggi), che portano la squadra a conseguire l'aritmetica promozione in Serie A - e la vittoria del campionato - il 28 aprile 2018 grazie al punto casalingo conquistato contro il Novara[33], con quattro giornate d'anticipo. Il 21 maggio rinnova con il club toscano fino al 2020.[34]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 18 maggio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
1994-1995 Italia Massese C1 26+2 4+1 13+1 9 CI-C 2 0 1 1 - - - - - - - - - - 30 5 15 10 16,67 eson. sub. 15°
1995-1996 C1 19+2 5+1 6 8+1 CI-C 6 2 3 1 - - - - - - - - - - 27 8 9 10 29,63 eson. sub. 17°, retrocesso
Totale Massese 49 11 20 18 8 2 4 2 - - - - - - - - 57 13 24 20 22,81
1998-1999 Italia Tempio C2 26+2 8 4+2 14 CI-C - - - - - - - - - - - - - - 28 8 6 14 28,57 subentrato, 15°
1999-2000 Italia Aglianese D 34 11 13 10 CI-D 4 1 2 1 - - - - - - - - - - 38 12 15 11 31,58
2000-2001 D 34 22 9 3 CI-D 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 23 9 4 63,89
Totale Aglianese 68 33 22 13 6 2 2 2 - - - - - - - - 74 35 24 15 47,30
2001-2002 Italia Grosseto D 34 18 8 8 CI-D 2 0 1 1 - - - - - - - - - - 36 18 9 9 50,00 subentrato, esonerato
2002-2003 Italia Alessandria C2 5 0 1 4 CI-C - - - - - - - - - - - - - - 5 0 1 4 &&0,00 subentrato, esonerato
2012-2013 Italia Roma A 15 8 4 3 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 17 9 4 4 52,94 subentrato, 6°
2017-2018 Italia Empoli B 23 16 7 0 CI - - - - - - - - - - - - - - 23 16 7 0 69,57 subentrato, , promosso
2018-2019 A 0 0 0 0 CI - - - - - - - - - - - - - - 0 0 0 0 ! in corso
Totale Empoli 23 16 7 0 0 0 0 0 - - - - - - - - 23 16 7 0 69,57
Totale carriera 217 94 67 56 18 5 7 6 - - - - - - - - 235 99 74 62 42,13

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Empoli: 2017-2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Aurelio Andreazzoli, chi è il nuovo allenatore della Roma, su romatoday.it.
  2. ^ a b c d Roma, ecco Andreazzoli: l'uomo nuovo tutto tattica e motivazioni, su gazzetta.it.
  3. ^ a b c Dal campo Il primo giorno di Andreazzoli, sotto il segno del 4-3-1-2, su pianetaempoli.it.
  4. ^ a b c Il legame con Spalletti, la Roma persa in un derby, il rilancio a Empoli. Aurelio Andreazzoli: un uomo solo al comando della B, su gianlucadimarzio.com.
  5. ^ Un massese alla guida della Roma Aurelio Andreazzoli sostituisce il mitico Zeman., in Il Tirreno, 2 febbraio 2013. URL consultato il 28 maggio 2018.
  6. ^ a b Empoli, ufficiale: Andreazzoli è il nuovo tecnico, il comunicato, su mediagol.it.
  7. ^ Andreazzoli: «Dopo tanto avevo voglia di fermarmi», su iltirreno.gelocal.it.
  8. ^ a b c d e Aurelio Andreazzoli, dal Castelnuovo alla... Roma di Totti, su lagazzettadelserchio.it.
  9. ^ Aglianese, nuovo tecnico è Andreazzoli «Questa società vuole vincere, darò il massimo per accontentarla», iltirreno.it, 17 dicembre 1999.
  10. ^ Era il vice di Lippi nel 1987-88 alla Pistoiese Aglianese, ecco Buglio «Sono qui per vincere», iltirreno.it, 16 giugno 2001.
  11. ^ Grosseto licenzia Magrini, al suo posto arriva Andreazzoli Il nuovo allenatore: «Sono venuto per vincere, ma a tutti chiedo un po' di tempo», iltirreno.it, 9 ottobre 2001.
  12. ^ Licenziato Andreazzoli, iltirreno.it, 8 gennaio 2002.
  13. ^ I tifosi del Chelsea incoronano Zola, iltirreno.it, 16 gennaio 2003.
  14. ^ Mister esperto e concreto per i grigi[collegamento interrotto], lastampa.it, 26 febbraio 2003.
  15. ^ Spalletti, quando Coverciano lo promosse per il master da 110 e lode, su spaziointer.it.
  16. ^ Andreazzoli approda all'Udinese, iltirreno.it, 9 luglio 2003.
  17. ^ Spalletti si libera dall'Udinese "Sono disponibile per la Roma", repubblica.it, 16 giugno 2005.
  18. ^ Spalletti si presenta alla Roma "Ripartiamo dalla normalità", repubblica.it, 21 giugno 2005.
  19. ^ gazzetta.it, Taddei, così nasce una magìa, su gazzetta.it, 20 ottobre 2006. URL consultato il 18 marzo 2011.
  20. ^ Andreazzoli, l'ombra di Spalletti Inventore del superelastico di Taddei, Corriere della Sera
  21. ^ Ranieri, biennale con la Roma Spalletti: "Dimissioni decisione giusta", gazzetta.it, 1º settembre 2009.
  22. ^ Roma, ecco lo staff del neo-tecnico Montella, tuttomercatoweb.com, 21 febbraio 2011.
  23. ^ Roma, Zeman esonerato: squadra ad Andreazzoli, gazzetta.it, 2 febbraio 2013.
  24. ^ Sampdoria-Roma 3-1, Andreazzoli esordio amaro e scoppia il caso Totti-Osvaldo, La Gazzetta dello Sport
  25. ^ Roma-Juventus 1-0, super Totti piega i bianconeri, repubblica.it, 17 febbraio 2013.
  26. ^ Roma-Napoli 2-1, ultima amara per Mazzarri, repubblica.it, 19 maggio 2013.
  27. ^ Roma-Lazio 1-1, Totti risponde a Hernanes, repubblica.it, 9 aprile 2013.
  28. ^ Coppa Italia, Inter-Roma 2-3: Destro trascina i giallorossi, finale con la Lazio, repubblica.it, 17 aprile 2013.
  29. ^ Roma, Andreazzoli cooptato nello staff di Garcia, ilmessaggero.it, 20 giugno 2013.
  30. ^ Roma, Andreazzoli nello staff di Spalletti insieme a Daniele Baldini, gazzetta.it, 15 gennaio 2016.
  31. ^ Alessio Cocchi, UFFICIALE | È Aurelio Andreazzoli il nuovo allenatore dell’Empoli | PianetaEmpoli, su www.pianetaempoli.it. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  32. ^ Ufficiale: Empoli, Aurelio Andreazzoli è il nuovo allenatore dei toscani, tuttomercatoweb.com, 17 dicembre 2017.
  33. ^ Serie B, Empoli-Novara 1-1. Caputo regala la promozione ad Andreazzoli gazzetta.it
  34. ^ Calcio: Andreazzoli a Empoli fino a 2020 ansa.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvatore Lo Presti (a cura di), Annuario del calcio mondiale '96-'97, Torino, SET, 1996.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]