Antonio Brown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Brown
Antonio Brown (wide receiver, born 1988).JPG
Brown nel 2012.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 84 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Wide receiver
Squadra Pittsburgh Steelers
Carriera
Giovanili
2007-2009 Central Michigan Chippewas
Squadre di club
2010- Pittsburgh Steelers
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 4
All-Pro 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 gennaio 2016

Antonio Brown (Miami, 10 luglio 1988) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di wide receiver per i Pittsburgh Steelers della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del sesto giro (195° assoluto) del Draft NFL 2010 dagli Steelers. Al college ha giocato a football alla Central Michigan University.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Pittsburgh Steelers[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2010[modifica | modifica wikitesto]

Brown fu scelto dai Pittsburgh Steelers nel corso del sesto giro del Draft 2010[1]. Debuttò come professionista il 19 settembre contro i Tennessee Titans, guadagnando 128 yard su tre ritorni (2 di kickoff, 1 da un punt), incluso un touchdown da 89 yard nella prima giocata della partita. Nel secondo turno dei playoff contro i Baltimore Ravens, Brown ricevette un passaggio da 58 yard su una situazione di terzo down e 19 dal quarterback Ben Roethlisberger che anticipò l'azione del touchdown della vittoria della sua squadra. Nella settimana successiva nella finale della AFC contro i New York Jets, a due minuti dal termine, Brown ricevette una passaggio da 14 yard su una situazione di terzo down e 6 che sigillò la vittoria di Pittsburgh e la qualificazione al Super Bowl XLV, perso poi contro i Green Bay Packers.

Stagione 2011[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 ottobre 2011, Brown segnò il suo primo touchdown su ricezione in carriera su passaggio da 7 yard di Roethlisberger. Il 4 dicembre 2011 ritornò il suo primo punt in touchdown contro i Cincinnati Bengals, venendo premiato come miglior giocatore degli special team della AFC della settimana. La sua seconda stagione si concluse diventando il primo giocatore della storia della lega a guadagnare nella stessa stagione mille yard su ricezione e altre mille da ritorni, venendo convocato per il suo primo Pro Bowl.

Stagione 2012[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 luglio 2012, Brown firmò un nuovo contratto quinquennale del valore di 42,2 milioni di dollari con gli Steelers. Quell'anno concluse con 787 yard ricevute e l'allora primato personale di 5 touchdown su ricezione.

Stagione 2013[modifica | modifica wikitesto]

Brown nel 2013 contro i Titans.

Prima dell'inizio della stagione 2013, gli Steelers decisero di non rinnovare il contratto a Mike Wallace, preferendo puntare su Brown che ripagò la loro fiducia. La prima grande gara stagionale la disputò nella settimana 3 contro i Chicago Bears in cui ricevette 196 yard e segnò due touchdown. Un'altra ottima prova la disputò nella settimana 11 ricevendo 147 yard e segnando due touchdown nella vittoria sui Detroit Lions[2]. Il 27 dicembre fu premiato con la seconda convocazione al Pro Bowl in carriera[3]. La sua stagione si concluse al secondo posto nella lega sia in ricezioni (109) che in yard ricevute (1.499) e segnò 8 touchdown, venendo inserito nel Second-team All-Pro[4] e votato al 23º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi[5].

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

I primi due touchdown del 2014, Brown li segnò nella vittoria della settimana 3 su un campo ostico come quello dei Carolina Panthers[6]. Altri due, con 131 yard ricevute, li mise a segno la domenica successiva, ma gli Steelers furono superati in rimonta dai Buccaneers[7]. Con due TD nella settimana 8 sui Colts e uno nella settimana 9 sui Ravens[8], gare entrambe vinte da Pittsburgh, Brown pareggiò già il suo primato personale di otto dell'anno precedente. Due settimane dopo superò il suo record segnando il nono touchdown, oltre a 91 yard ricevute, nella vittoria esterna sui Titans[9]. Nell'ultimo turno, Brown ricevette 128 yard, segnò un touchdown su ricezione e uno su ritorno di punt nella vittoria sui Bengals che diede a Pittsburgh la vittoria della propria division. La sua stagione si chiuse guidando la NFL con 129 ricezioni (secondo massimo di tutti i tempi dietro le 143 di Marvin Harrison nel 2002) e 1.698 yard (record di franchigia), mentre i suoi 13 touchdown su ricezione furono il secondo risultato della lega. Fu convocato per il terzo Pro Bowl in carriera[10][11] e inserito nel First-team All-Pro[12].

Il 3 gennaio 2015, gli Steelers, privi del running back All-Pro Le'Veon Bell, furono subito eliminati nel primo turno di playoff dai Ravens, con Brown che guidò i suoi con 9 ricezioni per 117 yard[13].

Stagione 2015[modifica | modifica wikitesto]

Brown nel 2015

Brown aprì la stagione ricevendo 133 yard e un touchdown nella sconfitta in casa dei Patriots[14]. La prima vittoria giunse nel turno successivo per 43-18 sui 49ers in cui ricevette 195 yard e il secondo touchdown. Nella settimana 9, Brown stabilì due nuovi record di franchigia con 17 ricezioni per 284 yard nella vittoria sul filo di lana contro i Raiders[15]. Sette giorni dopo ricevette altre 139 yard e 2 TD nella vittoria interna sui Browns. Alla fine di novembre fu premiato come giocatore offensivo della AFC del mese[16].

Nella settimana 13, Browns ricevette 118 yard e 2 TD, oltre a segnarne un terzo su ritorno di punt da 71 yard nella vittoria della gara della domenica sera sui Colts. Per questa prova fu premiato come giocatore degli special team dell'AFC della settimana[17]. Sette giorni dopo, con sette ricezioni nella vittoria sui Bengals, divenne il sesto giocatore della storia della NFL a fare registrare tre stagioni consecutive con almeno cento ricezioni, raggiungendo Marvin Harrison, Jerry Rice, Herman Moore, Brandon Marshall e Wes Welker

Nella settimana 15, Brown ricevette 16 passaggi per 189 yard e due touchdown nella vittoria sui Broncos che riportò Pittsburgh in posizione utile per qualificarsi ai playoff, venendo premiato come giocatore offensivo della AFC della settimana[18][19]. In quella partita stabilì il nuovo record NFL per il maggior numero di ricezioni in tre stagioni consecutive (355), superando il precedente primato di Marvin Harrison di 354 fatto registrare nel periodo 2000-2002. Nel penultimo turno divenne il secondo giocatore della storia della NFL a ricevere 1.600 yard per due stagioni consecutive, dopo Calvin Johnson nelle stagioni 2011 e 2012.[20] Inoltre divenne il secondo giocatore nella storia della NFL con due stagioni consecutive con almeno 120 ricezioni dopo Cris Carter (1994–1995). Alla fine di dicembre fu premiato come giocatore offensivo del mese[21]. La sua stagione regolare si chiuse guidando la NFL assieme a Julio Jones con 136 ricezioni (per entrambi il secondo miglior risultato della storia della lega), al secondo posto in yard ricevute (1.834), con 10 touchdown segnati, venendo convocato per il quarto Pro Bowl in carriera ed inserito nel First-team All-Pro[22][23].

Nel primo turno di playoff in casa dei Bengals, Brown guidò la sua squadra con 7 ricezioni per 119 yard nella vittoria per 18-16, venendo tuttavia costretto ad uscire nell'ultimo minuto di gioco a causa di un durissimo colpo irregolare infertogli da Vontaze Burfict[24]. A causa della commozione cerebrale subita, fu costretto a perdere la partita del divisional round contro i Broncos[25].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Pittsburgh Steelers: 2010

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011, 2013, 2014, 2015
2014, 2015
2013
2014 (condiviso con Le'Veon Bell)
  • Giocatore offensivo della AFC del mese: 3
dicembre 2014, novembre e dicembre 2015
  • Giocatore offensivo della AFC della settimana: 1
15ª del 2015
2014

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 86
Partite da titolare 59
Ricezioni 526
Yard su ricezione 7.093
Touchdown su ricezione 38

Statistiche aggiornate alla stagione 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2010 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 23 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Game Center: Detroit 27 Pittsburgh 37, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  3. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  4. ^ (EN) 2013 All-Pro teams, NFL.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 25 giugno 2014. URL consultato il 26 giugno 2014.
  6. ^ (EN) Game Center: Pittsburgh 37 Carolina 19, NFL.com, 22 settembre 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.
  7. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 27 Pittsburgh 24, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 28 settembre 2014.
  8. ^ (EN) Game Center: Baltimore 23 Pittsburgh 43, NFL.com, 2 novembre 2014. URL consultato il 3 novembre 2014.
  9. ^ (EN) Game Center: Pittsburgh 27 Tennessee 24, NFL.com, 17 novembre 2014. URL consultato il 18 novembre 2014.
  10. ^ (EN) Complete Pro Bowl Roster, NFL.com, 23 dicembre 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  11. ^ Nfl, i verdetti della regular season Baltimore e Carolina ai playoff, La Gazzetta dello Sport, 29 dicembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  12. ^ (EN) 2014 All-Pro Teams, NFL.com, 2 gennaio 2015. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  13. ^ (EN) Ravens defeat Steelers in Pittsburgh, NFL.com, 3 gennaio 2015. URL consultato il 4 gennaio 2015.
  14. ^ (EN) Game Center: Pittsburgh 21 New England 28, NFL.com, 10 settembre 2015. URL consultato l'11 settembre 2015.
  15. ^ Nfl, Newton e Panthers scatenati. Carolina batte Green Bay e va 8-0, gazzetta.it, 9 novembre 2015. URL consultato il 9 novembre 2015.
  16. ^ (EN) Antonio Brown highlights Players of the Month, NFL.com, 3 dicembre 2014. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  17. ^ (EN) Brandon Marshall leads Week 13 Players of the Week, NFL.com, 9 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  18. ^ Nfl, Carolina trema, ma non perde. Pittsburgh vince in rimonta, gazzetta.it, 21 dicembre 2015. URL consultato il 21 dicembre 2015.
  19. ^ (EN) Cam Newton highlights Week 15 Players of the Week, NFL.com, 23 dicembre 2015. URL consultato il 23 dicembre 2015.
  20. ^ Bye the Numbers: Williams Goes for 100 2015
  21. ^ (EN) Antonio Brown tops December's Players of the Month, NFL.com, 7 gennaio 2016. URL consultato il 7 gennaio 2016.
  22. ^ (EN) 2016 Pro Bowl roster, NFL.com, 22 dicembre 2015. URL consultato il 23 dicembre 2015.
  23. ^ (EN) 2015 All-Pro team: Analysis of the first-team roster, NFL.com, 8 gennaio 2016. URL consultato l'8 gennaio 2016.
  24. ^ (EN) Steelers escape Cincinnati with win, NFL.com, 9 gennaio 2016. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  25. ^ (EN) Antonio Brown (concussion) ruled out by Steelers, NFL.com, 15 gennaio 2016. URL consultato il 16 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]