Calais Campbell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Calais Campbell
Calais Campbell picture.JPG
Campbell nel 2013
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 203 cm
Peso 136 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Defensive end
Squadra Jacksonville Jaguars
Carriera
Giovanili
Miami Hurricanes
Squadre di club
2008-2016 Arizona Cardinals
2017- Jacksonville Jaguars
Statistiche
Partite 154
Partite da titolare 137
Tackle 568
Sack 71,0
Intercetti 3
Fumble forzati 11
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 3
All-Pro 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'11 gennaio 2018

Calais Malik Campbell (Denver, 1º settembre 1986) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di defensive end per i Jacksonville Jaguars della National Football League. Fu scelto nel corso del secondo giro (50º assoluto) del Draft NFL 2008 dagli Arizona Cardinals. Al college giocò a football a Miami.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Arizona Cardinals[modifica | modifica wikitesto]

Campbell fu scelto nel secondo giro del Draft 2008 Arizona Cardinals[1]. Nella sua stagione da rookie disputò tutte le 16 partite, arrivando sino al Super Bowl XLIII, il primo della storia della franchigia, perso contro i Pittsburgh Steelers.

Nel 2011 disputò per la prima volta tutte le 16 gare come titolare, contribuendo a rendere la difesa dei Cardinals una delle migliori della lega e terminando con 8 sack, 2 fumble forzati e un intercetto, il primo della carriera. Diede un solido contributo anche come membro degli special team, bloccando 3 field goal. A fine anno gli fu rinnovato il contratto, firmando un accordo quinquennale del valore di 55 milioni di dollari, inclusi 31 milioni garantiti.

Nel 2013, i Cardinals guidati dal nuovo allenatore Bruce Arians sfiorarono i playoff terminando con un record di 10-6, mentre Campbell fece registrare un nuovo primato in carriera di 9 sack.

Nel 2014, Campbell nella settimana 5 fece registrare il secondo intercetto in carriera su Peyton Manning dei Denver Broncos[2]. Nel dodicesimo turno fece registrare un massimo stagionale di 3 sack su Russell Wilson ma Arizona, in possesso del miglior record della lega, fu battuta dai Seahawks campioni in carica[3]. A fine anno fu convocato per il primo Pro Bowl in carriera[4] e inserito nel Second-team All-Pro[5] dopo avere messo a segno 7 sack, secondo nella squadra. Fu inoltre classificato al 99º posto nella NFL Top 100, la classifica dei migliori cento giocatori della stagione[6].

Nella settimana 14 della stagione 2015, Campbell recuperò un fumble forzato dal compagno Dwight Freeney a cinque secondi dal termine che impedì ai Vikings di calciare il field goal del potenziale pareggio[7]. Con quella vittoria, la settima consecutiva, i Cardinals ottennero la matematica qualificazione ai playoff. A fine anno fu convocato per il primo Pro Bowl in carriera.

Nel 2015, Campell fu convocato per il suo secondo Pro Bowl consecutivo, mentre i Cardinals tornarono a vincere la propria division per la prima volta dal 2009[8]. L'anno seguente fu inserito per la seconda volta nel Second-team All-Pro dopo 53 tackle, 8 sack e un intercetto[9]

Jacksonville Jaguars[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 marzo 2017, Campbell firmò con i Jacksonville Jaguars. Nella prima partita con la nuova maglia stabilì un nuovo record di franchigia con 4 sack nella gara del primo turno vinta contro gli Houston Texans, venendo premiato come miglior difensore della AFC della settimana.[10][11] Con altri due nella vittoria della settimana 7 contro gli Indianapolis Colts giunse a quota 10, già un nuovo primato personale a meno di metà di stagione. Il 4 dicembre, con un sack su Jacoby Brissett degli Indianapolis Colts, Campbell giunse a quota 12,5, un nuovo record stagionale di franchigia per i Jaguars. A fine stagione fu convocato per il suo terzo Pro Bowl e inserito per la prima volta nel First-team All-Pro dopo essersi classificato secondo nella NFL con 14,5 sack.[12][13] Si piazzò inoltre secondo nel premio di miglior difensore dell'anno della NFL dietro ad Aaron Donald.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Arizona Cardinals: 2008

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2014, 2015, 2017
2017
2014, 2016
  • Difensore della AFC della settimana: 1
1ª del 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2008 National Football League Draft, Pro Football Hall Hall of Fame. URL consultato il 30 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2013).
  2. ^ (EN) Game Center: Arizona 20 Denver 41, NFL.com, 5 ottobre 2014. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  3. ^ (EN) Game Center: Arizona 3 Seattle 19, NFL.com, 23 novembre 2014. URL consultato il 23 novembre 2014.
  4. ^ (EN) Complete Pro Bowl Roster, NFL.com, 23 dicembre 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  5. ^ (EN) 2014 All-Pro Teams, NFL.com, 2 gennaio 2015. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  6. ^ (EN) Top 100 Players of 2015, NFL.com, 6 maggio 2015. URL consultato il 7 maggio 2015.
  7. ^ (EN) Game Center: Minnesota 20 Arizona 23, NFL.com, 10 dicembre 2015. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  8. ^ (EN) 2016 Pro Bowl roster, NFL.com, 22 dicembre 2015. URL consultato il 23 dicembre 2015.
  9. ^ (EN) Three rookies, Matt Ryan among players named to All-Pro team, NFL.com, 6 gennaio 2017. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  10. ^ Nfl, Green Bay vince in difesa. Irma rinvia il derby della Florida, gazetta.it, 11 settembre 2017. URL consultato l'11 settembre 2017.
  11. ^ (EN) Alex Smith, Sam Bradford among Players of the Week, NFL.com, 13 settembre 2017. URL consultato il 13 settembre 2017.
  12. ^ (EN) All-Pro Team: Antonio Brown is unanimous selection, NFL.com, 5 gennaio 2018. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  13. ^ (EN) NFL announces 2018 Pro Bowl rosters, NFL.com, 19 dicembre 2017. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]