Mike Evans (giocatore di football americano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Evans
Mike Evans face shot vs Washington Redskins November 16 2014.jpg
Evans nel 2014.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 102 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Wide receiver
Squadra T.B. Buccaneers
Carriera
Giovanili
2011-2013 Texas A&M Aggies
Squadre di club
2014- T.B. Buccaneers
Statistiche
Partite 105
Partite da titolare 87
Ricezioni 499
Yard ricevute 6.280
Touchdown su ric. 59
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 1
All-Pro 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 25 agosto 2017

Michael Lynn Evans (Galveston, 21 agosto 1993) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di wide receiver per i Tampa Bay Buccaneers della National Football League (NFL). Fu scelto come settimo assoluto nel Draft NFL 2014. Al college ha giocato a football alla Texas A&M University.

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver passato il primo anno nel college football come redshirt nel 2011 (si poteva cioè allenare con la squadra ma non scendere in campo), Evans totalizzò 82 ricezioni per 1.105 yard e 5 touchdown nel 2012, venendo inserito inserito nella formazione ideale nella Southeastern Conference.

Nella gara contro Alabama della stagione 2013, Evans ricevette dal quarterback Johnny Manziel 7 passaggi per un record scolastico di 279 yard[1], venendo premiato come miglior giocatore della settimana. Nella gara contro Auburn del 2013, superò il suo stesso primato terminando con 11 ricezioni per 287 yard e 4 touchdown. A fine anno fu premiato unanimemente come All-American.

Vittorie e riconoscimenti

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Tampa Bay Buccaneers[modifica | modifica wikitesto]

Evans il 2 gennaio 2014 annunciò l'intenzione di saltare l'ultimo anno di college per rendersi eleggibile nel Draft 2014, dove era classificato come uno dei migliori wide receiver, venendo pronosticato a gennaio 2014 come decima scelta assoluta da NFL.com[2]. L'8 maggio fu scelto come settimo assoluto dai Tampa Bay Buccaneers[3]. Partito come titolare nella prima partita in carriera, una sconfitta contro i Carolina Panthers, ricevette 5 passaggi per 37 yard dal quarterback Josh McCown[4]. Segnò il primo touchdown nella vittoria della settimana 4 contro i Pittsburgh Steelers, venendo però costretto ad uscire nel secondo tempo per un infortunio all'inguine[5], saltando la gara della settimana successiva[6]. Nella settimana 9 contro i Browns giocò fino a quel momento la sua miglior prestazione guidando i suoi con 7 ricezioni per 124 yard e 2 touchdown. Cifre quasi identiche ottenne sette giorni dopo i Falcons in cui terminò con 7 ricezioni per 124 yard e il suo quinto touchdown.

Evans nella sua gara da record contro i Redskins il 15 novembre 2014.

Nella settimana 11 in casa dei Redskins, Evans trascinò i Bucs alla loro seconda vittoria stagionale ricevendo 7 passaggi per 209 yard e 2 touchdown. Divenne così il primo ricevitore rookie da Randy Moss nel 1998 a giocare tre gare consecutive da almeno cento yard ricevute segnando almeno un touchdown. Inoltre, fu il più giovane giocatore della storia a ricevere 200 o più yard in una partita. Per questa prova fu premiato come miglior giocatore offensivo della NFC della settimana[7]. Per il quarto turno consecutivo andò a segno contro i Bears, ma questa volta i Bucs furono sconfitti in trasferta. Dopo una gara all'asciutto, tornò a segnare due touchdown nella sconfitta esterna coi Lions, arrivando a quota dieci in stagione. Nell'ultima partita stabilì un nuovo record di franchigia con la sua dodicesima marcatura su ricezione, che fu anche il massimo stagionale, assieme a Odell Beckham, tra i giocatori al primo anno. La sua stagione si chiuse con 73 ricezioni (terzo tra i rookie) per 1.051 yard (secondo), venendo inserito nella formazione ideale dei rookie dalla Pro Football Writers Association[8]. Fu inoltre votato al 75º posto nella NFL Top 100, la classifica dei migliori cento giocatori della stagione[9]

Nella settimana 13 della stagione 2015, Evans ricevette dal nuovo quarterback Jameis Winston un touchdown da 6 yard con un minuto e 39 secondi sul cronomentro, dando ai Buccaneers la vittoria per 23-19 sugli Atlanta Falcons. La sua annata si chiuse guidando la squadra con 1.206 yard ricevute, segnando 3 touchdown.

Nel 2016, Evans fu convocato per il primo Pro Bowl in carriera e inserito nel Second-team All-Pro dopo essersi classificato al quarto posto della NFL con 1.321 yard ricevute e al secondo con 12 touchdown su ricezione[10][11].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2016
2016
  • Giocatore offensivo della NFC della settimana: 1
11ª del 2014
  • All-Rookie Team - 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Manziel dazzles for Texas A&M in loss to Alabama, Fox Sports, 14 settembre. URL consultato il 9 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Mock draft 1.0: Texans get Clowney, NFL.com, 15 gennaio 2014. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) Draft Tracker, NFL.com, 8 maggio 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.
  4. ^ (EN) Game Center: Carolina 20 Tampa Bay 14, NFL.com, 7 settembre 2014. URL consultato il 7 settembre 2014.
  5. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 27 Pittsburgh 24, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 28 settembre 2014.
  6. ^ (EN) Buccaneers' Mike Evans (groin) out two to three weeks, NFL.com, 29 settembre 2014. URL consultato il 2 ottobre 2014.
  7. ^ (EN) Patriots' Jonas Gray headlines Week 11 player honors, NFL.com, 19 novembre 2014. URL consultato il 19 novembre 2014.
  8. ^ (EN) Giants’ Beckham Jr. PFWA Rookie/Offensive Rookie of the Year, St. Louis’ Donald Defensive Rookie of the Year; All-Rookie Team named, ProFootballWriters.org, 13 gennaio 2015. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  9. ^ (EN) Top 100 Players of 2015, NFL.com, 21 maggio 2015. URL consultato il 21 maggio 2015.
  10. ^ (EN) NFL announces 2017 Pro Bowl rosters, NFL.com, 20 dicembre 2016. URL consultato il 22 dicembre 2016.
  11. ^ (EN) Three rookies, Matt Ryan among players named to All-Pro team, NFL.com, 6 gennaio 2017. URL consultato il 6 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]