Doug Martin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'ex giocatore dei Minnesota Vikings, vedi Doug Martin (giocatore di football americano 1957).
Doug Martin
Doug Martin at Schoffield Barracks (cropped).jpg
Martin nel 2013.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 171 cm
Peso 101 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Running back
Squadra Stemma Tampa Bay Buccaneers T.B. Buccaneers
Carriera
Giovanili
2007-2011 Stemma Boise State Broncos Boise State Broncos
Squadre di club
2012- Stemma Tampa Bay Buccaneers T.B. Buccaneers
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 2
All-Pro 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 27 gennaio 2014

Doug Martin (Oakland, 13 gennaio 1989) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di running back per i Tampa Bay Buccaneers della National Football League. Fu scelto dai Buccaneers come 31° assoluto nel Draft NFL 2012. Al college ha giocato a football a Boise State.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Tampa Bay Buccaneers[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2012[modifica | modifica wikitesto]

Considerato uno dei migliori prospetti tra i running back disponibili nel Draft NFL 2012[1], Martin fu scelto come 31º assoluto dai Tampa Bay Buccaneers[2]. Il 9 settembre, alla prima gara da professionista, Martin e i Bucs, guidati dal nuovo allenatore Greg Schiano, iniziarono con una vittoria per 16-10 in casa contro i Carolina Panthers, in cui corse 95 yard su 24 tentativi[3]. Per questa prestazione, fu uno dei candidati al premio di rookie della settimana. Nel turno successivo, i Bucs persero contro i Giants dopo essere stati in vantaggio di 14 punti, contro cui Martin segnò il suo primo touchdown[4].

Martin nel Pro Bowl 2013.

Nel Thursday Night Football della settimana 8 vinto contro i Vikings Martin giocò quella che fu, fino a quel momento la sua miglior partita trascinando l'attacco dei Bucs con 216 yard totali, 135 delle quali su corsa e 79 su ricezione, segnando un touchdown su corsa e uno su ricezione[5][6]. Alla fine del primo tempo, aveva corso 106 yard, un'impresa che non capitava da 12 anni a un giocatore di Tampa Bay. Per questa prestazione vinse per la prima volta in carriera il premio di miglior running back della settimana[7]. A fine mese, Martin vinse il premio di miglior rookie offensivo del mese di ottobre[8].

Sette giorni dopo, il rookie disputò un'altra gara di alto livello quando corse 251 yard e segnò 4 touchdown nella vittoria contro gli Oakland Raiders, entrambi record di franchigia dei Buccaneers[9]. Stabilì inoltre diversi altri primati in quella partita: le 251 yard corse furono il terzo massimo di tutti i tempi per un rookie (dietro Adrian Peterson e DeMarco Murray), la decima prestazione di tutti i tempi della lega, fu il primo giocatore nella storia del football professionistico a correre nella stessa partita un touchdown da almeno 70, 65 e 45 yard, fu il primo giocatore dal 1940 a correre tre touchdown da più di 40 yard nella stessa partita, le sue 486 yard corse nelle ultime due partite furono il quinto miglior risultato dal 1960, superato solo da Walter Payton (due volte), Jim Brown e O.J. Simpson e infine fu il secondo giocatore della storia a correre almeno 250 yard e segnare 4 touchdown nella stessa partita dopo Mike Anderson dei Denver Broncos[10]. Per il secondo turno consecutivo, Martin fu premiato come miglior running back della settimana[11] e per la prima volta come miglior rookie della settimana[12].

Due settimane dopo, i Bucs vinsero ai supplementari la quarta gara consecutiva contro i Carolina Panthers e il running back mise a referto altre 138 yard corse[13] che gli fruttarono il terzo premio di running back della settimana[14]. Nel dodicesimo turno del campionato, altri 2 touchdown segnati non furono sufficienti a prolungare la striscia di vittorie dei Bucs, sconfitti di un solo punto dagli Atlanta Falcons, la squadra col miglior record della lega[15]. Tamba Bay fu sconfitta all'ultimo istante di gara anche nella domenica successiva malgrado le 126 yard corse e ilsuo decimo touchdown[16].

Tampa Bay interruppe la sua striscia di sconfitte nell'ultimo turno di campionato, quando batté i Falcons già sicuri del primo posto nella NFC. Dopo un periodo di flessione, Doug tornò ai livelli dei primi tre quarti di campionato correndo 142 yard e segnando un touchdown[17]. Concluse la sua prima stagione con 1.454 yard corse (quinto nella lega) 11 touchdown su corsa e uno su ricezione. Le sue yard corse superarono il precedente record di franchigia di Cadillac Williams di 1.178. Il 21 gennaio fu convocato per il Pro Bowl in sostituzione di Frank Gore impegnato coi San Francisco 49ers nel Super Bowl XLVII[18]. A fine anno fu classificato al numero 57 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[19].

Stagione 2013[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima gara della stagione Martin debuttò con 65 yard corse e un touchdown ma i Buccaneers furono sconfitti a due secondi dal termine dai New York Jets[20]. La settimana successiva corse 144 yard ma i Bucs persero ancora contro i Saints[21]. Nella settimana 7 contro gli Atlanta Falcons, Martin si ruppe una spalla, concludendo prematuramente la sua seconda stagione da professionista[22].

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

Martin nel 2015.

Tornato in campo nel 2014, Martin non riuscì a mettere in mostra la forma della sua prima stagione. Segnò il suo primo touchdown nella vittoria della settimana 4 contro gli Steelers, la prima stagionale, e il secondo più di due mesi dopo nel tredicesimo turno contro i Bengals, in cui corse 58 yard. Nel quindicesimo turno corse 96 yard su 14 tentativi, ma i Bucs uscirono sconfitti in casa dei Panthers. Nell'ultima partita guadagnò un massimo stagionale di 108 yard corse nella sconfitta coi Saints che condannò i Bucs a terminare col peggior record della lega, 2-14. La sua annata si chiuse guidando la squadra con 494 yard corse e al secondo posto dietro il quarterback Josh McCown con 2 TD su corsa.

Stagione 2015[modifica | modifica wikitesto]

Martin nel Pro Bowl 2016

Nel 2015, Martin si riprese dopo due stagioni difficili. Superò per la prima volta le cento yard corse nel quarto turno contro i Panthers, in cui segnò anche il suo primo touchdown. Sette giorni dopo segnò la sua prima marcatura su ricezione dal 2012 su passaggio del quarterback rookie Jameis Winston, oltre a 123 yard corse e altri su 2 touchdown su corsa che portarono i Buccaneers alla vittoria sui Jaguars[23]. Per questa prova fu premiato per la quarta volta in carriera come miglior running back della settimana, la prima dalla sua stagione da rookie.

Nella settimana 11, Martin corse 27 volte per 235 yard, il massimo fatto registrare da un giocatore nella stagione 2015, nella vittoria esterna sugli Eagles, venendo premiato per la seconda volta in stagione come running della settimana[24]. Nel turno successivo, con 97 yard corse tornò a superare quota mille per la prima volta dalla sua stagione da rookie. L'annata di Martin si chiuse al secondo posto nella NFL con 1.402 yard corse, con 6 marcature su corsa e una su ricezione, venendo convocato per il secondo Pro Bowl in carriera ed inserito nel First-team All-Pro[25][26].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2012, 2015
2015
8ª, 9ª e 11ª del 2012, 5ª e 11ª del 2015
  • Rookie offensivo del mese: 1
ottobre 2012
9ª del 2012
  • Record dei Buccaneers per yard corse in una partita (251) e in una stagione (1.454)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 22
Partite totali da titolare 22
Yard su corsa 1.910
Touchdown su corsa 12

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) NFL Draft Scout, nfldraftscout.com.
  2. ^ Riflessioni post-Draft, mondonfl.blogspot.it.
  3. ^ (EN) Game center: Carolina 10 Tampa Bay 16, NFL.com, 9 settembre 2012. URL consultato il 10 settembre 2012.
  4. ^ (EN) Gamecenter: Tampa Bay 34 New York 41, NFL.com, 16 settembre. URL consultato il 17 settembre 2012.
  5. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 36 Minnesota 17, NFL.com, 25 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  6. ^ NFL – Tamba Bay domina Minnesota nell’anticipo del giovedì, eat Sport, 27 ottobre 2012. URL consultato il 27 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Tom Brady and Doug Martin Voted as FedEx Air & Ground Players Of Week 8, NFL.com, 31 ottobre 2012. URL consultato il 7 novembre 2012.
  8. ^ (EN) Doug Martin wins NFL Offensive Rookie of the Month October 2012, bucsnation.com, 1 novembre 2012. URL consultato il 23 novembre 2012.
  9. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 42 Oakland 32, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  10. ^ (EN) Doug Martin shatters Tampa Bay Buccaneers' records, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Andrew Luck and Doug Martin Selected Week 9 FedEx Air & Ground® NFL Players Of The Week, NFL.com, 9 novembre 2012. URL consultato l'11 novembre 2012.
  12. ^ (EN) Week 9: Pepsi MAX Rookie of the Week winner, NFL.com, 9 novembre 2012. URL consultato l'11 novembre 2012.
  13. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 27 Carolina 21, NFL.com, 18 novembre 2012. URL consultato il 19 novembre 2012.
  14. ^ (EN) Matt Schaub and Doug Martin Are FedEx Air&Ground Players of the Week, NFL.com, 23 novembre 2012. URL consultato il 24 novembre 2012.
  15. ^ (EN) Game Center: Atlanta 24 Tampa Bay 23, NFL.com, 25 novembre 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.
  16. ^ (EN) Game Center: Philadelphia 23 Tampa Bay 21, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  17. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 22 Atlanta 17, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  18. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters: AFC, NFC, NFL.com, 21 gennaio 2013. URL consultato il 21 gennaio 2013.
  19. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 23 maggio 2013. URL consultato il 24 maggio 2013.
  20. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 17 New York 18, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  21. ^ (EN) Game Center: New Orleans 16 Tampa Bay 14, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  22. ^ (EN) Doug Martin has torn labrum, will miss Bucs' season, NFL.com, 21 ottobre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  23. ^ Nfl, 5ª giornata: rimontona Cincinnati con super Dalton, gazzetta.it, 12 ottobre 2015. URL consultato il 12 ottobre 2015.
  24. ^ Nfl, Panthers inarrestabili: 10-0. Arizona piega Cincinnati, gazzetta.it, 23 novembre 2015. URL consultato il 23 novembre 2015.
  25. ^ (EN) 2016 Pro Bowl roster, NFL.com, 22 dicembre 2015. URL consultato il 23 dicembre 2015.
  26. ^ (EN) 2015 All-Pro team: Analysis of the first-team roster, NFL.com, 8 gennaio 2016. URL consultato l'8 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]