1-butene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
1-butene
1-butene.svg
But-1-ene-3D-balls.png
Nome IUPAC
1-butene
Nomi alternativi
α-butilene
1-butilene
α-butene
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC4H8
Massa molecolare (u)56,11
Aspettogas incolore
Numero CAS106-98-9
Numero EINECS203-449-2
PubChem7844
SMILES
CCC=C
Proprietà chimico-fisiche
Densità (kg·m−3, in c.s.)0,00237
Temperatura di fusione−185 °C (88,15 K)
Temperatura di ebollizione−6,3 °C (266,85 K)
Tensione di vapore (Pa) a 294 K26,2644×102
Indicazioni di sicurezza
Limiti di esplosione1.6 - 10%
Simboli di rischio chimico
infiammabile gas compresso
pericolo
Frasi H220 - 280
Consigli P210 - 410+403 [1]

L'1-butene è un alchene (più precisamente un'α-olefina), isomero del butene.[2] È un gas incolore, stabile, ma che polimerizza esotermicamente. È estremamente infiammabile, e forma velocemente miscele esplosive con l'aria.

È incompatibile con forti ossidanti, gas alogeni, sali di metalli, trifluoruro di boro e ossidi di azoto.

Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'1-butene è stabile, ma polimerizza facilmente in polibutene. La sua principale applicazione è come comonomero nella produzione di alcuni tipi di polietilene, come il polietilene lineare a bassa densità (LLDPE). È stato anche usato come precursore di resine polipropileniche, ossido di butilene e butanone.[3]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'1-butene è prodotto dalla separazione dai flussi grezzi della raffineria C4 e dalla dimerizzazione dell'etilene. Il primo offre una miscela di 1 e 2-buteni, mentre il secondo offre solo l'alchene terminale.[4] Viene distillato a dare un prodotto di elevata purezza. Nel 2011 ne sono stati prodotti circa 12 miliardi di kilogrammi.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 22.12.2011
  2. ^ 1-BUTENE, su chemicalland21.com. URL consultato il 22 aprile 2018.
  3. ^ 1-Butene product overview, su shell.com. URL consultato il 22 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2012).
  4. ^ Alphabutol process - Big Chemical Encyclopedia, su chempedia.info. URL consultato il 22 aprile 2018 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2017).
  5. ^ Frank M.A. Geilen, Guido Stochniol, Stephan Peitz e Ekkehard Schulte-Koerne, Butenes, in Ullmann's Encyclopedia of Industrial Chemistry, Weinheim, Wiley-VCH, 2014, DOI:10.1002/14356007.a04_483.pub3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia