Wilson Kipketer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il siepista keniota, vedi Wilson Boit Kipketer.
Wilson Kipketer
Wilson Kipketer (2010).jpg
Wilson Kipketer nel 2010.
Dati biografici
Nome Wilson Kosgei Kipketer
Nazionalità Kenya Kenya
Danimarca Danimarca
Altezza 172 cm
Peso 64 kg
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità 800 metri piani
Record
400 m 46"85 (1994)
800 m 1'41"11 Record europeo (1997)
800 m indoor 1'42"67 Record mondiale (1997)
1.000 m 2'16"29 Record nazionale (1995)
1.000 m indoor 2'14"96 Record mondiale (2000)
1.500 m 3'42"80 (1993)
Miglio 3'59"57 (1993)
Società Københavns IF
Carriera
Nazionale
1988-1990
1991-2004
Kenya Kenya
Danimarca Danimarca
Palmarès
Danimarca Danimarca
Giochi olimpici 0 1 1
Mondiali 3 0 0
Mondiali indoor 1 2 0
Europei 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2011

Wilson Kosgei Kipketer (Kapchemoiywo, 12 dicembre 1972) è un ex atleta keniota naturalizzato danese, specializzato negli 800 metri piani.

È stato uno dei più forti atleti della specialità degli 800 metri degli anni 1990 e i primi anni 2000. In carriera ha vinto tre titoli mondiali consecutivi ed è stato anche detentore del record del mondo sulla distanza.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Kipketer fu scoperto da Kipchoge Keino, mezzofondista keniota campione olimpico nel 1968 e nel 1972. Keino suggerì al ragazzo, allora adolescente, di frequentare la St. Patrick's High School di Iten, una scuola superiore cattolica rinomata per i suoi programmi di atletica. Nel 1988 e nel 1990 Kipketer partecipò con la nazionale keniota ai Mondiali juniores di atletica leggera, gareggiando sugli 800 m: la prima volta fu squalificato nelle eliminatorie, due anni dopo arrivò quarto con il tempo di 1'47"0.

Terminati gli studi superiori, nel 1990 Kipketer si trasferì in Danimarca per studiare ingegneria elettronica all'Università di Copenaghen. Venne tesserato per il club danese Københavns IF, e nel 1992 presentò domanda per ottenere la cittadinanza del paese in cui si era stabilito. Ciò era sufficiente per consentire a Kipketer di gareggiare come danese nelle competizioni organizzate dalla IAAF. Con la maglia della Danimarca Kipketer vinse il suo primo titolo mondiale sugli 800 m nel 1995 a Göteborg.

Kipketer festeggia il suo record del mondo degli 800 m, stabilito a Colonia nel 1997.

Le regole del Comitato Olimpico Internazionale sono però più restrittive, e non consentono agli atleti di competere ai Giochi olimpici per un paese di cui non hanno l'effettiva cittadinanza. Nel 1996 Kipketer non era ancora diventato cittadino danese a tutti gli effetti, e non partecipò alle Olimpiadi di Atlanta. All'epoca aveva ancora il passaporto keniota, e avrebbe potuto gareggiare per il paese africano, ma non per la Danimarca.

Pur assente nella finale olimpica, vinta dal norvegese Vebjørn Rodal, Kipketer rimaneva il dominatore assoluto degli 800 m. Tra il 1996 e il 1997 inanellò una striscia di 28 vittorie consecutive sulla distanza. Nel 1997 stabilì per 5 volte il record del mondo (3 all'aperto e 2 indoor) e si laureò campione del mondo sia al coperto, a marzo a Parigi, sia all'aperto, in agosto ad Atene.

Kipketer balzò agli onori della cronaca il 7 luglio 1997 quando eguagliò il record del mondo degli 800 m, 1'41"73 stabilito nel 1981 da Sebastian Coe. Nelle settimane seguenti riuscì a scendere per due volte sotto il vecchio primato, che resisteva imbattuto da sedici anni. Il 24 agosto a Colonia corse gli 800 m in 1'41"11.

Nella stagione seguente Kipketer rimase lontano dalle competizioni a causa della malaria. Il 1998 fu comunque un anno importante per lui, perché diventò cittadino danese a tutti gli effetti. Tornò alle gare nel 1999, vincendo prima l'argento ai mondiali al coperto, e poi il terzo titolo mondiale consecutivo alla rassegna iridata di Siviglia.

Il 20 febbraio 2000 stabilì il primato del mondo sui 1.000 m indoor in 2'14"96. Ormai cittadino danese, poté prendere parte ai Giochi olimpici di Sydney, dove si aggiudicò l'argento negli 800 m dietro al tedesco Nils Schumann.

Negli anni seguenti l'attività agonistica di Kipketer fu più volte interrotta dagli infortuni. Pur non riuscendo a gareggiare con continuità, ottenne ancora risultati di spicco quali il titolo di campione europeo a Monaco di Baviera nel 2002, l'argento ai Mondiali indoor di Birmingham nel 2003) e il bronzo ai Giochi olimpici di Atene nel 2004.

Il 17 agosto 2005 Kipketer ha annunciato il ritiro dalle competizioni. Al suo ricchissimo palmarès manca soltanto il titolo di campione olimpico: assente ai Giochi del 1996, quando all'apice della carriera era considerato il più forte ottocentista del mondo, nelle due successive partecipazioni, già in parabola discendente, si fermò ai gradini più bassi del podio.

Record nazionali[modifica | modifica sorgente]

Seniores[modifica | modifica sorgente]

Progressione[modifica | modifica sorgente]

800 metri piani[modifica | modifica sorgente]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2004 1'43"88 Italia Roma 2-7-2004
2003 1'43"28 Belgio Bruxelles 5-9-2003
2002 1'42"32 Italia Rieti 8-9-2002
2000 1'43"35 Belgio Bruxelles 25-8-2000
1999 1'42"27 Belgio Bruxelles 3-9-1999
1998 1'43"18 Svizzera Zurigo 12-8-1998 -
1997 1'41"11 Germania Colonia 24-8-1997
1996 1'41"83 Italia Rieti 1-9-1996 -
1995 1'42"87 Svizzera Zurigo 16-8-1995 -
Monaco Monaco 25-7-1995
1994 1'43"29 Norvegia Oslo 22-7-1994 -
1993 1'45"46 Finlandia Lappeenranta 27-7-1993 -
1992 1'45"62 Finlandia Helsinki 30-6-1992 -
1991 1'46"19 Svezia Malmö 5-8-1991 -
1990 1'45"7 Kenya Nairobi 20-7-1990 -
1989 1'47"2 Kenya Nairobi 13-10-1989 -
1988 1'47"0 Kenya Nairobi 17-6-1988 -

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
In rappresentanza del Kenya Kenya
1990 Mondiali juniores Bulgaria Plovdiv 800 metri 1'48"13
In rappresentanza della Danimarca Danimarca
1995 Mondiali Svezia Göteborg 800 metri Oro Oro 1'45"08
1997 Mondiali indoor Francia Parigi 800 metri Oro Oro 1'42"67 Record mondiale
Mondiali Grecia Atene 800 metri Oro Oro 1'43"38
1998 Europei Ungheria Budapest 800 metri 1'50"13
1999 Mondiali indoor Giappone Maebashi 800 metri Argento Argento 1'45"49
Mondiali Spagna Siviglia 800 metri Oro Oro 1'43"30
2000 Giochi olimpici Australia Sydney 800 metri Argento Argento 1'45"14
2002 Europei Germania Monaco 800 metri Oro Oro 1'47"25
2003 Mondiali indoor Regno Unito Birmingham 800 metri Argento Argento 1'45"87
Mondiali Francia Parigi 800 metri 1'45"23
2004 Giochi olimpici Grecia Atene 800 metri Bronzo Bronzo 1'44"65

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica sorgente]

1995

1997

1999

2003

2004

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]