Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade - 800 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
800 metri piani maschili
Sydney 2000
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Sydney
Periodo 23-27 settembre 2000
Partecipanti 46
Podio
Medaglia d'oro Nils Schumann Germania Germania
Medaglia d'argento Wilson Kipketer Danimarca Danimarca
Medaglia di bronzo Djabir Saïd-Guerni Algeria Algeria
Edizione precedente e successiva
Atlanta 1996 Atene 2004
Atletica leggera ai
Giochi di Sydney 2000
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Gli 800 metri piani hanno fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 23-27 settembre 2000 allo Stadio Olimpico di Sydney.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Primatista mondiale 1'41"11 '97 Danimarca Wilson Kipketer Presente
Campione mondiale 1999 1'43"30 Danimarca Wilson Kipketer Presente
Campione olimpico 2000 1'42"58 Norvegia Vebjørn Rodal Presente
Primatista mond.le stag.le 1'43"12, 5 luglio Svizzera Andrè Bucher Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Le speranze dell'Italia sono riposte su Andrea Longo, capace di correre in 1'43"74, record italiano con cronometraggio elettrico. Il padovano vince la sua batteria battendo Vebjørn Rodal, campione olimpico uscente. In semifinale giunge secondo (1'44"49), battuto da Wilson Kipketer (1'44"22). Le altre due semifinali sono vinte dal tedesco Nils Schumann (stesso tempo di Kipketer) e dall'algerino Djabir Saïd-Guerni (1'44"19). Rodal esce inaspettatamente arrivando settimo nella semifinale vinta da Schumann.
Le semifinali hanno prodotto ben otto tempi sotto 1'45", con parziali ai 400 metri tra 49"5 e 50"6.
Il giovane russo Jurij Borzakovskij ha stabilito il nuovo record europeo junior nella seconda semifinale con 1'44"33.

Il favorito per la finale è Wilson Kipketer, tutti gli occhi sono su di lui.
Forse ci si aspetta che Kipketer martelli il ritmo, invece il danese sta alla finestra. Ne esce una gara inaspettatamente lenta (53"43 ai 400 metri). Durante il primo giro conducono lo svizzero Bucher e Andrea Longo. Ci sono sgomitate tra i due e Bucher finisce momentaneamente fuori pista.
Ai 600 metri il ritmo si infiamma, ma il gruppo è ancora compatto. Tutti si lanciano, quindi c'è chi deve sporgersi molto all'esterno. Il caso vuole che Kipketer e Saïd-Guerni trovino spazio solo in quarta e quinta fila, compromettendo così la propria gara.
Invece Schumann trova un varco vicino alla corda e lancia lo sprint giusto che lo porta per primo al traguardo.
Longo non riesce a cambiare passo e si fa superare prima da Bucher e poi da Schumann.
I primi cinque sono separati da soli 32 centesimi.
Dopo la gara Longo sarà squalificato per comportamento scorretto nei confronti di Bucher.

Per la Germania è il primo oro olimpico in assoluto sugli 800 metri.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

8 Batterie 23 settembre 46 partenti Si qualificano i primi 2
+ gli 8 migliori tempi.
3 Semifinali 25 settembre 8 + 8 +8 Si qualificano i primi 2
più i due migliori tempi.
Finale 27 settembre 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Stadio Olimpico, mercoledì 27 settembre, ore 20:20.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Germania Germania Nils Schumann 1'45"08
Silver medal.svg Danimarca Danimarca Wilson Kipketer 1'45"14
Bronze medal.svg Algeria Algeria Djabir Saïd-Guerni 1'45"16
4 Sudafrica Sudafrica Hezekiél Sepeng 1'45"29
5 Svizzera Svizzera André Bucher 1'45"40
6 Russia Russia Jurij Borzakovskij 1'45"83
7 Botswana Botswana Glody Dube 1'46"24
Italia Italia Andrea Longo Squalificato