WebKit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WebKit
Logo
Sviluppatore Apple, KDE, Nokia, Google, RIM, Palm, Samsung e altri
Data prima versione 4 novembre 1998
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio C++
Genere motore di rendering (non in lista)
Licenza Alcune componenti GNU Lesser General Public License e il resto con licenze stile BSD[1]
(Licenza libera)
Sito web webkit.org

WebKit è un motore di rendering per browser web utilizzato per il rendering delle pagine web. Originariamente sviluppato da Apple, nel 2005 è stato reso open source.

Esso viene utilizzato oggi da vari browser come Safari e Google Chrome (fino alla versione 27).

Storia[modifica | modifica sorgente]

WebKit nacque nel 2005 da un fork del motore open source KHTML.

Il 7 giugno 2005, lo sviluppatore Dave Hyatt di Safari annunciò sul suo blog che Apple stava per pubblicare il codice sorgente di WebKit, aprendo l'accesso al CVS e al tool Bugzilla. L'annuncio coincise con il WWDC del 2005.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

WebKit è un progetto open source che nasce dalla combinazione di componenti del sistema grafico KDE e di tecnologie Apple.

È disponibile come aggiornamento per Mac OS X a partire dalla versione 10.2.7 e integrato in Mac OS X 10.3 e successivi. Esso permette a sviluppatori terzi di includere con facilità nelle loro applicazioni molte delle funzioni proprie di Safari.

L'API in Objective C di WebKit può interagire con un server web, richiamare e visualizzare le pagine web, scaricare i file e gestire i plugin.

Esso include due framework di basso livello: WebCore (un parser HTML e un renderer basato su KHTML) e JavaScriptCore (un motore JavaScript basato su KJS).

Applicazioni che usano WebKit[modifica | modifica sorgente]

Browser
Altri usi
  • Adium, un'applicazione di chat, che usa WebKit per visualizzare i messaggi.
  • BBEdit, un editor di testo e di pagine HTML, che usa WebKit per visualizzare l'anteprima delle pagine web.
  • Colloquy, un client chat che supporta IRC e SILC, che usa WebKit per visualizzare il traffico delle chat.
  • Growl, un sistema di notificazione globale, che usa WebKit per delle sue viste.
  • NetNewsWire, un lettore RSS che usa WebKit per visualizzare i feed RSS e per navigare sul web.
  • NewsFire, un gestore di feed RSS, che usa WebKit per la sua interfaccia.
  • Qt, un framework per la costruzione di applicazione che integra WebKit per il rendering delle pagine web.
  • Steam, la piattaforma di Valve usa WebKit nel suo browser interno dal cambiamento dell'interfaccia del 2010.
  • SubEthaEdit, un editor di testo collaborativo, che usa WebKit per generare l'anteprima delle pagine web.
  • TextWrangler, un editor di testo e HTML, versione ridotta (e freeware) di BBEdit.
  • WebKitGtk è un ambizioso progetto per il porting di WebKit su piattaforma GTK+.
  • Xcode, l'IDE di Apple, che usa WebKit per visualizzare la documentazione.

Una lista completa è disponibile sulla wiki del progetto WebKit.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ licenza bsd di webkit. e licenza GNU LGPL di webkit.
  2. ^ :HanSolaris Group
  3. ^ Limited Software

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]