TextEdit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
TextEdit

Screenshot di TextEdit
Finestra principale di TextEdit di Mac OS X
Sviluppatore Apple Computer
Ultima versione 1.8 (19 settembre 2012)
Sistema operativo Mac OS X
Genere Editor di testo
Videoscrittura
Licenza Fornito con Mac OS X
(Licenza chiusa)
Sito web apple.com/macosx

TextEdit è un editor di testo, inizialmente disponibile per i computer prodotti dalla Next Computer, NEXTSTEP e OPENSTEP, fu distribuito insieme a Mac OS X dopo che la Apple acquisì la Next Computer.

Rimpiazza il precedente editor di testo fornito con Mac OS, SimpleText. TextEdit legge e scrive documenti nei formati Rich Text Format, ASCII e HTML. È in grado anche di leggere (non modificare) i documenti nel formato SimpleText. Utilizza i servizi offerti dal Sistema Operativo come il servizio di controllo ortografico. La versione inclusa con Mac OS X 10.3 è in grado di leggere e scrivere i documenti generati con Microsoft Word, la versione per il sistema operativo 10.4 ha introdotto la gestione del formato Office Open XML mentre dalla versione 10.5 il programma è in grado di leggere e scrivere documenti OpenDocument.[1]

TextEdit può gestire testo formattato, diverse codifiche di caratteri (tra cui Unicode), giustificazione del testo e inclusione di immagini e altri media.

Mac OS X, è un sistema operativo basato su Unix e quindi include anche gli editor di testi emacs, vi e pico oltre che altri editor di testi basati sul terminale.

Codice sorgente[modifica | modifica sorgente]

Apple distribuisce il codice sorgente di TextEdit come parte della documentazione del suo IDE Xcode. Dal sito degli sviluppatori Apple[2] è possibile scaricare il codice sorgente di una versione di TextEdit sviluppata per dimostrare come si possa chiamare Quartz Composer dall'API Cocoa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Leopard legge e scrive OpenDocument, Punto Informatico, 19 ottobre 2007. URL consultato il 19 ottobre 2007.
  2. ^ Quartz Composer WWDC 2005 TextEdit, Apple, 1º giugno 2005. URL consultato il 18 ottobre 2007.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple