Xcode

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Xcode

Screenshot di Xcode
Screenshot di Xcode 3.0 su Mac OS X Leopard
Sviluppatore Apple Inc.
Ultima versione 5.1 (10 marzo 2014)
Ultima beta 5 (Developer Preview)
(13 giugno 2013)
Sistema operativo Mac OS X
Genere Integrated development environment
Licenza Proprietaria
(Licenza chiusa)
Sito web apple.com/tools/xcode

Xcode è un ambiente di sviluppo integrato (Integrated development environment, IDE) sviluppato da Apple Inc. per agevolare lo sviluppo di software per Mac OS X e iOS. È fornito gratuitamente in bundle con il sistema operativo a partire da Mac OS X 10.3 Panther, sebbene sia in grado di generare programmi per qualsiasi versione di Mac OS X. Estende e rimpiazza il precedente tool di sviluppo della Apple, Project Builder, che era stato ereditato dalla NeXT. Ufficialmente Xcode non funziona su Mac OS X 10.2 Jaguar.

Xcode lavora in congiunzione con Interface Builder (proveniente da NeXT), un tool grafico per realizzare interfacce grafiche.

Xcode include GCC, che è in grado di compilare codice C, C++, Objective C/C++ e Java. Supporta ovviamente i framework Cocoa e Carbon, oltre ad altri.

Una delle caratteristiche tecnologicamente più avanzate di Xcode è che supporta la distribuzione in rete del lavoro di compilazione. Usando Bonjour e Xgrid è in grado di compilare un progetto su più computer riducendo i tempi. Supporta la compilazione incrementale, è in grado di compilare il codice mentre viene scritto, in modo da ridurre il tempo di compilazione.

Dalla versione 3.1, Xcode è anche lo strumento per sviluppare le applicazioni native per iPhone e iPod touch.

Dalla versione 3.2, inoltre, è possibile sviluppare applicazioni per iPad.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple